DreamHack Winter 2017: giocatori bannati potranno competere


Il DreamHack Winter 2017 è il più recente torneo eSports che si allinea alle nuove sanzioni della Esports Integrity Coalition per i giocatori che si macchiano di irregolarità durante i tornei. Queste nuove regole danno delle linee guida e dei tempi precisi di ban assegnati a giocatori che vengono scoperti mentre imbrogliano. Cliccando qui potete vedere le sanzioni.


Come potete constatare, prendendo in considerazione i due anni di ban assegnati a coloro che hanno fatto uso di cheat, quest’ultimi potranno partecipare al DreamHack Winter 2017 che si terrà dal 1 al 4 dicembre. Questo perché alcuni giocatori che prenderanno parte all’evento sono stati bannati prima del 15 febbraio 2015, quindi, sono ora in grado di competere.

L’elenco dei giocatori più popolari precedentemente bannati include i giocatori del team iBuyPower Joshua “steel” Nissan, Braxton “swag” Pierce, Sam “DaZeD” Marine e Keven “AZK” Lariviere, così come i player degli Epsilon Esports: Kevin ” Uzzziii “Vernel, Joey” fxy0 “Schlosser, Robin” GMX “Stahmer e Morgan” B1GGY “Madour.

L’ex giocatore del team LDLC, Hovik “KQLY” Tovmassian, rientra nella categoria degli sbannati, in quanto è stato bannato nel 2014.

“Tutti i divieti di durata indefinita precedentemente rilasciati [relativi a frodi/scommesse] prima del 15 febbraio 2015 sono stati eliminati”, hanno dichiarato gli organizzatori del DreamHack.

ESL è stato il primo torneo a riconoscere la nuova regolamentazione e ora DreamHack è diventato ufficialmente il secondo a seguire le sanzioni dettate dall’ESIC.

I giocatori che si sono macchiati di match fixing e cheating hanno scontato gli anni di ban sanciti dall’ESIC, quindi, sono attualmente in regola. Voi siete d’accordo o pensate che le nuove linee guida siano troppo morbide e accomodanti? Fatecelo sapere nei commenti.

fonte: dotesports

Syberia: annunciata la data d’uscita su Switch

code vein gameplay footage 17 minuti

CODE VEIN svela ufficialmente il suo sistema di combattimento