5 party games da tavolo divertenti ed economici


Svoltate le vostre serate con questi party games!

Avete sempre sentito i vostri amici parlare di giochi da tavolo ma non avete molta familiarità con questo mondo e volete qualcosa di leggero per divertivi in compagnia?

Volete un passatempo alternativo alle vostre sessioni su PC o console?
Volete una pausa dalle partite in premade su League of Legends o PUBG?
Vi va di giocare faccia a faccia con i vostri amici?
Se sì, allora è tempo di buttarsi su questi 5 party games da tavolo.

Se vi sentite creativi o caciaroni abbastanza questa lista, fatta di giochi entry level e molto mainstream, è ciò che fa per voi.

[amazon_link asins=’B001RU7UNW,B001037L8K,B00AF81YYS,B00227DWIG,B019CU51UC,B0151UQ1GK,B017DQNFCS’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’298d74bf-aab8-11e7-aed3-b7871ee70b0b’]

BANG!

Bang! è un titolo tutto italiano che metterà i giocatori gli uni contro gli altri in una divertentissima sfida tra fazioni.

Giocabile da 4 a 7 giocatori, si tratta di un titolo dal regolamento immediato e molto avvincente.
Tutti giocano con i propri ruoli segreti tranne lo sceriffo, il capo della fazione dei buoni che gioca con la sua identità rivelata.
Sarà suo compito identificare i vice, suoi alleati, e sconfiggere i fuorilegge, la fazione dei malvagi con strategia e anche un po’ di fortuna.

bang - 5 party games

C’è pane anche per i denti dei lupi solitari. Uno dei giocatori, infatti, nelle vesti del rinnegato dovrà tramare nell’ombra e sopravvivere fino alla fine cercando di minare le fondamenta di entrambe le fazioni.

Giocato con una colonna sonora targata Ennio Morricone, l’immedesimazione ed il divertimento sono assicurati.

La versione originale, infatti, è a tema Western con personaggi mutuati dai film più famosi (ovviamente con i nomi “storpiati”) ma anche dal mondo del fumetto.

Quindi non meravigliatevi se vedrete personaggi del calibro di Willy The Kid, Bart Cassidy e Calamity Janet o il famosissimo Lucky Duke.

Preparatevi ad un’immersione nelle atmosfere dei film Western dei tempi che furono e siate pronti a lanciarvi in scontri accesissimi all’ultima pallottola.

[amazon_link asins=’B001RU7UNW’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’dfd67bc5-b4c2-11e7-94b1-dd04daa95a2b’]

SAMURAI SWORD

Rimaniamo in tema di giochi da tavolo a fazioni e soprattutto nel contesto italiano e della stessa casa editrice.

Sfruttando il Bang! Game System, Emiliano Sciarra ha creato Samurai Sword, che vi porterà nel bel mezzo del giappone dell’epoca Shogun.
In questo caso però, al posto di Sceriffi, Fuorilegge e Rinnegati avremo Ninja, Samurai, Shogun  e Ronin.

Samurai Sword 5 party games

Qui, da 3 a 7 giocatori, combatteranno per l’onore e le meccaniche di vittoria sono molto diverse dal Bang! originale.

Il particolar pregio di questo titolo rispetto a Bang! (difetto che quest’ultimo ha mitigato con un’espansione) è la rimozione del sistema di eliminazione.

In Bang! infatti il giocatore che andava incontro alla morte, veniva eliminato dal gioco.
Considerando la velocità delle partite, però, non era un particolare difetto.

Ad ogni modo in Samurai Sword, invece, è stato inserito un sistema di punteggio che entra in gioco con “la sconfitta” di uno dei giocatori, che sancisce la fine della partita.

Il titolo è quindi molto simile ma ci sono sufficienti differenze da non renderlo un gioco clone.

[amazon_link asins=’B00AF81YYS’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f4ba3b0b-b4c2-11e7-af3b-85bd5e3d37c6′]

LUPUS IN TABULA

I giochi da tavolo che si ispirano al capostipite Mafia, titolo fondamentalmente più vecchio del sottoscritto, sono davvero tanti.

Da noi, in Italia, ha preso particolarmente piede una sua interpretazione in chiave fantasy (basata sulla variante Werewolves) e che offre un ricco ventaglio di ruoli da poter ricoprire.

Lupus in tabula - 5 party games

Si tratta di un gioco davvero minimale, semplice e molto divertente che mette in gioco deduzione e calcolo matematico.

È un titolo ideale per una festa, adatto ad un nutrito gruppo di giocatori. Lupus in Tabula, infatti, è giocabile da 8 a 24 giocatori ed è ottimo per soppiantare i tradizionali giochi di natalizi.

Il gioco si avvale di un giocatore nei panni di moderatore/narratore e di giocatori divisi, grossolanamente, tra buoni e cattivi.

Chi saranno i lupi mannari? Chi verrà sgranocchiato da questi ultimi durante la notte? I popolani dovranno aizzare i propri forconi contro le persone giuste o si decimeranno a vicenda!

Dovrete sfoggiare le vostre facce da poker e i vostri bluff migliori per non farvi incolpare e elaborare discorsi forbiti per difendervi dalle accuse.

[amazon_link asins=’B00227DWIG’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’fc126b27-b4c2-11e7-8465-33d90f664623′]

SÌ, OSCURO SIGNORE!

Sì, Oscuro Signore! è il vincitore della palma d’oro per l’ignoranza in questa lista.
Si tratta di un titolo per 4-10 giocatori in grado di mettere in moto la vostra fantasia ma che, al tempo stesso, richiedere una forte dose di no sense.sì oscuro signore, 5 party games

 

Il gioco muove i suoi passi dall’ennesima sconfitta delle forze del male e vedrà i giocatori impersonare i cattivi. Non aspettatevi però di essere (tutti) dei signori del male. Vi ritroverete nei panni dei servitori inetti ed ignoranti, la classica carne da cannone gettata in pasto agli eroi valorosi.

 

Questi ultimi, nei confronti dell’Oscuro Signore (un unico giocatore in veste di giudice), dovranno giustificare il proprio fallimento. A chi darete la colpa per non aver comprato l’asciugacapelli al vostro Oscuro Signore? Non dimenticate il Voi, o le sue occhiattacce calerano come una scure su di voi.

Basandosi sull’utilizzo delle Carte Spunto dovranno creare una storia bizzarra e incolpare gli altri “minions” del mancato successo.
Con le Carte Azione, invece, interagiranno tra loro nei modi più strani ma con il fine ultimo di ostacolarsi a vicenda.

Di certo non voglio incitare voi giocatori all’uso di alcolici ma giocare Sì, Oscuro Signore! dopo una mezza bevuta potrebbe espandere la vostra creatività oltre i limiti del cosmo e della stupidità.

[amazon_link asins=’B0151UQ1GK’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’03c0834b-b4c3-11e7-b679-79f497225fbc’]

NOME IN CODICE

Cranio Creations è responsabile di pubblicazione di giochi da tavolo di alto spessore e di localizzazione in italiano di titoli eclettici, fuori dagli schemi e sempre interessanti.

5 party games

Con Nome in Codice ci troviamo di nuovo di fronte ad un gioco a fazioni per 4-8 giocatori che, divisi in due squadre, si ritroveranno in un gioco avvincente e competitivo.

Si tratta di un gioco da tavolo che metterà a dura prova le capacità logiche e deduttive dei singoli giocatori ma, al tempo stesso,  premierà la cooperazione e il gioco di squadra. Il titolo di Cranio Creations testerà anche il feeling tra i giocatori in quanto, ciascuna squadra, avrà una persona nel ruolo di capo.

Il capo dovrà lanciare verbalmente degli input ai giocatori per fargli intuire determinati elementi specifici presenti sul tavolo di gioco.

Si tratta di un party game che annulla i tempi morti e la noia poiché tutti i giocatori saranno partecipi allo stesso momento.

Non a caso Nome in Codice, stando anche alla attendibilissima classifica del sito boardgamegeek.com, è al primo posto nella categoria party games da tavolo ed è tra i nostri 5 party game.

Riuscirete a trovare i vostri agenti e prendere contatto con loro prima della squadra avversaria?

[amazon_link asins=’B017DQNFCS’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’11e96443-b4c3-11e7-a8d9-995e883f4d7e’]

 

 

Se avete altri giochi da consigliare fatecelo sapere qui sotto nei commenti.

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Jonathan Campione

Ho ricevuto la mia prima console la notte di Natale del '97.
Grazie all'idraulico baffuto di Nintendo ho scoperto la mia passione per i videogiochi.
Sono un giocatore eclettico, amo i titoli indie e non disdegno nessun genere o piattaforma.
Da un paio d'anni scrivo di videogiochi e cerco di sfatare i luoghi comuni e punto ad offrire spunti di riflessione importanti riguardanti questo settore.

Garden Tale Copertina

Recensione Garden Tale

colonna sonora giochi di ruolo

Crea la tua colonna sonora per il gioco di ruolo – #6 Una sessione Fantasy Completa