HOME » guide

Mazzi MTG Arena – Jeskai Control

Lista mazzi MTG Arena Jeskai COntrol

Lista Mazzi:


Vi piacciono i mazzi control me preferite di qualcosa di più allegro e dinamico rispetto ad un più lento Grixis Control? Abbiamo per voi un mazzo che potrebbe fare al caso vostro, animato da un motore di gioco più rapido e più interattivo durante le prime fasi della partita vista la possibilità di poter puntare anche ai punti vita dell’avversario.

Vediamo insieme cos’è questo mazzo, come si gioca e come è composto all’interno di questo articolo!

Mazzi MTG Arena -Jeskai Control.

Perchè scegliere Jeskai Control in MTG Arena?

Se vi piace l’idea di giocare un mazzo controllo ma avete nel cuore uno stile di gioco più vicino all’offensiva che al pass e gioco stappato di altri mazzi come Grixis Control.

Il giocare molte carte in grado di interagire direttamente con l’avversario e le creature porta Jeskai Col su un maggiore livello di dinamismo rispetto il suo amichetto Blu-Nero-Bianco ed è quindi indicato per differenti tipi di giocatore. Anche qui comunque parliamo di un mazzo che non è semplicissimo da giocare e che richiede, oltre che dimestichezza con le carte, anche una certa capacità di previsione delle mosse avversarie per i prossimi due o tre turni di gioco.

Mazzi MTG Arena – Come si gioca Jeskai Control?

Come ogni mazzo controllo che si rispetti Jeskai Control va giocato lentamente, puntando alla sopravvivenza e alla rimozione delle carte ingestibili quanto prima. Una volta che l’avversario si espone troppo (magari giocando un grande numer odi creature incosciente della rimozione di massa che si ha in mano) è necessario punirlo e poi stabilire il vantaggio attraverso il posizionamento di un qualche permanente imortante (come un Niv Mizzet o uno dei planeswalker presenti nel mazzo) e la difesa di quest’ultimo.

Il mazzo in generale vince lentamente ma in modo quasi inesorabile; a meno di errori di valutazione da parte del giocatore una volta che si hanno in campo le giuste risorse perdere diventa piuttosto difficile vista la grande quantità di risposte che si hanno e la buona quantità di metodologie con cui è possibile far girare le carte all’interno del mazzo.

MTG Arena – Lista mazzo Jeskai Control

Carte:
3Crackling Drake
2Niv-mizzet, Parun
2Ral, Izzet Viceroy
3Teferi, Hero Of Dominaria
2Essence Scatter
2Justice Strike
2Lava Coil
3Lightning Strike
3Deafening Clarion
2Ionize
2Sinister Sabotage
4Chemisters Insight
2Cleansing Nova
2Search For Azcanta
4Clifftop Retreat
1Field Of Ruin
4Glacial Fortress
3Island
2Mountain
4Sacred Foundry
4Steam Vents
4Sulfur Falls

Composizione del deck Jeskai Control.

Creature

3 Crackling Drake – Questo simpatici draghetto è insieme al suo paparino Niv-Mizzet il beater del mazzo. Quando entra si cicla, facendoci pescare una carta ed ha un body niente male grazie all’importante quantità di instantanei e stregonerie presenti nel mazzo. Tre copie perché comunque siamo in grado di far male sopratutto attraverso altre mosse

2 Niv-mizzet, Parun – Il capogilda izzet si palesa all’interno di questo mazzo in tutta la sua roboante potenza. Se si riesce a metterlo in campo (non scontato, dato il suo costo specifico praticamente proibitivo) Niv Mizzet riesce a intavolare continuamente danni e vantaggio carte grazie alle sue abilità fortissime; da non sottovalutare è anche il suo Body, in grado di rivaleggiare con la maggioranza delle creature del formato e in grado di ammutolire per sempre l’avversario nel giro di qualche turno.

Niv-Mizzet, Parun è presente in due copie per mille motivi: costo in mana, creatura leggendaria, piano di gioco avulso dall’aggro.

niv mizzet mtg arena jeskai control

Planeswalker

2 Ral, Izzet Viceroy – Questa versione planeswalker di Ral è un’ottima carta da giocare in ottica control grazie al suo set di abilità. La prima permette a noi giocatori di scremare ulteriormente il mazzo arricchendoci la mano e potenziando il planeswalker, la seconda è una rimozione/protezione in grado di abbattere creature pericolose sul campo e la finisher ci farà vincere la partita in men che non si dica grazie al vantaggio impressionante che è in grado di generare. Inferiore soltanto al suo compagno Teferi.

3 Teferi, Hero Of Dominaria – L’altro planeswalker presente nel mazzo è quel simpaticone di Teferi, anche stavolta presente in versione viandante. Questo planeswalker è praticamente l’arma definitiva per un mazzo del genere grazie alle sue potentissime abilità e alla capacità che ha di proteggersi da solo se lo si pesca al topdeck.

La sua prima abilità ci permette di fare vantaggio carte e di prepararci con due terre stappate per il turno dell’avversario, permettendoci di giocare una grande quantità di istantanei utili alla causa come Essence Scatter, Justice Strike, Lava Coil e Lightning Strike. La seconda abilità di questo planeswalker fa rimbalzare permanenti molesti direttamente dentro il mazzo dell’avversario, in balia di eventuali effetti di rimescolamento. La finisher, come al solito, è qualcosa di estremamente potente ed è in grado di vincere le partite in solitudine sradicando, permanente per permanente, l’intero board avversario.

Istantanei

3 Essence Scatter – Poiché come ogni controllo che si rispetti odiamo pericolosamente le creature questa carta permette, per due mana di cui uno solo specifico, di abbattere sul nascere tutte le eventuali minacce prima ancora che tocchino il board.

2 Justice Strike – La rimozione che non ti aspetti, perfettamente in grado di eliminare la maggioranza delle minacce per due mana anche in caso di eventuali auree o potenziamenti. Costa due mana specifici ma è nemica giurata di alcune delle carte più usate del formato ed è in grado anche di sfruttare con successo i combat trick che l’avversario potrebbe utilizzare per massimizzare il suo danno.

3 Lightning Strike – La rimozione rossa del formato, piccola e onesta quanto basta per ottenere tre copie all’ìnterno di questo mazzo. In grado di sparare a qualsiasi bersaglio, planeswalker compresi e perfettamente adatta al ruolo di spazzino della società.

2 Ionize – Counter Secco che nel dubbio fa anche shock all’avversario, sempre utile ma dispendioso in termini di mana specifico. Fa parte del set di counter presenti in questo mazzo in due copie perché comunque dispensioso in termini di risorse.

2 Sinister Sabotage – L’altro counter secco del mazzo: screma la pescata e migliora la qualità delle carte che vedremo prossimamente in mano; purtroppo costa due mana specifici e questo lo trasforma in una carta presente in doppia copia all’interno del mazzo.

4 Chemisters Insight – Un peschino istantaneo in grado di riciclare carte per tornare a darci carburante nel momento del bisogno, in quattro copie per quattro mana di cui uno solo specifico. Semplice e lineare come la sua utilità.

Stregoneria

2 Lava Coil – Rimozione in grado di abbattere anche le creature più grandi del formato per due miseri mana, di cui uno specifico; l’esiliare ciò che colpisce è tutto valore aggiunto che fa comodo in caso di carte che potrebbero avere effetti in caso di ricorsioni. Paga il pegno di essere giocabile solo a velocità Sorcery nelle due copie in cui è inserita all’interno del mazzo.

3 Deafening Clarion – Se il nostro avversario gioca una grande quantità di creature piccole ed estremmanete fastidiose questa carta è chiaramente la soluzione al problema; tre mana per guadagnare tempo o annientare le intenzioni nemiche con una piccola rimozione globale

2 Cleansing Nova – Come sopra: Jeskai Control non riesce a sopportare bene le grandi quantità di creature, indi per cui è sensato giocare carte come Cleansing Nova che sparecchiano il board lasciando intatti i nostri eventuali Planeswalker. Se in campo ci sono anche Incantesimi pericolosi questa carta riesce a pensare anche a loro, distruggendoli in nome del controllo totale.

Incantesimi

2 Search For Azcanta – Alla ricerca di Azcanta torna anche in questo mazzo grazie all’enorme sinergia che ha con la meccanica Surveil. Prima si mette in campo questo incantesimo, prima si avrà modo di trasformarlo nella terra leggendaria che ci serve per ottenere un mana in più e per pescare nei momenti del bisogno. Due copie perché parliamo comunque di un permanente leggendario che potrebbe rimanerci in mano inutilmente

Terre

4 Clifftop Retreat – Checkland obbligatoria per un tricolor che vuole essere solido quanto più possibile a livello di mana base.

4 Glacial Fortress – Checkland obbligatoria per un tricolor che vuole essere solido quanto più possibile a livello di mana base.

4 Sulfur Falls – Checkland obbligatoria per un tricolor che vuole essere solido quanto più possibile a livello di mana base.

4 Sacred Foundry – Shockland obbligatoria per un tricolor che vuole essere solido quanto più possibile a livello di mana base.

4 Steam Vents – Shockland obbligatoria per un tricolor che vuole essere solido quanto più possibile a livello di mana base.

1 Field Of Ruin – Controllare vuol dire anche abbattere le risorse di mana di un’ avversario: utilizzando questa terra sarà possibile eliminare completamente un doppio costo dalle giocate avversario semplicemente impiegando l’attività speciale di questa carta!

3 Island

2 Mountain

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Screenshot dal video di People Make Games riguardo Wishworld

Ecco a voi Wishworld, l’ambizioso progetto dal quale nacque Fable

dlc

In difesa dei DLC (quando vengono fatti bene)