Credendo Vides: Istruzioni per l’uso alla Puntata 3×14 di Luxastra

Dopo due anni di intense fatiche e traguardi meritati, Luxastra è diventato un fenomeno di culto per tutta la comunità di giochi di ruolo italiana, facendo appassionare totali estranei a questo fantastico mondo così come riaccendendo la passione in qualche burbero vegliardo.

E dopo una serie di cliffhanger da capogiro che sono già entrati nella leggenda, lo show ritorna tra noi con la Terza Stagione, e con essa anche le nostre Istruzioni per l’Uso, la guida nata per analizzare nel dettaglio tutti gli episodi ogni settimana.

Continua il periglioso scontro tra il party e la Strega, mentre il Trio si avvicina sempre di più alla città di Borgobrullo e al terribile pericolo che la circonda!

Here comes dat (big) boi

L’enorme creatura appena entrata in combat ha già fatto parecchi danni stordendo Rocca. Nonostante ciò il gruppo continua a mantenere il sangue freddo, e perfino Rugo tenta di colpire con la propria fonda il rospo gigante, non facendogli alcun danno.

Non appena il rospo gigante gli si avvicina, Galgith lo colpisce coi propri coltelli, ma il sangue venefico del suo nemico lo avvolge completamente. Subito dopo viene scaraventato anche lui addosso alla colonna, con dieci danni più quattro di veleno.

La Strega continua a bullizzare Letho, Hann fa girare per la stanza la sua Sfera infuocata, mentre Shiran inizia a pregare Rasmonidianas di porgerle ulteriore potere infuocato, mentre cura un po’ di ferite di Galgith.

Rugo abbandona la fionda per tornare alla cara vecchia Deflagrazione Occulta, mentre Rocca si risveglia, si inietta qualcosa nella spalla e si rialza in piedi, pronto al combattimento.

Dalia continua a sfruttare il Marchio del cacciatore per infliggere molti danni alla Strega. Con l’azione bonus invia Jacky ad attaccarla, ma la Strega colpisce l’uccello con uno dei suoi incantesimi, uccidendolo.

Epurazione

Sulla strada per Borgobrullo, il Trio s’imbatte in un posto di blocco della Chiesa di fronte ad una taverna. Boris vi riconosce l’arconte Kalem Sted, che informa il suo collega nano dell’impossibilità di accedere alla zona della città.

Boris, tentando di convincere il nano, viene portato nella taverna dove un secondo arconte, Letha Kyle, spiegano meglio la situazione: la città sembra essere stata colpita da una piaga negromantica, e l’accesso sia fisico che comunicativo alla zona è impossibilitato.

Se la situazione non si risolverà entro due giorni, la città verrà “epurata”, ovvero cancellata dall’esistenza.

Furia Battagliera

Il duello tra Letho e la Strega continua, con l’Inquisitore che riesce a infliggere un potente colpo critico alla sua nemica. Galgith assieme a Rocca provano a trattenere il rospo gigante.

Dalia, in preda allo sconforto e alla rabbia per la presunta morte del suo compagno animale, molla il suo fido arco e assalta la Strega col pugnale sguainato. Un altro Critico le permette di infliggerle il colpo letale.

Hann continua a far danni assieme alla sua Sfera Fiammeggiante, mentre Rocca sta per venire divorato dalle fauci giganti del rospone. Shiran comunica con Rasmonidianas, che le concede per un’altra volta una parte del suo potere.

Incontri ravvicinati con l’infetto tipo

Boris riesce a ottenere un lasciapassare per Borgobrullo e spiega la situazione ai suoi compagni: 72 ore per scoprire la causa della piaga e risolverla, o verranno epurati assieme alla città.

Mentre percorrono la strada deserta, il gruppo incrocia un branco di umanoidi marcescenti che banchettano con la carcassa di un cervo. Inizialmente neutrali, dopo una freccia scoccata da Rendar iniziano ad attaccare il gruppo.

Nonostante l’aspetto da non-morti, Boris nota con dispiacere che non sono suscettibili ai danni della magia radiante. Colti di sorpresa, i tre sono salvati da Lyn che sconfigge a mani nude gli umanoidi.

Fiamme e Buchi Neri

Col nuovo potere di Rasmonidianas, Shiran apre a metà uno degli zoriadi più piccoli con due scimitarre fiammeggianti. Hann continua a fare danni con la sua Sfera e assieme a un attacco di Galgith e Shiran, salvano Rocca da morte certa.

Per finire il combattimento, Rugo utilizza i suoi poteri magici per creare un portale dimensionale verso qualcosa di orribile e terrificante. Il party riesce a salvarsi, mentre il mostro viene inglobato.

Quando il buco nero implode su se stesso, l’intera struttura inizia a collassare su se stessa a causa delle assi, pareti e colonne inglobate. Oltre a ciò, il mostro ha lasciato cadere la pietra verde che teneva caldamente a sé.

Seguite Luxastra ogni giovedì, alle 17 sul canale YouTube di Inntale. Per i più avventurosi ci sono anche le live pre e post show, rispettivamente alle 16 e alle 18 sul canale Twitch di Inntale . E ricordate: Credendo Vides.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Morbid copertina videogioco

Morbid: The Seven Acolytes | Recensione (PC)

immortal fenyx rising

Immortals Fenix Rising | Come aumentare la Resistenza