Logitech G100s Optical Gaming Mouse – Recensione


Ogni giocatore che si rispetti deve farsi accompagnare durante le sue sessioni da un mouse di qualità. Logitech è da sempre tra le aziende hardware più attente, capace di realizzare prodotti sia di largo consumo che più specializzati. La nuova linea gaming propone al suo interno mouse di fasce diverse, partendo dal G100s Optical Gaming Mouse, venduto ad un prezzo fissato sotto ai 40 euro che abbiamo avuto il piacere di testare per un paio di settimane.

g100s-gaming-mouse-images

La periferica si propone come un mouse studiato con intelligenza per offrire qualità ad un prezzo decisamente contenuto. I materiali scelti sono decisamente ottimi, capaci di offrire un’impugnatura piacevole, ambidestra tra l’altro, mantenendo una certa solidità rimanendo molto leggero. Il peso non è un dettaglio lasciato al caso, consentendo da un lato di non affaticare l’utilizzatore ma allo stesso tempo di restituire sufficiente resistenza per consentire la precisione ideale. Il mouse può contare su tre pulsanti, compreso quello centrale corrispondente alla rotella per lo scrolling, morbida e piacevole al tatto. La copertura superiore, separata in tre zone corrispondenti ai pulsanti, è idrorepellente, l’ideale nel caso le lunghe sessioni significhino per voi una certa sudorazione del palmo della mano.
La sensibilità di rilevazione dei movimenti è programmabile e grazie ad un pulsante apposito si può scorrere tra i cinque settaggi, programmabili da 250 DPI fino ad un massimo di 2500 DPI. Purtroppo non si può cercare l’impostazione con precisione visto che i preset avanzano di step di 250. Per il resto, nonostante i pulsanti siano solo tre è comunque possibile assegnarli liberamente. A favorire lo scorrimento su qualunque tipo di superficie ci pensa in fine il PTFE, Politetrafluoroetilene, di cui è costituito il fondo, materiale creato per ridurre l’attrito e ideale per ogni tipo di spostamento del cursore.
g100s-logitech
Abbiamo provato il G100s Optical Gaming Mouse con sparatutto come Metro: Last Light e Far Cry 3 Blood Dragon tenendo la sensibilità impostata al massimo. L’esperienza è sempre stata confortevole ed allo stesso tempo altamente precisa. Passando ai due classici Blizzard Diablo 3 e Starcrft II: Heart of the Swarm non abbiamo avuto alcun intoppo, coi pulsanti che non risentono minimamente delle sollecitazioni tipiche di questi due titoli. Passando a software professionali quali Photoshop e Sony Vegas utilizzati per creare le nostre mitiche Video Recensioni, abbiamo optato per un DPI più basso, selezionabile in corsa come accennato precedentemente grazie all’apposito pulsante. Il risultato è stato ancora una volta incoraggiante. Se vogliamo un difetto nella progettazione si può riscontrare nella mancanza di una spia che segnali quale preset è stato selezionato.
g100s-gaming-mouse-images-1
Il Logitech G100s Optical Gaming Mouse è un prodotto che ci ha davvero soddisfatti. I materiali sono ottimi ed il design confortevole, adatto per ogni tipo di mano grazie anche al rivestimento idrofobo. La sensibilità regolabile è un’aggiunta piacevole quanto utile, richiamabile senza passare da software accessori. Il compromesso per rimanere in una fascia di prezzo accessibile a tutti non sono particolarmente pesanti, col numero dei tasti a rappresentare quello più evidente. Solo tre potrebbe rappresentare infatti il limite più evidente per certi videogiocatori. Se avete un budget limitato ma non volete rinunciare ad un compagno di giochi di buon livello, la periferica Logitech rappresenta il prodotto ideale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

UNO & Friends disponibile su iOS e Android

The Evil Within – Anteprima