Credendo Vides: Istruzioni per l’uso alla Puntata 3×06 di Luxastra

Dopo due anni di intense fatiche e traguardi meritati, Luxastra è diventato un fenomeno di culto per tutta la comunità di giochi di ruolo italiana, facendo appassionare totali estranei a questo fantastico mondo così come riaccendendo la passione in qualche burbero vegliardo.

E dopo una serie di cliffhanger da capogiro che sono già entrati nella leggenda, lo show ritorna tra noi con la Terza Stagione, e con essa anche le nostre Istruzioni per l’Uso, la guida nata per analizzare nel dettaglio tutti gli episodi ogni settimana.

Questa settimana andremo ad esplorare le Gallerie assieme ai Nihil, e vedremo cosa il Trio Comico deciderà la prossima tappa della loro missione!

Nuovi amici

Shiran è rimasta notevolmente stupita di scoprire che Urian è, a tutti gli effetti, un volpide come lei. Il Nihil spiega che ce ne sono molti in circolazione, più di quanti la ragazza pensa.

Shiran chiede se il resto della truppa conosca il vero aspetto di Urian, e questi risponde che solo Termina potrebbe sospettare qualcosa, in quanto niente sfugge al suo occhio indagatore. Letho scopre da Doc che Miles è sopravvissuto all’operazione.

Subito dopo, il party e un drappello di Nihil formato da Riviera, Urian, Doc Barbaruffa, il soldato che aveva salvato Letho e Brandon decidono di ritornare nelle gallerie per esplorarle un po’ più attentamente.

Un bel macello

Il gruppo raggiunge il nido dei ragni, ormai completamente devastato dalla battaglia precedente.

Hann va alla ricerca del cadavere di ragno gigante affianco a cui si era risvegliato. Shiran e Dalia decidono di cercare altre tracce degli halfling, mentre Galgith e Letho camminano attorno al perimetro della grotta assieme ai Nihil.

Hann si avvicina al cadavere massiccio con l’intenzione di ottenerne qualche materiale prezioso. Con un tiro a Natura, capisce che il ragno ha la stessa anatomia di un ragno normale, e riesce a individuarne le ghiandole velenose.

Efficienza militare

Galgith e Letho percorrono le pareti della caverna assieme alle truppe Nihil, affidandosi alle loro torce ultra tecnologiche per vedere meglio attraverso l’oscurità.

Galgith prova a cercare qualche rimasuglio di materiale, ma la caverna è stata ripulita dai mercenari subito dopo la battaglia.

Letho nota invece che il terreno e la struttura architettonica della grotta sembra fin troppo elaborata. Sembra quasi che i ragni abbiano ricevuto una sorta di aiuto nella loro costruzione…

Riti sepolcrali particolari

Faccia schifata di un’halfling schifata

Dalia, con l’aiuto delle Luci Danzanti di Shiran, setaccia i bozzoli della caverna per trovare i resti degli halfling, con la speranza di ottenere qualche informazione aggiuntiva sulla sua gente.

Nel bozzolo che apre vi è un halfling completamente prosciugato e mangiato dai ragni. Tastando il cadavere, Dalia scopre che questi aveva un simbolo di un’associazione già familiare e poco amata dall’halfling.

Subito dopo, un Nihil esploratore, che abbiamo intuito essere quasi tutti halfling a causa della loro bassa statura, si apre per metà l’elmetto e sputa sul cadavere, dicendogli di spargere il sale. Con un 20 Naturale a Percezione, Dalia riconosce un pizzetto come segno particolare dell’esploratore.

Trauma Center: Luxastra Edition pt.1

Hann incomincia a sezionare il cadavere del mostro per ottenerne i materiali pregiati. Sali in groppa al ragno e, con un tiro su Intelligenza (che ricordiamo per Hann è pari a 18), capisce dove recidere.

Qui scopriamo anche come la testa di Tommy sia abitata da un Mini-Andross che, ogni volta che sente dire qualcuno “Fammi un tiro a…” inizia a danzare e sconvolgere la psiche del povero chierico.

Subito dopo, con una discreta fatica e calma, Hann riesce ad effettuare un taglio deciso sulla groppa del ragno e ad aprirne le interiora.

“Ma è normale che sia così?”

Doc, Shiran e Dalia aprono un terzo bozzolo, ma ciò che scoprono va ben oltre le aspettative: l’halfling ha lo stomaco completamente divorato, e una puzza di zolfo fittissima si apre in tutta la caverna.

Tutto il gruppo è costretto a coprirsi il naso per la puzza, ma Galgith accusa stranamente il colpo più di tutti quanti. Si allontana dal bozzolo e rigetta bile e vomito, sentendosi uno schifo.

Matt descrive la scena come se Galgith ricordasse di un vecchio viaggio in mare dove ha avuto sintomi simili. Un indizio sul misterioso passato dell’elfo o qualcosa di ancora più oscuro?

Radici

Dalia osserva il cadavere dell’halfling. Al posto dello stomaco e di alcuni organi interni, ci sono delle radici color indaco in tutto il corpo.

Con la sua esperienza da cacciatrice, capisce che il cadavere è stato predato solo di un elemento in particolare. Dalia sospetta che ciò che è stato sottratto al corpo sia proprio il “seme” di queste radici.

Nel frattempo Doc va a visitare Galgith. A quanto pare la donna non ha un semplice mancamento, e perfino Barbaruffa è preoccupato per le sue condizioni anomale. E, in tutta tranquillità, Hann decide di penetrare a mani nude nel corpo corrosivo del ragno…

Servizio clienti ecclesiastico

Boris decide di contattare col suo voxofono il Centralino di Preladia, affinché possa aiutarlo a mettersi in contatto col suo amico Kalios

Gli risponde Alia Silos, una delle segretarie, che comunica all’arconte come effettivamente Kalios non risponda alle chiamate e si siano perse le sue tracce a Borgobrullo, la prossima destinazione del trio.

Durante la conversazione, Lynn entra in tenda squadrando mortalmente Alastor e Rendar, e comunica a Boris che i preparativi per la partenza sono terminati. Il nano le comunica di preparare un’intera carrozza, in quanto vuole essere accompagnato dai due soggetti.

Nuovi compagni e nuovi viaggi

Boris decide di portare con sé Sorella Lynn, in quanto molto abile e utile per la missione. Nonostante l’iniziale disaccordo di Alastor e Rendar, i due provano a presentarsi all’accolita, divenuta più docile solo dopo un’ordine diretto del suo superiore.

Nel frattempo Rendar (presentatosi a Lynn come Roy) fa la conoscenza della monta personale di Boris, Gulash, un gigantesco e affettuoso cinghiale.

Dopo un’oretta di preparazioni, la carrozza è pronta. Rendar e Alastor salgono davanti alla guida del carro, Lynn all’interno e Boris sopra al suo Gulash.

Trauma Center: Luxastra Edition pt.2

Hann afferra a mani nude le vene del ragno, recidendole. L’acido lo colpisce, ma subito Simone utilizza Assorbire Elementi in risposta per conquistarsi una pregevolissima resistenza al danno corrosivo.

Ma ciò non salva Hann a dover eseguire un Tiro Salvezza a Costituzione che, purtroppo, fallisce con un 1 seguito dal giubilo di un po’ tutto il tavolo, che finalmente vede il proprio Project Leader nella merda.

Per fortuna Hann aveva Ispirazione e la utilizza per ritirare il tiro. Grazie a questa mossa geniale e originale, Hann ottiene la sacca velenosa del ragno, dalla quale spilla l’acido in specifiche fiale come merce di scambio per lo zolfo di cui ha bisogno.

Infezione

Galgith continua a soffrire terribilmente. Shiran e Letho gli si avvicinano per confortarlo, ma nessuno riesce ancora a capire cosa abbia e da cosa sia stato causato, visto che la semplice vista di un cadavere non porterebbe a tanto.

Nel frattempo, Barbaruffa ha appena finito di estrarre alcuni organi dal cadavere dell’halfling, tutti ripieni di radici azzurre. Dopo che Letho chiama a raccolta Hann per aiutarlo nell’esplorazione della caverna, Doc apre il cranio del cadavere, con un cervello ricoperto da radici.

Neanche il nano riesce a capire cosa sia successo al cadavere, divenuto così in meno di una settimana. Dalia apre gli occhi del cadavere, notando un’iride di colore indaco che fa trasalire Doc.

Paura

Galgith, durante l’autopsia del corpo, cerca di ragionare su cosa gli stia succedendo. Con un tiro a Intuizione non abbastanza alto, però, non riesce a raggiungere la consapevolezza necessaria.

Non appena l’elfo vede il cervello aperto dell’halfling, ha un crollo nervoso e si mette a piangere. Shiran prova a consolarlo, ma riceve soltanto una singola risposta dal compagno: “sono nella merda”

Seguite Luxastra ogni giovedì, alle 17 sul canale YouTube di Inntale. Per i più avventurosi ci sono anche le live pre e post show, rispettivamente alle 16 e alle 18 sul canale Twitch di Inntale . E ricordate: Credendo Vides.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

ghost of tsushima aggiornamento new game+ cane companion

Ghost of Tsushima: il nuovo aggiornamento vi permette di avere un cane al seguito

playhalloween koudelka jprg psx

[PlayHalloween] Koudelka, dimenticato JRPG a tinte gotiche