Luxastra 2×03, Anticipazioni della puntata di Inntale

Miniatura del terzo episodio di Luxastra

Ben ritrovati al consueto appuntamento settimanale con Luxastra, la sessione live-action di Dungeons & Dragons 5e completamente improvvisata e giocata dai ragazzi di Inntale, che va in onda ogni Giovedì alle ore 18:00 sul loro canale di YouTube.

Ve lo diciamo subito: la puntata di oggi sarà una delle più emotive ed esaustive, sia per i personaggi della serie che per i loro giocatori, e per questo risulterà un po’ meno lunga rispetto alle altre puntate. Ma tranquilli: rimarrete soddisfatti comunque del risultato.

 

Recupera la puntata precedente di Luxastra!

 

 

Dopo che Galgith ha completato le sue indagini e Hann ha ottenuto tutti gli ingredienti della sua lista, il gruppo si ritrova nella taverna di Tuono per riposarsi. Tutto sembra procedere nel più tranquillo dei modi, quando Rendar, con una scusa, scappa dalla locanda e si dirige verso la Chiesa di Luxstos, intento a convincere Padre Caliano a consegnarli la Pietra dell’Invidia.

Ed è qui che il personaggio rivela per primo la propria backstory, con un’ottima interpretazione da parte del giocatore DarkAndross, in uno dei momenti più toccanti di tutta la serie. Quando però Rendar sembra aver convinto il gracile ometto della Chiesa, questi si rivela una figura molto più minacciosa e conscia dei pericoli del mondo, intimando Rendar a stipulare una sorta di accordo di cooperazione tra lui e la Chiesa.

Temendo per la propria vita, Rendar accetta a malincuore di schierarsi per la salvaguardia della Pietra, e riesce ad uscire dalla Chiesa senza subir alcun danno. Ma ciò che non sa è che il resto del gruppo è riuscito a sgattaiolare nella Chiesa e a sentire parte del discorso tra l’avventuriero e Padre Caliano. E diciamo che non ne sono stati molto entusiasti.

 

Anticipazioni Luxastra, 2×03

 

 

Come potete ben immaginare, in questa puntata non mancheranno le discussioni. Anzi, possiamo dire che l’intero episodio sarà incentrato sul confronto tra i vari personaggi, in particolare tra Rendar ed il resto del party.

Come ogni sessione incentrata su di una discussione, anche questa sarà ricca di emotività e sentimenti contrastanti, tra le risa, le battute, le lacrime e le sfuriate di rabbia. Possiamo assicurarvi, inoltre, che nessun elemento del thumbnail è stato messo a caso (sì, ci riferiamo anche al +4 di UNO in mano ad Hann, fidatevi…)

Inoltre, come già accennato in precedenza, questo episodio è stato il più intenso anche per i giocatori: infatti è bastata una sola sessione per girarlo, una sessione così stancante e devastante che l’intero gruppo ha deciso di fermarsi e continuare la registrazione nella sessione successiva. Insomma, preparatevi ad una montagna russa di sentimenti ed emozioni, oltre che ai popcorn.

 

 

Non vi resta dunque che aspettare le 18 di questo pomeriggio per godervi la puntata in anteprima, ma i ragazzi di Inntale hanno per voi un’intera scaletta di trasmissione per ingannare l’attesa:

 

Dulcis in fundo, sono state attivate le prenotazioni per il fumetto di Luxastra creato da Francesco Vacca, Mattia Ceniti e Giulia Zucca! Il link per il pre-acquisto sarà attivo fino all’11 Ottobre, e il pacchetto conterrà anche un piccolo omaggio per chi ha sostenuto il progetto. Se decidete di pre-acquistarlo, potrete farvelo consegnare direttamente a casa o addirittura passarlo a ritirare allo stand Tatai Lab nel padiglione Napoleone durante le giornate del Lucca Comics! 

 

Come sempre ragazzi, grazie della lettura e buona visione. Vi aspetto fra sette giorni!

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Couleurs de Paris

Recensione | Couleurs de Paris

videogiochi simili a silent hill

[Speciale Halloween] 6 videogiochi per chi ha ancora voglia di Silent Hill