Dust 2 arriva sui server ufficiali di CS:GO

dust 2 mappa counter strike
La nuova versione di Dust 2 è disponibile sui server ufficiali


Valve ha sorpreso un po’ tutti per la velocità con cui ha messo la nuova versione di Dust 2 sui server ufficiali di gioco.


La scorsa settimana, la società di Gabe Newell ha lanciato in fase beta la nuova versione della mappa più famosa di Counter Strike: Global Offensive in modo che i primi giocatori potessero testarla, dare il loro punto di vista sulla mappa e sui cambiamenti apportati e riferire eventuali errori da correggere prima di rilasciare ufficialmente Dust 2.

Si pensava che ci sarebbe voluto più tempo per avere la versione completa della mappa, invece, la scorsa notte Valve ha rilasciato Dust 2 nella sua versione finale in cui sono stati fixati alcuni errori e modificati alcuni aspetti di questa mappa 2.0, come il colore del cielo e la disposizione di alcuni elementi dello scenario.

Inoltre, con l’aggiornamento arriva anche un significativo miglioramento del sistema sonoro che promette di portare grandi modifiche anche a livello di gioco in questo FPS di successo negli sport elettronici.

La nuova Dust 2 è pronta per essere giocata

Dust 2 è un’istituzione in Counter Strike: Global Offensive. La mappa è sempre stata presente nel titolo Valve, fin dagli albori, ma i giochi competitivi si evolvono e così per rimanere al passo con i tempi, la società americana ha deciso di intervenire con dei miglioramenti grafici e strutturali.

Alcuni elementi dello scenario sono stati spostati e ci sono nuove fonti di illuminazione in maniera tale da dare ai giocatori uno spettro visivo migliore. Valve è intervenuta anche sui modelli dei personaggi così da rendere la versione finale più completa possibile.

Dust 2 è la mappa che viene utilizzata più spesso nei tornei ufficiali di CS:GO grazie al fatto di essere molto ben bilanciata ed è del tipo bomb defusal. La modalità bomb defusal è quella maggiormente usata nella scena competitiva e prevede, da una parte, che si eviti che i terroristi piantino il C4 o, nel caso non si sia riusciti a impedirlo, di disinnescarlo entro il tempo limite. Una volta fatto questo, eliminare tutti i terroristi.

Dall’altra, invece, ci sono appunto i terroristi che devono piantare l’esplosivo C4 ed evitare che gli avversari lo disinneschino, per poi eliminare tutti i componenti della squadra nemica.


Qui di seguito potete vedere una gallery di immagini prese dal rework effettuato sulla mappa.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Nell'ultimo ventennio un movimento di GDR ha sviluppato soluzioni di design innovative, ma di cui la maggior parte dei giocatori non è a conoscenza.

Giochi di ruolo: la rivoluzione di cui non ti eri accorto

Recensione: Final Fantasy XIV: Stormblood

Final Fantasy XIV Stormblood si aggiorna con l’evento di Halloween, ecco i dettagli