Final Fantasy XV – Anteprima Hands On


Articolo a cura di Samuele Zaboi


L’arrivo di Final Fantasy XV, dopo un lungo sviluppo e il più recente rinvio, è sempre più vicino. Quando manca poco più di un mese all’arrivo del gioco su PlayStation 4 e Xbox One, abbiamo avuto l’opportunità di provare il titolo firmato Square Enix con una breve sessione hands on. Ecco le nostre impressioni.


A spasso con Noctis

Per chi non fosse a conoscenza della storia e della trama che fanno da contorno a Final Fantasy XV, ricordiamo che il capitolo segue le vicende di Noctis che, promesso sposo della nobile Lunafreya, si reca verso il luogo della cerimonia. Nel mentre però il Cristallo di Lucis, emblema del Regno, cade nelle grinfie del’Impero e sarà compito di Noctis e dei suoi compagni provare a riportare la pace nel Regno. Nella breve demo che abbiamo sperimentato in occasione della Milan Games Week, controllando Noctis, ci siamo avventurati in una quest in un deserto dove affrontare alcune delle creature che popoleranno il vasto mondo di Final Fantasy XV. A livello grafico il gioco ci ha dato un’ottima impressione, con una buona cura per i dettagli, segno che il lavoro sia ormai completato in vista della release ufficiale. Il sistema di combattimento resta gradevolissimo con qualche piccolo problema con la camera di gioco riscontrato però solo in pochissimi istanti ma decisamente di poco conto e non di grave identità. In queste occasione resta difficile capire la situazione sul campo di battaglia perdendo di vista il proprio personaggio e la posizione dei nemici. Va sottolineato però come questo inconveniente duri solo pochi istanti dal momento che è comunque sempre possibile intervenire in maniera manuale. Durante queste fasi, cuore pulsante della demo testata, potremo scegliere se utilizzare un’arma a due mani, più potente ma che ci rallenterà nei movimenti, o un’arma a una mano, meno efficace in termini di danni ma che consente una maggiore velocità di esecuzione e ci permette di evitare gli attacchi nemici con una maggiore facilità e prontezza.
Già localizzata in italiano, la demo ci ha mostrato anche le scelte multiple a disposizione dei giocatori durante le fasi di dialogo, con le risposte che andranno a modificare, in parte, le risposte dei nostri interlocutori e le loro reazioni. La cura dei personaggi, principali e secondari, ci è parsa di ottimo livello anche nelle fasi di combattimento, dove ogni protagonista interagisce con gli avversari e con il mondo circostante in modo proprio e indipendente, agendo da supporto o con un ruolo maggiormente di rilievo.

Commenti finali

La prova, anche se di pochi minuti, è proseguita senza intoppi fino alla conclusione quando, proprio in concomitanza con l’arrivo di una cutscene con un dialogo, la camera si è bloccata in una posizione innaturale e in una visuale piena di script. Naturalmente contiamo sul fatto che si tratti solo di un episodio estemporaneo e che non sia la norma nel gioco completo il cui arrivo, ricordiamo, è previsto per il 29 novembre.
Final Fantasy XV, a parte questo episodio, ci è sembrato praticamente pronto per il rilascio e l’altea dei fan potrà essere ripagata con un gioco degno del nome che porta.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Skylanders Imaginators – Recensione

Classifica UK (8-15 ottobre)