Nostri avidi lettori, so bene che voi ci seguite per i giochi più disparati ma gran parte di voi sfortunatamente conosce ben pochi giochi. Quindi con questa breve news vi presenterò alcune uscite di questo Modena Play 2019. Parlo della casa editrice di Dreamlord Press per cui ho lavorato come espositore alle fiere e che seguo da tantissimo (sono un fan sfegatato del FATE System e non spetterò mai di dirlo scusatemi).

Sagas of the Icelanders

Copertina del GDR Sagas of the Icelanders

Della RED MOOSE GAMES, scritto da Gregor Vuga, pubblicato nel 2013 e nello stesso anno nominato per miglior gioco Indie e gioco più innovativo dell’anno. Sagas parla della storia dei primi colonizzatori dell’Islanda, tra il IX e l’XI sec. d.C., così come ce le raccontano le saghe lasciateci in eredità dai manoscritti medievali. Si tratta di saghe familiari, di eroi quotidiani, di gente comune che ha lasciato la propria terra natale, dopo l’unificazione della Norvegia, sotto il dominio del re Harald Bellachioma, nella speranza di creare una nuova società, un nuovo mondo.

Il gioco è pensato per strutturare due tipi di sessioni; sia quelle storicamente accurate fornendo materiale sulla società e cultura dell’epoca e sia quelli invece “tratti da” quel periodo e permettendo ai giocatori di costruire quel mondo dal proprio punto di vista. Il regolamento, per chi se lo stesse chiedendo, è un PBTA (Powered by the Apocalypse) e dunque le meccaniche sono costruite per giocare senza limitazioni, attivare il trigger di una mossa in modo naturale (senza per esempio gridare “Lo attacco!”), seguire la mossa e dal suo risultato intervenire con scelte importanti e proattive sulla storia rendendola quanto più coinvolgente e imprevedibile sia possibile.

Un piccolo Brussurato morbido, grande quanto un libro (17×24) a colori. 220 pagine circa e tutto questo per 30€

Ghost Planets

Come ho detto amo FATE e appunto uscirà questa piccola ambientazione per esso:

Una galassia piena di tombe…nel 23° secolo, trovammo segni di vita intelligente nella galassia: pianeti deserti pieni di strutture aliene. Il consiglio mondiale ha istituito il corpo di xenostoria per investigare su quei pianeti e scoprire cosa fosse successo agli abitanti.
Nelle profondità della galassia, la tua squadra di esploratori e scienziati del corpo indaga le reliquie di esseri inumani, alla ricerca di risposte. Dovrete sopravvivere in ambienti ostili, decifrare antichi indizi e fronteggiare i prodotti miracolosi e terrificanti della tecnologia aliena. Se fallirete, la terra potrebbe diventare il prossimo pianeta fantasma.

Copertina del GDR Ghost Planets

Oltre che essere una fighissima ambientazione, contiene anche numerose regole specifiche per giocare lo spazio. Regole su come innovare la gestione delle abilità, su come gestire le azioni di squadra, come gestire astronavi, alieni e la loro tecnologia.. Oltre che contiene ovviamente anche un’avventura da poter giocare subito.

Come l’altro questo è un semplice libretto (17×24) di solo 64 pagine, spillato, dal molto minore costo di 10€. In sostanza se troverete Coriolis (sempre in uscita la Play 19) troppo pesante per voi o le vostre tasche, questo è quello che cercate.

Seco Creek Vigilance Commitee

Tengo il meglio per ultimo (almeno secondo me):

Si tratta di un gioco con una premessa d’impatto: tre famosi fuorilegge locali si trovano nella prigione di Seco Creek, dopo essere stati acciuffati da una posse che li accusa di aver ucciso una persona nel corso di un assalto a una diligenza. Le prove, a dire il vero, non sono schiaccianti, ma agli abitanti di Seco Creek questo non interessa: la reputazione da pendagli da forca di quei tre a loro basta e avanza. Giocherete alcune persone coinvolte a vario titolo nella posse. Il gioco ha inizio nel momento in cui i tre brutti ceffi vengono sbattuti in cella e le chiavi chiudono la serratura. I tre, infatti, vanno condotti nella città più vicina per un processo giusto ed equo, ma il treno arriverà solo l’indomani, alle 15:10. Un giorno intero a vegliare sulla sicurezza di tre farabutti, mentre là fuori c’è chi la pensa diversamente. Ciò che è giusto e ciò che è bene fare, dicevamo. Siete così sicuri di sapere come vi comporterete?

Copertina del GDR Seco Creek Vigilance Commitee

Questa è la premessa offerta per Seco Creek Vigilance Commitee, andiamo sul più classico per il genere western insomma. Non so se vi è mai interessato affrontare questo genere ad abbandonare spade, artigli o mitra per abbracciare una vecchia Colt, io personalmente sono innamorato del genere pregno di significato che prima dell’arrivo del nuovo millennio era quello che per noi ora è il genere supereroistico al cinema. Semplicemente wow.

Non vi lascio senza qualche dettaglio in più: si tratterà di un brussurato A5, la metà di un normale manuale per intenderci, 80 pagine in bianco e nero. Il tutto a 20€

5/5 (2)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!