Lo scorso weekend ci siamo diretti alla Milan Games Week per conoscere le novità in arrivo nel mondo videoludico. Tra i tanti titoli proposti, oltre naturalmente a Kingdom Hearts 3, uno fra tutti ha attirato in modo particolare la nostra attenzione: Yon Blitz.

Yon Blitz è frutto della italianissima AnotheReality e consiste in uno sparatutto strategico che sfrutta le ultime tecnologie di realtà virtuale per regalare ai propri giocatori momenti adrenalinici e divertenti.

Come funziona

Prima di provare il gioco abbiamo chiesto a Fabio Mosca, CTO e CoFounder di AnotheReality, di spiegarci in cosa consiste questo nuovo titolo:

Quattro giocatori si affronteranno a colpi di “Blitz Gun”, muniti solo di scudo e teleporter, in un’arena immersiva e futuristica. Tutti contro tutti per conquistare le piattaforme sospese, creare la propria strategia e sconfiggere gli avversari. Lo scenario si caratterizza per un’ambientazione e stile grafico astratto, semplice e d’impatto, con un look virtuale e futuristico. Un’ arena composta da varie piattaforme sarà il luogo della battaglia dei giocatori, che potranno teletrasportarsi su di esse per muoversi e sfruttare le loro coperture.

I giocatori indossano i visori e si ritrovano in una ‘lobby’ dove vedono e interagiscono con i loro compagni e i loro avversari. Inizia la partita. La mappa di gioco è composta da varie piattaforme su cui i giocatori possono teletrasportarsi e che possono essere conquistate per la squadra. I giocatori iniziano a spararsi con le ‘Blitz Gun’ e a muoversi nelle varie piattaforme per cambiare copertura o per prendere di sorpresa gli avversari. Ogni volta che qualcuno muore, il contatore delle kill cambia e il giocatore eliminato respawna dopo pochi secondi. Countdown finale e infine termina la partita. Viene proclamata la squadra vincitrice.

A livello tecnico, Yon Blitz sfrutta un’area di gioco di 2,5 x 2,5 metri per ogni giocatore, corrispondente alla dimensione delle piattaforme all’ interno dell’arena virtuale. Ogni giocatore è dotato di un PC gaming, visore di realtà virtuale e due controller, che prenderanno le sembianze di pistola e scudo. Possono sfidarsi nell’arena fino a 4 giocatori contemporaneamente, in match da 5 minuti, tutti contro tutti o a squadre. Yon Blitz prevede anche un’ulteriore postazione da regia, con una telecamera all’interno del gioco controllabile da un operatore, permettendo di trasmettere la partita su monitor o in streaming, seguire i singoli giocatori o riprendere i momenti più salienti della partita.

Le nostre impressioni

yon blitzQuando si parla di VR si è sempre un po’ scettici, soprattutto se si hanno avute esperienze negative in precedenza, ma Yon Blitz è riuscito a farci ricredere!

Un gameplay semplicissimo e rapidità sono i pilastri su cui poggia questo gioco che è diventato una nostra tappa obbligatoria nei diversi giorni di fiera arrivando addirittura a commentare una partita di alcuni ospiti dello stand.

Se si mettono una motion sickness praticamente nulla e l’arrivo di nuove feature per ottimizzare l’esperienza di gioco, Yon Blitz ha tutte le carte in regola per diventare l’ Esport del domani.

Se siete curiosi di provarlo visitate il loro sito ufficiale per scoprire le tappe del Yon Blitz Tour 2018/2019.

 

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!