Monster Outbreak | Anteprima dall’E3 2021: tra azione e strategia

monster outbreak anteprima e3 2021
monster outbreak anteprima e3 2021

L’E3 di Los Angeles, si sa, è la classica “Grande Abbuffata” del videogame dove, nello spazio di pochi giorni, si concentrano gli annunci del gaming degli anni a venire. Ebbene, l’edizione digitale del 2021 ha consentito anche a sviluppatori più piccoli di poter presentare i propri titoli al pubblico ed alla stampa di settore, consentendo loro di ritagliarsi uno spazio praticamente a ridosso dei big dell’industria. È il caso di GameMunchers, studio di sviluppo indipendente da poco entrato sotto l’ala protettrice del publisher Freedom Games che, in occasione della fiera, ci ha consentito di dare uno sguardo ravvicinato a tutta una serie di videogiochi in rampa di lancia, tra cui Monster Outbreak.

Dopo una splendida chiacchierata con membro del team di sviluppo e dopo qualche ora passata in compagnia della demo di gioco, è possibile farsi un’idea più delineata. Il titolo si presenta come un ibrido tra un action RPG ed un Tower Defense, in cui dovremo sia esplorare la mappa di gioco che costruire le nostre difese, per difenderci da orde sempre di mostri sempre più numerose ed incalzanti.

Tutto parte dalla scoperta di misteriose sfere magiche, dotate del potere di mettere in comunicazione il mondo di gioco con un’altra dimensione. Ingolosito da enormi prospettive di arricchimento, un re decide di recuperare uno di questi manufatti e di risvegliarne i poteri. Il risultato, neanche a dirlo, è disastroso: si aprono tutta una serie di portali, da cui escono creature tanto mostruose quanto aggressive. Ha così inizio una vera e propria guerra per la sopravvivenza, con il fine ultimo di ricacciare la minaccia i mostri dalla dimensione da cui provengono.

È proprio qui che entra in scena la nostra eroina. Sopravvissuta per miracolo ad un naufragio, si troverà sulla spiaggia di un’isola misteriosa, in compagnia di piccolo ed amichevole drago che, senza perdersi troppo in chiacchiere, ci mostrerà cosa c’è bisogno di sapere per sopravvivere al lungo viaggio che ci attende.

Quando azione e strategia si incontrano

monster outbreak gameplay
Costruite le vostre difese e respingete gli assalti nemici.

Non ve lo nasconderò: tutte le volte che sento nominare il genere Tower Defense, il mio primo pensiero va a giochi come Plants vs Zombies o il mai troppo acclamato Kingdom Rush. Bene, Monster Outbreak si presenta come un’esperienza di gioco completamente differente, il cui gameplay si divide fondamentalmente in due fasi.

In un primo momento, dovremo esplorare lo stage che, di fatto, sarà il nostro campo di battaglia; in questa fase, lo scopo è quello di raccogliere materiali (legno, erba e roccia), così da costruire un banco di lavoro, che sbloccherà tutta una serie di strutture con cui potremo tanto difendere quanto attaccare.

Non appena avremo completato di costruire le nostre linee di difesa, inizierà lo scontro con le ondate di mostri, che si metteranno alla vostra ricerca, con lo scopo di esaurire la vostra barra della salute. Alcuni delle creature abbattute potrebbero rilasciare delle risorse utili, come la carne (da utilizzare come oggetto curativo), della seta (ottima per costruire le torri balestra) ed altri materiali utili sia per costruire che per potenziare i vostri edifici.

L’ultima ondata sarà contraddistinta da un boss di fine livello che, come da copione, rappresenterà lo scoglio più duro da superare, essendo anche capace di distruggere le vostre strutture. Per poter portare a casa la vittoria, dovrete ricorrere anche alla magia, potendo incantare sia la vostra spada che le vostre frecce, previa costruzione del Banco della Magia.

Gameplay e qualche piccola anticipazione

monster outbreak trama
Il gioco disporrà di almeno 20 livelli nella story mode.

Il combattimento di Monster Outbreak è fondamentalmente basato su comandi che passano sia dalla tastiera che dal mouse (con cui potremo utilizzare gli attacchi e la magia); tutto ciò che riguarda gli spostamenti e la scelta degli edifici da costruire è delegato alla tastiera, rendendo non sempre agevole l’interazione tra le due periferiche.

Come svelatoci da GameMunchers, lo story mode di Monster Outbreak conterrà circa 20 livelli, ognuno dotato di diverse creature e diversi potenziamenti da sbloccare. Con il progredire dello sviluppo, sarà aggiunta anche una modalità online (con tanto di leaderboard) con cui sarà possibile sfidare altri giocatori.

Lo sviluppo del gioco procede a gonfie vele, ma lo sviluppatore ancora non è in grado di fornire una data precisa per la release del videogame (attualmente in uscita su Steam), ma ha ragione di ritenere ragionevole una finestra di lancio a cavallo tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.

Non possiamo che rimanere in attesa di ulteriori notizie su Monster Outbreak.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

fallout: london, fallout 4, fallout 4 mod, fallout mod

Fallout 4, l’America vi ha stancato? Questa mod ci porta dritti a Londra

Anduin catene del dominio

WoW Shadowlands | Guida ai contenuti della patch 9.1