Fumata nera per Scalebound che sembra purtroppo destinato a rimanere nel limbo dei titoli mai nati, almeno per ora. È alquanto improbabile l’idea di un reboot nell’immediato per la tanto discussa IP del colosso di Redmond che, stando a quanto riportato su twitter dall’insider X-Rays, si sarebbe dovuta trovare nelle primissime fasi di sviluppo e affidata alle mani di un team (presumibilmente 2nd party) molto vicino a Microsoft.

Il rinnovo del trademark di Scalebound da parte di Microsoft di certo andava ad avvalorare questo rumor.
C’è da dire che il polverone attorno al titolo e il relativo interesse dei fan non si è ancora sopito e, tenendo anche conto dell’ingente somma di denaro che è stata investita in questo progetto, è plausibile che Microsoft abbia semplicemente deciso di guardarsi le spalle e tenere al sicuro la suddetta proprietà intellettuale da eventuali avvoltoi.

A placare gli animi e a tagliare le gambe alle speranze dei fan è giunto l’affidabile e noto insider Jez Corden, il quale aveva già dato, a suo tempo, informazioni importanti in anticipo riguardo Project Scorpio.
Jez, andando completamente contro corrente rispetto ai rumor precedenti, ha asserito che, secondo le proprie fonti, Scalebound non è in sviluppo.

Ricordiamo che l’ultima apparizione ufficiale del titolo, prima della cancellazione ufficiale annunciata da Microsoft lo scorso 9 gennaio, risale all’E3 del 2016 e suscitò dei pareri contrastanti. Alcuni ne elogiavano la vena stylish canonica di Platinum, mentre altri ne criticavano la realizzazione tecnica, quest’ultima un po’ carente sul versante delle animazioni.

 

 

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!