Cygames diventa sponsor ufficiale della Juventus

Cygames diventa sponsor della Juventus


Nel calcio tutto cambia e si evolve: le regole sul fuorigioco, le tattiche, allenatori, campioni che lasciano la propria squadra dopo aver sbaciucchiato la maglia e anche le modalità che una società calcistica intraprende per fare business. Se c’è una cosa che alla Juventus non cambia mai è l’alternarsi delle strisce bianche e nere e, fino a oggi, anche l’assenza di uno sponsor sul retro delle magliette. La squadra esacampione d’Italia ha stipulato un accordo triennale con l’azienda giapponese di videogiochi Cygames. Dalla stagione 2017/18, quindi, le maglie del club più titolato d’Italia avranno per la prima volta uno sponsor dietro, al di sotto del numero.


Che sia stata scelta un’azienda di videogiochi giapponese ci offre una chiave di lettura che conduce all’esportazione del marchio Juventus nel mondo asiatico. Cygames, forse, non dirà molto a chiunque, andiamo dunque a vedere di chi si tratta:

Juventus e Cygames insieme

Cygames è un’azienda giapponese che sviluppa videogiochi soprattutto per dispositivi mobile. È stata fondata nel 2011 a Tokyo e fa parte del gruppo CyberAgent, quotato alla borsa di Tokyo e New York NASDAQ. Cygames in pochi anni si è fatta conoscere per i suoi titoli per Android e iOS. Il primo titolo pubblicato è Rage of Bahamut, un fantasy adventure nel quale i giocatori utilizzano delle carte da gioco per combattere e avanzare. Il giocatore può scegliere tra Umano, Dio e Demone.

Il secondo gioco è Granblue Fantasy, gioco di ruolo pubblicato nel 2014, che ha aperto l’azienda a nuove collaborazioni. Nel 2016, invece, è la volta di Shadowverse, che con un totale di 10 milioni di download, è uno dei giochi mobile più popolari del Giappone. Il gioco arriverà anche in Italia il 31 luglio 2017.

Comunicato stampa ufficiale

Questo è quanto si legge dal comunicato stampa della società di Torino:

«Oggi è un giorno molto importante per Juventus: per la prima volta nella storia del Club annunciamo uno sponsor che compare sul retro della maglia – ha sottolineato Giorgio Ricci, Co-Chief Revenue Officer, Head of Global Partnerships and Corporate Revenues di Juventus – La possibilità di aver stretto una partnership con un’azienda di prestigio internazionale ci ha fornito la motivazione per pensare a questo tipo di partnership. Per noi è quindi motivo di orgoglio accogliere nella famiglia degli sponsor di Juventus Cygames, con cui condividiamo una stessa vision aziendale, volta all’eccellenza in ambito globale. Questo accordo per Juventus è strategico, perché permette di penetrare con forza nel mercato giapponese, e più in generale di rafforzare la nostra presenza in Asia. Il fatto che Cygames sia un’azienda leader nel settore dell’entertainment evidenzia una reale vicinanza con gli asset esperienziali e l’immagine di Juventus.»

Lo sponsor verrà inserito sulle maglie dal il 22 luglio al MetLife Stadium di New York, in occasione della gara contro il Barcellona, prima sfida dei bianconeri nell’ICC, l’International Champions Cup.

Anche il Presidente di Cygames, Koichi Watanabe, ha espresso il suo entusiasmo:

Siamo entusiasti ed onorati di aver siglato con Juventus questo accordo di partnership, che ci permetterà di essere Official Sponsor della società. In questo modo, il logo di Cygames apparirà sul retro della maglia ufficiale in tutte le competizioni nazionali e durante tutte le partite amichevoli. Questa partnership era predestinata, lo testimoniano i colori che identificano i due brand: il bianco e il nero. Sicuramente Juventus e Cygames condividono la stessa mission: regalare emozioni e sogni alle persone in tutto il mondo, facendoci portatori di valori positivi.

fonte: juventus.com

(Photo credits immagine in evidenza: Calcio e finanza)

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Gamescom 2017: anche Electronic Arts annuncia la sua conferenza

Titoli

DOOM, aggiornamento definitivo e weekend di gioco gratuito