L’aspetto probabilmente più affascinante legato all’attività del gioco di ruolo, anche nelle sue incarnazioni più vicine al gioco da tavolo dove macinare mostri su mostri nei dungeon, è quello legato alla fantasia dei giocatori, che di partita in partita e di ambientazione in ambientazione rappresenta una fonte inesauribile di variazioni in termini di esperienze e situazioni in cui calare i propri personaggi.

La padronanza dei sistemi di gioco e la capacità di adattarsi con la giusta sicurezza a dei nuovi spunti narrativi sono però delle capacità da acquisire in un tempo discretamente lungo, e spesso e volentieri rappresentano uno scoglio per i giocatori neofiti che faticano ad avvicinarsi ai concetti che molti danno per scontati.

Dungeon 6 di Acchiappasogni, ad opera di Giacomo Bellucci e Luca De Marini si pone come obiettivo di fornire un’esperienza di Dungeon Crawling adatta ai giocatori di ogni livello di esperienza, e nella campagna Kickstarter gli autori presentano un gioco con un forte focus sulla velocità di setup, rigiocabilità e varietà di situazioni da proporre ai giocatori, senza dimenticare le origini narrative del genere.

I contenuti dell'edizione kickstarter di dungeon 6

Mille dungeon in uno

Il gioco si presta sia ad una modalità in solitario che cooperativa, dove i giocatori saranno chiamati a creare un gruppo di avventurieri con cui esplorare i livelli della torre denominata Pilastro Oscuro, alla cui base sorge Alphazyr, la città di zaffiro. Fin dall’inzio sarà possibile scegliere tra sei classi: Guerriero, Mago, Bardo, Chierico, Ladro e Sciamano, ognuna delle quali presenterà un gran numero di variazioni date dalle combinazioni di Abilità e Cammini a cui avranno accesso durante la creazione dei PG.

Durante l’esplorazione il livello verrà generato dinamicamente tramite le tessere modulari fornite col gioco, in modo da garantire un’esperienza sempre varia in termini di ambientazioni e pericoli. Le azioni dei mostri sono gestite attraverso le tattiche indicate in un ampio Bestiario, che riporta le caratteristiche e le istruzioni per gestire l’IA dei nemici. Le regole di combattimento sono riportate su ogni scheda del personaggio, in modo da garantire un’esperienza fluida e continuativa che non necessiti di fare continuamente riferimento al regolamento.

Il gioco può essere affrontato sia a sessioni autoconclusive, sia come una campagna narrativa, e al momento sulla pagina Kickstarter è possibile scaricare gratuitamente la versione Print&Play dell’avventura dimostrativa che vi invito caldamente a provare per avere un’idea più approfondita del gioco, a cui sono legati i community goals per sbloccare due campagne aggiuntive per il gioco base scritte da Alberto Tronchi e Marco Valtriani.

Il chierico di dungon 6

Prime Impressioni

Dungeon 6 rappresenta sicuramente qualcosa di diverso nel panorama dei Dungeon Crawler, un esperimento tutto italiano con le giuste caratteristiche per avvicinare nuovi giocatori all’hobby con delle regole semplici e immediate e un costo contenuto per la grande quantità di materiali offerti, ma anche pieno di attrattive per i giocatori più scafati grazie all’interessante varietà di situazioni, personaggi e strategie che può offrire, oltre alla narrativa classica ma interessante, e alle illustrazioni ad opera di Monica Rosa.

Nel momento in cui l’articolo viene scritto, il finanziamento della campagna Kickstarter è al settantacinque per cento e mancano quindici giorni al termine, e la consegna prevista del progetto è tra Marzo e Maggio 2020. Il progetto di Acchiappasogni ha sicuramente i numeri per concludere con successo la campagna, e avremo modo di approfondire le meccaniche e le campagne in sede di recensione!

[ ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO]

5/5 (1)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!