Ruba 200.000 dollari in criptovalute a un giocatore di League of Legends

doublelift furto criptovalute league of legends


Le criptovalute sono ormai una realtà consolidata e non è raro trovare chi decide di investire soldi in questo nuovo modo di concepire l’economia. Nel mondo degli eSports, poi, sembra essere ormai consuetudine per molti giocatori professionisti avvalersi di questo tipo di valuta. I rischi sono altissimi e e farne le spese è stato un giocatore professionista di League of Legends molto famoso. Stiamo parlando di Doublelift, che ricevuto una cattiva notizia dal proprio operatore telefonico. Il giocatore del MOBA di Riot Games è stato vittima di una rapina che gli ha fatto perdere la bellezza di 200.000 dollari che Doublelift aveva accumulato in criptovalute.


L’accaduto è stato commentato dallo stesso giocatore del Team Liquid sul canale Youtube (il video è in calce all’articolo). La truffa è avvenuta poche settimane fa e ha visto protagonista un abile furfante che, stando alla ricostruzione di Yiliang “Doublelift” Peng, avrebbe chiamato T-Mobile, la compagnia telefonica a cui è abbonato il giocatore, per rubare la sua identità e chiedere di avere accesso al numero dal telefono del giocatore presso il suo terminale.

Accedendo al numero di telefono di Doublelift, il ladro ha potuto effettuare l’accesso a Coinbase, un portale di scambio che consente di comprare con denaro reale le criptovalute e, da lì, è riuscito a eseguire varie operazioni in modo da far sparire i 200.000 dollari che Doublelift aveva investito in criptovalute.

Doublelift sospetta che il furto di criptovalute abbia avuto luogo un paio di settimane fa, poiché avrebbe avuto alcuni problemi con il suo servizio telefonico che sono poi stati risolti dopo una chiamata proprio a T-Mobile, anche se in quel momento il giocatore di LoL non ha mai sospettato nulla del genere.

Ora il giocatore crede di poter avere indietro i suoi soldi grazie all’inchiesta antifrode aperta dalla sua banca. Noi gli auguriamo di riavere tutto indietro il prima possibile.

 

Dalla biografia di Doublelift:

Yiliang “Doublelift” Peng proviene da Mission Viejo, in California. Peng ha scoperto per la prima volta il suo amore per i videogiochi attraverso i classici titoli di Nintendo 64 Star Fox e Golden Eye. Suo fratello comprò un computer, da qual momento Peng lo usò spesso per giocare a Diablo 1 e StarCraft. In seguito all’acquisto di un nuovo PC da parte del fratello, Peng presto arrivò a possedere il suo computer personale. Ciò gli ha permesso di trascorrere più tempo giocando a giochi per PC come DotA, WoW e HoN con suo fratello e amici. Alla fine ha deciso di lasciare questi giochi e di passare a LoL.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Vandal elespanol

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

silver chains

Silver Chains: a primavera arriva un horror agghiacciante

Rockstar presenta alcune location di Red Dead Redemption 2