HOME » guide

MTG Arena – Mono Green Midrange

mtg arena mono g midrange

Alcuni studiosi parlano di Llanowar e delle sue foreste come di posti incredibili, dalla stazza indefinibile che vantano la protezioni di una razza di elfi unici in tutta dominaria. Elfi divisi in tribù, sparse per tutta la foresta con popolazione, territorio e struttura sociale differente. Queste foreste intriste di mana verde sono tessellate da città scavate negli alberi cavi, a villaggi aerei che si spostano di ramo in ramo; comuni di elfi gentili e violente società matriarcali che in più punti richiamano il mito delle amazzoni. Llanowar è un posto meraviglioso, nascosto all’occhio del curioso e popolato il giusto da una fauna indefinibilmente complicata: i saprolingi e gli aboroth si nascondono sempre dove meno si va a guardare, i goblin scorrazzano con violenza all’interno di una sezione della foresta rinominata della morte e così via.

lista mazzo

NCarte
4Merfolk Branchwalker
20Forest
4Druid Of The Cowl
3Vivien Reid
1Diamond Mare
4Llanowar Elves
3Beast Whisperer
4Biogenic Ooze
4Adventurous Impulse
2Memorial To Unity
4Jadelight Ranger
3Path Of Discovery
4Wildgrowth Walker

Il mondo dei giochi di carte collezionabili è davvero un disastro da apprezzare quando nel proprio carnet di pezzi di cata non si possiede praticamente nulla; in questo caso un giocatore dovrebbe andare a cercare un mazzo molto semplice da mettere insieme, qualcosa i cui componenti già esistono all’interno del nutrito set di mazzi basi che MTG Arena regala al giocatore nel corso del tutorial. Mono Green Midrange si presenta esatatmente in questa posizione, un mazzo semplice da mettere su e non particolarmente difficile da giocare, destinato a tutti quei giocatori che vogliono iniziare a esplorare il mondo di Magic The Gathering con calma attraverso un semplice colore.

Iniziate a prendere dal vostro armadio le foreste che preferite e iniziate a rispolverare le vostre conoscenze di elfico, quest’oggi andiamo a conoscere il mondo dei mazzi monocolore midrange con questa lista davvero interessante.

Mono Green Midrange

Questo Mono Green Midrange è un mazzo praticamente budget monocolore che si propone al giocatore con un interessante gameplay midrange sfruttando come motore di pesca una creatura specifica e la meccanica explore. Molto del mazzo riesce ad essere sinergico con una delle meccaniche presentate durante il ciclo di Ixalan, proponendo un quattro copie di Wildgrowth Walker, carta che è praticamente indispensabile da avere in campo vista la sua capacità di diventare enorme e di aumentare in modo rapido i punti vita del suo proprietario. Le carte che abilitano explore all’interno del deck sono ]Path Of Discovery e la fortissima Jadelight Ranger, fa sempre vantaggio carte/vantaggio mana e diventa nel peggiore dei casi un bittante di tutto rispetto grazie al suo body decisamente considerevole.

Se la meccanica Explore non dovesse bastare basterà semplicemente castare il prima possibile Beast Whisperer e pescare una carta in più per ogni creatura castata nel corso della partita; dal quinto turno in poi le carte come Llanowar Elves finiranno per diventare semplici ciclanti in grado di far girare meglio l’intero ecosistema del mazzo.

Altre carte estremamente forti presenti all’interno del deck sono rappresentate da Biogenic Ooze, vera carta da midrange che fa vantaggio in modi diversi praticamente di continuo e Vivien Reid, ottima per rimuovere minacce moleste e per scremare leggermente le pescate. L’emblema di Vivien è anche una buona finisher da usare al momento giusto, difficile semplicemente accontentarne i requisiti.

Poiché stiamo parlando di un mazzo Midrange, questo Mono Green mostra i denti durante i turni 4/5 della partita, quando si possiede un board rispettabile e un vantaggio carte di notevole entità; purtroppo non riesce a riprendersi da due sweep affilati, motivo per cui va giocato con una cautela notevole contro determinati colori.

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

mtg arena simic midrange

MTG Arena – Simic Flash

mtg arena mono r aggro

MTG Arena – Red Deck Wins