Bambino di otto anni spara alla nonna, per i media è colpa di GTA


Tragedia in Lousiana, in un sobborgo di Slaughter un bambino di otto anni ha impugnato una pistola ed ha sparato alla nonna mentre questa era seduta in poltrona a guardare la televisione. La notizia ha avuto grossa rilevanza sui media e anche in Italia i TG nazionali hanno parlato del fatto.
gta5_6
Ovviamente la colpa di questa tragedia non è dei genitori, che hanno lasciato una pistola carica in un luogo facilmente raggiungibile da un bambino, bensì dei videogiochi. Il piccolo infatti stava giocando a Grand Theft Auto IV prima di impugnare l’arma e uccidere la nonna.
Forse non era il caso di comprare un gioco del genere ad un bambino così piccolo, ma è indubbio che alla base del gesto ci siano ben altri (gravi) motivi che non l’aver semplicemente giocato ad un videogioco violento.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

The Bureau XCOM Declassified – Recensione

Xbox One bianca riservata agli sviluppatori