Squall Leonhart: 41.000 dollari spesi per essere come lui

squall leonhart 41.000 dollari spesi


Ci sono segnali che l’universo ti manda per farti capire che hai troppi soldi, e spesso non sai cosa fartene. Secondo Robin Williams, ad esempio, diventare dipendenti dalla droga era uno di questi segnali. Il celebre attore, raccontandosi in un’intervista, si espresse proprio in questi termini: la cocaina è il modo che usa Dio per dirti che stai facendo troppi soldi, e che non sai in che modo spenderli. Una delle “droghe” degli anni recenti è sicuramente il ricorso sfrenato alla chirurgia plastica. È il caso di un ragazzo originario della Malesia, che ha speso ben 41.000 dollari per somigliare ad uno dei suoi eroi preferiti: Squall Leonhart di Final Fantasy VIII.

Voglio essere come Squall Leonhart

squall leonhart 41.000 dollari spesi

Chiunque bazzichi il lato più frivolo di Internet si sarà sicuramente imbattuto in notizie di questo genere. Vi ricorderete sicuramente di Dennis Avner, l’uomo che aveva speso una marea di soldi, in tatuaggi e interventi, per diventare un felino. Di sicuro avrete sentito parlare di Valeria Lukyanova, la donna che era diventata Barbie, dopo numerose sedute di chirurgia plastica. Con Barbie, ovviamente, non poteva mancare Ken. È il caso di Justin Jedlica che, dopo quasi 200 interventi, è riuscito a somigliare alla bambola maschile per eccellenza.

Questo di cui vi stiamo per parlare è, con buona probabilità, il primo caso in cui un ragazzo decide di sottoporsi ad interventi di chirurgia plastica per assomigliare ad un eroe dei videogames. Il suo nome è Amirul Rizwan Musa, un imprenditore di 21 anni nato il Malesia: ha speso quasi 41.000 dollari per somigliare a Squall Leonhart. Come potete vedere dalle foto, la somiglianza è impressionante: al di là della cicatrice, si intende.

Noto nel web con il nome di Miyyo RizOne, Amirul era conosciuto per i suoi lavori da modello, e aveva anche lanciato la sua linea personale di prodotti cosmetici. Come prevedibile, le sue foto post chirurgia sono diventate virali in pochissimo tempo, tanto da farlo finire sui giornali nazionali. Come spesso accade in casi del genere, subito dopo la notorietà, arrivano le critiche, spesso anche gratuite.

Critiche e attacchi gratuiti

squall leonhart 41.000 dollari spesi
Le immagini di Amirul, prima e dopo l’intervento.

Lo Squall Leonhart in carne ed ossa ha subito ogni genere di critiche e attacchi, rivolti alla sua scelta estetica.

“Ho ricevuto moltissimi messaggi e telefonate, tutti con il solo scopo di attaccarmi e maledirmi. Peggio ancora, ci sono state persone che hanno voluto incontrarmi di persona, con il solo scopo di insultarmi.”

Questo è quanto ha dichiarato il ragazzo ad AsiaOne.

In realtà lo scopo dell’intervento era anche un altro. Amirul fu colpito, all’età di 16 anni, da una forma particolarmente aggressiva di varicella, che gli aveva lasciato non poche cicatrici, soprattutto in volto.

“Ho sempre avuto una grande passione per i personaggi degli anime, e al tempo stesso mi vergognavo del mio aspetto fisico. Lo scopo per cui mi sono sottoposto ad un intervento di chirurgia plastica è sempre stato questo: diventare più sicuro di me.”

Non sta di certo a noi esprimere un giudizio sulla bontà della scelta di Amirul. Quello che possiamo limitarci a dire, oltre alla ferma condanna agli insulti e alle minacce ricevute, è che la somiglianza con Squall Leonhart, il protagonista di Final Fantasy, è innegabile.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

La Rockstar Red Hook Criterium arriva a Londra

Layton: Katrielle e il Complotto dei Milionari disponibile da oggi