Non dovrete più utilizzare la Password | Google lancia una nuova diavoleria

    mai più password grazie a google key

    Esiste un modo più sicuro della password per proteggere i nostri dati sul web: sarà possibile usarlo facilmente su Google Chrome

    Il web è, da sempre, un mondo pieno di pericoli ed insidie. I nostri dati sono costantemente a rischio di attacchi volti ad ottenerli in modo fraudolento. Alle volte, utilizzare password con elevati livelli di sicurezza o cambiarle frequentemente, come è consigliato, non basta per evitare di essere bersaglio di operazioni illecite da parte dei pirati virtuali.

    Per fortuna le nuove tecnologie vengono incontro a queste esigenze di sicurezza con nuove procedure nate proprio con lo scopo di mettere in sicurezza gli utenti.

    Il gigante tecnologico americano Google ha introdotto una nuova funzione per gli utenti di Chrome. Dopo un periodo di test in ottobre, questa settimana Google ha reso disponibili i “passkey” per gli utenti di Chrome.

    Cosa sono i passkey?

    I passkey sono un sostituto molto più sicuro delle password e di altri fattori di autenticazione soggetti a phishing.

    Le password sono in genere la prima linea di difesa nella nostra vita digitale. Tuttavia, sono a rischio di phishing, di fuga di dati e di scarsa sicurezza delle password, come abbiamo detto. Google ha da tempo riconosciuto questi problemi ed è per questo che ha creato difese come la Verifica in due passaggi e Google Password Manager.

    Ma per affrontare le minacce alla sicurezza, l’azienda ha deciso di passare all’autenticazione senza password. È qui che entrano in gioco i passkey.

    I passkeys non possono essere riutilizzati, non trapelano nelle violazioni dei server e proteggono gli utenti dagli attacchi di phishing. I passkey si basano su standard industriali, possono funzionare su diversi sistemi operativi ed ecosistemi di browser e possono essere utilizzati sia con i siti web che con le applicazioni.

    Come si usano

    Le passkey possono essere utilizzate per accedere ai siti e alle applicazioni che le supportano. L’accesso con una passkey richiede l’autenticazione dell’utente nello stesso modo in cui si sblocca un dispositivo. Quindi, ad esempio, inquadrando un QRcode con il proprio smartphone. Semplice come aprire il menù di un ristorante!

    Al momento, Chrome ha abilitato le passkey su Windows 11, macOS e Android.

    Su Android, le chiavi di accesso saranno sincronizzate in modo sicuro attraverso Google Password Manager o, nelle versioni future di Android, qualsiasi altro gestore di password che supporti le chiavi di accesso.

    Una volta salvata sul dispositivo, la passkey può essere visualizzata nella compilazione automatica durante l’accesso, per garantire una maggiore sicurezza.

    Una chiave d’accesso non lascia il dispositivo mobile quando si accede in questo modo. Viene scambiato con il sito solo un codice generato in modo sicuro, quindi, a differenza di una password, non c’è nulla che possa trapelare.

    Per dare agli utenti il controllo sulle passkey, da Chrome M108 è possibile gestire le passkey dall’interno di Chrome su Windows e macOS.

    Google consente agli utenti di sincronizzare le proprie chiavi di accesso da Android ad altri dispositivi utilizzando il gestore di password dell’azienda o un gestore di password di terze parti compatibile, come 1Password o Dashlane.

    Ricapitolando. Utilizzando i passkey accedere ad un qualunque sito protetto non richiederà più una password, ma un codice. Il codice sarà sbloccabile solo attraverso il proprio smartphone e non lascerà il dispositivo, quindi non potrà essere soggetto a furti. Chrome registrerà il sistema Android così come attualmente può salvare le password.

    Altre innovazioni per Chrome

    A parte, Chrome ha recentemente annunciato due nuove modalità di prestazioni per il browser web desktop. Le due modalità sono Memory Saver e Energy Saver, che aumentano la durata della batteria e liberano memoria.

    Google suggerisce che queste nuove modalità consentiranno agli utenti di ridurre l’utilizzo della memoria di Chrome fino al 30% e di prolungare la durata della batteria quando un dispositivo è a corto di energia.

    Al momento entrambe le modalità sono state lanciate per Chrome desktop (m108), ma alla fine saranno accessibili in tutto il mondo.

    Secondo The Verge, quando Memory Saver e Energy Saver arriveranno sul vostro dispositivo, potrete trovarle nel menu delle impostazioni a tre punti di Chrome. Entrambe le funzioni possono essere attivate o disattivate in modo indipendente.