Netflix: stop ai furbetti | La fine di un’epoca per tutti

    Netflix la fine di un'epoca

    I servizi streaming che permettono di fruire di serie TV e film son ormai tanti e sempre più diffusi. Negli anni, sempre più persone hanno abbandonato la televisione per buttarsi a pieno nell’uso delle piattaforme di streaming, capaci di offrire una vastissima gamma di opzioni per tutti i gusti.

    Tra le tante piattaforme streaming che hanno iniziato ad entrare nella vita di ognuno di noi, alcune si sono ritagliate degli spazi privilegiati per i motivi più disparati. Che si tratti di contenuti in esclusiva o funzionalità che altre non hanno, ormai tutto hanno una propria preferenza. Col moltiplicarsi delle piattaforme, molti hanno dovuto scegliere quale, tra i tanti abbonamenti, tenere attivo.

    Uno dei colossi dello streaming che, sin dall’avvento di queste piattaforme, rappresenta un punto di riferimento per qualunque utente è Netflix. La compagnia americana, fondata nel 1997, è approdata in Italia solo nel più o meno recente ottobre 2015. Da quel momento, grazie alla voglia che molti avevano di provare questa nuova esperienza multimediale e all’apporto di contenuti unici e di qualità, Netflix si è ritagliato un posto nelle case di un sacco di italiani, arrivando a toccare il picco di 9,2 milioni di abbonati nel primo trimestre del 2022.

    Netflix e gli abbonamenti

    Logo di netflix su televisione
    Netflix!

    Una funzione che ha sempre permesso a Netflix di stare un passo avanti a tutti i suoi competitors è sicuramente la varietà di abbonamenti sottoscrivibili. Mentre altri servizi di streaming presentano un piano unico di abbonamento, magari con cadenza annuale, obbligando gli utenti ad elargire in un’unica soluzione l’intero importo, Netflix ci ha visto lungo.

    Chi deciderà di iscriversi a Netflix per fruire di uno dei contenuti che più stanno facendo discutere su Internet come Stranger Things o Mercoledì, avrà la possibilità di scegliere tra varie opzioni quella che più si addice alle sue esigenze e, soprattutto, alle sue tasche.

    I piani d’abbonamento attualmente attivi in Italia sono tre:

    • Piano Base:  7,99 € al mese con cui è possibile guardare Netflix ed effettuare Download solo su un dispositivo alla volta. Da novembre 2022 supporta l’HD
    • Piano Standard: 12,99 € al mese con cui è possibile guardare e scaricare film e serie TV su due dispositivi in contemporanea in Full HD
    • Piano Premium: 17,99 € al mese con cui è possibile guardare e scaricare film e serie TV su quattro dispositivi in contemporanea in Ultra HD.

    Da novembre, negli Stati Uniti è in fase di test anche una nuova formula d’abbonamento ovvero il Piano Base con Pubblicità che, al prezzo ridotto di 5,49€ propone (quasi) lo stesso catalogo, le stesse modalità del Piano Base ma inserendo, ogni tanto, delle pubblicità durante la visione. Tuttavia, non è chiaro se questo piano continuerà ad essere implementato visti i primi risultati di cui vi parliamo qui.

    “Sei davvero tu?”

    Selezione account Netflix
    Chi sta guardando?

    Il colosso americano dello streaming palesa da tempo l’intenzione d’interrompere una pratica ormai assodata tra gli utenti di Netflix: dividere l’account. Al momento infatti molti utenti, selezionando i piano con due o quattro dispositivi utilizzabili, riescono a dividere le spese mensili fruendo comunque in contemporanea del servizio. In teoria, questa funzione è pensata per utenti che risiedono nella stessa abitazione.

    Nonostante questa funzione sia tra le più apprezzate dall’utenza, portando molti a sottoscrivere abbonamenti che altrimenti non avrebbero fatto, Netflix non vuole che questa pratica venga portata avanti e sta vagliando delle opzioni per porle un freno.

    Le misure verranno prima testate in America e cercheranno di ridurre la condivisione delle password entro il 2023. Gli utenti americani infatti da adesso, riceveranno un codice sul proprio cellulare per attivare il servizio. Come riporta Repubblica, il testo ipotetico che potrebbe comparire potrebbe essere <<Interrompiamo questo programma Netflix per assicurarci che sia davvero tu quello che sta guardando>>.

    Le tre ipotesi con cui questa cambiamento da parte di Netflix avverrà sono tre al momento:

    Come già detto, vi potrebbe essere l’invio sul cellulare dell’abbonato di un codice identificativo ad ogni accesso al servizio. Nel caso in cui l’utente non lo inserisca entro un tempo limite, verrebbe sloggato; vi è poi l’opzione del pagamento di una quota addizionale, come fosse un servizio aggiuntivo; infine, si pensa all’ipotesi di poter condividere la password solo con due persone.