Blast Pro Series: annunciato torneo di CS:GO

Blast Pro Series

L’RFRSH Entertainment, una compagnia privata che si occupa di marketing e di obiettivi commerciali, in collaborazione con PGL, ha annunciato la BLAST Pro Series, un torneo a invito con sei squadre partecipanti, di Counter-Strike: Global Offensive con un prize pool di 250.000 dollari.


Nikolaj Nyholm, CEO di RFRSH ha dichiarato:

“Siamo orgogliosi di presentare questo mega-evento eSport e abbiamo grandi aspettative per il continuo sviluppo degli eSports come intrattenimento dal vivo su scala globale. Abbiamo ricevuto un forte sostegno da parte della Regione e della città di Copenaghen, la bellissima Copenhagen, e dal governo danese, e la nostra ambizione è quella di fissare nuovi standard per l’intrattenimento live concorrenziale in un formato inclusivo e innovativo”.

L’annuncio arriva in concomitanza ad alcuni investimenti di successo di RFRSH, la quale ha aumentato i profitti di circa 8,1 milioni di dollari attraverso diversi sostenitori, tra cui Tommy Ahlers, l’ex CEO di ZYB (compagnia di servizi di telefoni cellulari, e il fondatore di Unity Technologies David Helgason. Inoltre, l’RFRSH ha collaborato con la società di produzione PGL eSports, così come con Anders Blume di Room on Fire – un gruppo internazionale di analisti professionisti di CS: GO.

Blast Pro Series: possibile conflitto di interessi?

Un torneo gestito da RFRSH era stato da tempo preventivato, anche se non con positività. L’organizzazione ha negato, inoltre, in precedenza ad Astralis, proprietaria di due team, Heroic e GODSENT, la possibilità di partecipare, sottolineando il suo status di “media rights company”. Tuttavia l’RFRSH ha anche recentemente confermato che sarebbe conforme alla regolamentazione WESA sulla proprietà di più team. In un video, ieri, del giornalista Richard Lewis, però, sono stati rivelati documenti pubblici depositati in Danimarca che dimostrano che l’RFRSH possiede azioni di maggioranza sia in Astralis che in Heroic.

La preoccupazione è che avere più squadre gestite da RFRSH nella serie BLAST Pro Series possa rivelarsi un conflitto di interessi. Tuttavia, RFRSH ha confermato ai media che solo una delle sue tre squadre sarebbe in competizione in questo evento.

La BLAST Pro Series si svolgerà nella nuova Arena Reale di Copenaghen a novembre e presenta cambiamenti unici nei tornei dal vivo di eSports. Tutte le partite della fase a gironi verranno svolte contemporaneamente, con i membri del pubblico dotati di auricolari che consentono loro di switchare il commento / audio tra un qualsiasi match e un altro. Questo ha l’ulteriore vantaggio di eliminare il rumore della folla come fattore determinante nei risultati del torneo, almeno per le partite di gruppo.

L’RFRSH ha detto a The Esports Observer che ciascuna delle partite sarà prodotta e trasmessa separatamente. Jordi Roig, CCO di RFRSH, ha elaborato il cambiamento di formato:

“Oggi è impossibile per i tifosi, i partner, le emittenti e le squadre conoscere chi sta giocando al mainstage e chi, invece, ha già lasciato la città, quando i grandi match vengono fatti dal vivo. Vogliamo cambiare questo fattore per concentrarci ancora di più sull’esperienza dal vivo”.

Ricordiamo che la Blast Pro Series si svolgerà i giorni 24 e 25 di novembre.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Vacanze digitali: Le 5 migliori spiagge dei videogame

Vacanze digitali: Le 5 migliori spiagge dei videogame

PS Experience: risultati positivi per PlayStation 4