Recensione: Links, il gioco che unisce le idee

Recensione: Links, il gioco che unisce le idee
Se cercate un party game basato sull'arguzia e la conoscenza delle parole, ma vi siete stufati del classico Taboo, oggi vi parleremo di Links, ultimo titolo dell' italiana Red Glove.


Se cercate un party game basato sull’arguzia e la conoscenza delle parole, ma vi siete stufati del classico Taboo, oggi vi parleremo di Links, ultimo titolo dell’ italiana Red Glove.

In Links ci si sfida a collegare le carte caratteristica con una parola che ci viene in mente: Se ad esempio dico Giallo e Profumato, a cosa pensate? E se invece dico Verde e Sottile?

Contenuto della scatola

Recensione Links
I componenti di Links

  • 65 Carte doppia faccia Facili (Verdi)
  • 55 Carte doppia faccia Difficili (Rosse)
  • 30 Pedine Stella (6 per ogni colore)
  • 1 Clessidra da 30 secondi
  • 1 Portamazzo

7 modalità di gioco

A seconda del numero di giocatori e della durata che vogliamo dare alla partita potremo scegliere tra 7 modalità di gioco:

Recensione Links
In questo caso, il giocatore giallo ha vinto la partita collegando il lato sinistro al lato destro.

I giocatori si sfidano nel collegare la carta pescata dal mazziere con una delle 16 poste sul tavolo a formare un quadrato 4×4, esclamando per per primi la parola che le collega. Il giocatore che collega la parola pescata con una delle 16 ottiene la carta pescata e mette una sua Pedina Stella sulla carta sul tavolo, il primo che avrà unito i lati opposti del quadrilatero con le sue pedine vince. Non sarà facile perchè ogni parola che collegheremo allungherà la nostra catena nelle manche successive. Se si dovessero creare stalli un giocatore può girare la clessidra per dare un ultimatum di 30 secondi, dopodiche il gioco si resetta lasciando solo il quadrato con le pedine sopra.

La preparazione e lo svolgimento del gioco è identica all’Original solo che questa volta i giocatori dovranno esclamare la parola che non ha alcun collegamento con le due carte.

Questa modalità si gioca solo con 60 carte e la clessidra. Dopo aver estratto la carta la si pone al centro del tavolo dove è raggiungibile da tutti, si gira la clessidra e via! I giocatori esclamano una parola collegandola a quella a terra ponendo la mano su di essa o su quella di un altro giocatore che li ha preceduti. Allo scadere dei trenta secondi chi non ha messo la mano al centro viene eliminato, si procede quindi al secondo round pescando due carte e così via. Vince chi rimane per ultimo.

In questo gioco si può essere massimo in 8 e con 60 carte. Riponete le pedine, la clessidra e le restanti carte nella scatola. Distribuite una carta ad ogni giocatore e ponete il mazzo al centro del tavolo, il mazziere svela la prima carta e i giocatori devono collegare la carta in mano con quella del mazzo, chi ci riesce per primo prende la carta del mazzo e la sostituisce a quella in mano, ripetendo il procedimento ogni volta che vince una manche. Una volta finito il mazzo chi avrà più carte davanti a sè sarà il vincitore.

Recensione Links
Una partita a Links Cross può prendere questa forma!

Con un mazzo da 65 a 120 carte se ne danno 7 a ciascun giocatore e una al centro del tavolo. In senso orario a turni, il primo giocatore gira la clessidra e nel minor tempo possibile cerca di collegare una delle sue carte con quella sul tavolo. Una volta finito il suo turno girerà la clessidra e toccherà al giocatore alla sua sinistra, di conseguenza se il primo giocatore avrà impiegato poco tempo a collegare le due parole il secondo avrà poco tempo per pensare nel proprio turno. Lo scopo del gioco è quello di finire per primo tutte le carte della propria mano, attenzione però che sul tavolo si formeranno righe e colonne di parole collegate e sarà compito vostro trovare una parola che le colleghi tutte.

[amazon_link asins=’B077C24FXJ’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ad035ea4-1c84-11e8-b36d-2563f98349bf’]

Da giocare quando si è in 4, in questa variante vince chi crea più collegamenti guadagnando più carte degli altri giocatori in tre clessidre di tempo. Durata massima 10 minuti.

Il gioco si svolge in manche dove tutti i giocatori simultaneamente mostrano al centro la loro carta a tutti i giocatori. Durante i 30 secondi i giocatori dovranno collegare più carte con una sola parola, gridando quante se ne sono collegate. Alla fine dei 30 secondi il giocatore che ha dichiarato il numero più alto dice la parola con cui ha collegato le carte, se è valida viene nominato vincitore.

Considerazioni

Se i vostri programmi comprendono una serata a fare baldoria con i vostri amici, Red Glove è sempre una garanzia. Nonostante il basso numero di componenti il gioco si presta a tante varianti che lo rendono un ottimo alleato durante le feste se ci si vuole divertire in compagnia senza perdere troppo tempo in spiegazioni o difficili regolamenti. Questo titolo, come molti della casa del guanto rosso, sono perfettamente adatti sia ad un pubblico adulto che di giocatori più piccini. Il rapporto qualità prezzo ancora una volta non delude con i materiali di ottima fattura. Se si tralasciano le dimensioni della scatola, forse troppo grandi per il contenuto proposto e un porta mazzo in semplice cartone bianco, Links è l’ennesimo centro da parte di Red Glove nel vasto panorama dei party games.

Recensione Links
Io dico rudere!

 

 

[amazon_link asins=’B077C24FXJ’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ad035ea4-1c84-11e8-b36d-2563f98349bf’]

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Diego Del Buono

Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.

Proprio parlando di WoW, spesso lo troverete su Twitch con il suo canale Ilvecchiojameson.

Giochi del mese: Marzo 2018

bloodborne

Il PlayStation Plus di Marzo è il mese migliore di sempre: vediamo i giochi gratuiti