Football Manager 2017: Guida alle Tattiche


Articolo a cura di Pietro Gualano


Una buona conoscenza degli strumenti di base per la gestione e la selezione delle tattiche da adottare in campo è assolutamente fondamentale in Football Manager: le schermate proposte, infatti, non sono così intuitive per i giocatori meno esperti ed è facile perdersi tra tutte le centinaia di combinazioni possibili. Il modo migliore per capire come agire prima e dopo la partita è naturalmente giocare, sperimentare e rischiare, ma crediamo che una guida di base possa essere utile per chiarire quei concetti che, secondo noi, non possono assolutamente essere ignorati. Stiamo parlando, nello specifico, delle mentalità, della struttura di squadra e del pannello delle istruzioni: strumenti utili e essenziali per organizzare una squadra perfetta. Pronti per proporre al mondo la vostra idea di calcio? Iniziamo.

football-manager-2017-guida-alle-tattiche

Le nostre guide per Football Manager 2017: Guida alle giovani promesse, Guida per principianti, Guida agli affari migliori, Guida agli svincolati
, Guida ai budget delle squadre

Flessibile, contropiede, tutto per tutto… Ma quante possibilità ci sono?

Nella barra presente nella parte sinistra dello schermo c’è una specifica voce dedicata alle tattiche, selezionandola vi troverete subito in una grande schermata piena di parametri da regolare e voci da selezionare. Non fatevi spaventare e cercate di andare per gradi, prendendo il vostro tempo per decidere come agire e quale filosofia adottare. Questo è il posto perfetto per regolare la formazione, scegliere il capitano (e il vice), assegnare istruzioni individuali sugli avversari, gestire i calci piazzati e non solo. Da questo pannello potete anche scegliere la mentalità di base della vostra squadra tra le seguenti opzioni:

 

– Contenimento

– Difensiva


– Contropiede

– Standard

– Controllo

– Offensiva

– Tutto per Tutto

 


Non si tratta di una scelta definitiva, potete sempre cambiare le cose in corsa adattandovi alle esigenze del caso (se state vincendo 1-0 a pochi minuti dalla fine, per esempio, chiudersi in difesa potrebbe essere un’ottima idea). Ci sono allenatori che vanno avanti con le loro idee a prescindere dagli avversari (quelli dei top club solitamente) e allenatori che sono costretti ad adattarsi puntando su un approccio maggiormente offensivo o difensivo. La scelta naturalmente è vostra, ma per esperienza possiamo affermare che adattarsi è solitamente la strategia migliore. Analizzate sempre i vostri punti forti e i punti deboli dell’avversario e scegliete la vostra tattica di conseguenza, cercando di trarre il meglio da ogni singolo uomo a vostra disposizione. Sbaglierete moltissimo all’inizio, ma col tempo capirete i vari meccanismi e vi prenderete un sacco di gustose vendette… 

Oltre alla mentalità la voce tattiche ci permette di regolare la disposizione della nostra squadra in campo scegliendo tra un buon numero di opzioni (invariate nel corso degli ultimi anni). Stiamo parlando in particolare di:

 

– Molto strutturata

– Strutturata

– Flessibile


– Fluida

– Molto fluida

 

In questo caso non andrete a influenzare l’approccio alla partita della vostra squadra, ma il margine di libertà lasciato ai giocatori. E’ evidente che in un team con “molto fluida” ci sarà meno ordine in campo, ma i vostri uomini saranno più propensi al sacrifico e daranno molti meno punti di riferimento agli avversari. Un approccio molto strutturato, al contrario, vi garantirà un ordine praticamente totale ma vi renderà piuttosto prevedibili… Generalmente la scelta migliore è quella intermedia (flessibile o strutturata), ma dipende tutto dal vostro modo di far giocare la squadra.

 

Controllo totale

Anche in questo nuovo capitolo della serie gli sviluppatori propongono un pannello “istruzioni” da usare prima e durante la gara, una schermata ricca e funzionale su cui dovrete passare molto, molto tempo. Grazie ad essa, infatti, potrete regolare praticamente tutti gli aspetti principali del gioco della vostra squadra, gestendo le marcature e il pressing, scegliendo la fascia su cui puntare, rallentando il ritmo e non solo. Anche in questo caso non possiamo dirvi qual è la combinazione migliore dal momento che tutto dipende dai giocatori in campo: se avete un’ottima ala e il terzino avversario è terribile ovviamente cercate di attaccare lì, se avete dei tiratori micidiali dalla distanza aumentate i tiri da fuori e così via… L’importante è prendersi qualche minuto prima della partita per guardare i rapporti dell’osservatore sull’avversario, valutare le sue debolezze e regolare le tattiche di conseguenza. 

Non vi preoccupate se i giocatori non seguono sempre alla lettera le vostre indicazioni, è una cosa abbastanza normale che accade anche nel calcio reale: l’importante è che complessivamente la squadra faccia il suo, evitando sbandamenti pericolosi e atteggiamenti inadeguati. 

Nella schermata tattiche avrete poi la possibilità di gestire al meglio anche i calci piazzati: se seguite un po’ il mondo del calcio conoscete l’importanza delle situazioni da palla inattiva, quindi non sottovalutate assolutamente questa componente del gioco. Non è necessario passare ore e ore a inventarsi folli schemi, l’importante è che curiate al meglio la selezione dei tiratori, dei saltatori e le altre componenti legate ad angoli e punizioni. Nel corso di una stagione la percentuale di reti da palla inattiva è generalmente molto alta, quindi assicuratevi anche di avere una difesa adeguata e ricordatevi di occuparvene anche in allenamento. 

Per quanto riguarda le istruzioni sull’avversario, in conclusione, non possiamo fare altro che consigliarvi di consultare attentamente il rapporto dell’osservatore: solo così infatti saprete quali giocatori randellare e quali no, quali pressare e quali raddoppiare, quali marcare assiduamente e quali no. Annullare i migliori giocatori avversari spesso è fondamentale per la vittoria, quindi assicuratevi di conoscere al meglio l’altra squadra.

 

Conclusione : tiriamo le fila

Anche questo nuovo Football Manager 2017, come il predecessore, vi permette di proporre la vostra filosofia di calcio provandola sul campo. Gestire tutte le impostazioni tattiche presenti è veramente complesso e ci vuole molto tempo per entrare nel meccanismo, ne siamo consapevoli, ma vi assicuriamo che si possono ottenere grandi soddisfazioni con la giusta dedizione.

In conclusione vogliamo darvi un ultimo consiglio, forse il più importante per chi gioca a FM: non abbiate paura di perdere, di rischiare, di provare la tattica folle. Questo gioco è bello proprio perché vi permette di sperimentare schemi e situazioni nuove, quindi non sentitevi limitati e provate tutto quello che vi passa per la testa!

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Football Manager 2017: Guida per principianti

Call of Duty: Modern Warfare Remastered – Recensione