Cooking Mama: Cookstar arriverà su Nintendo Switch a Marzo 2020

C’era una volta il Nintendo DS ed i suoi comandi prettamente touch, c’erano simulatori di fotografia, piccoli sintetizzatori, simulatori di appuntamenti e incredibili avventure vissute sul filo del bisturi; tutti brand che in un modo o nell’altro sono ascrivibili al fenomeno delle meteore.

Cooking Mama è uno di quei brand che hanno avuto successo in un preciso lasso di tempo per poi non riuscire ad innovarsi secondo le leggi di mercato. Adesso Nintendo ed il brand ci riprovano puntando alla realtà, cercando di trasformare ogni buon cuoco e giocatore in una star dei social attraverso la fotografia dei cibi.

Non è più necessario che il cibo abbia un bell’aspetto per fare contenta la nostra mama, stavolta sarà anche necessario fotografarlo nel migliore dei modi possibili.
Magari non fate parte di quella categoria di persone che sente la necessità irrefrenabile di tirare fuori lo smartphone e immortalare ogni loro pasto ma non temete, acquistando questo titolo da qualche decina di euro riuscirete a sopperire alle mancanze per cui solitamente ci vogliono corsi da influencer.

Scherzi a parte, vediamo rapidamente di che stiamo parlando.

Cooking Mama cosa?

Cooking Mama: Cookstar è il nuovo titolo del brand Cooking Mama e non è altro che la riproposizione di Cooking Mama all’interno del mondo degli influencer e del belvedere ad ogni costo. Oltre a preparare del buonissimo cibo sarà nostro compito assicurare anche che questo sembri splendido, curandone l’impiattamento e la resa su pellicola.

Una volta terminato il proprio piatto sarà possibile metterlo sotto l’obbiettivo della propria macchina fotografica per poi cambiare impostazioni e aggiungere filtri, in modo da creare un proprio stile di personalizzazione o aggiungere adesivi che faranno scendere in modo netto la vostra credibilità.

Il titolo, secondo il trailer rilasciato da Nintendo, uscirà durante il mese di Marzo. Nonostante non sia stato ancora inserito all’interno del solito Nintendo Direct, abbiamo ragione di credere che la data inserita nel filmato sia realistica e che ci sia veramente da giocare un nuovo capitolo della serie nel giro di qualche settimana.

Cooking Mama è, nel 2020, forse il massimo che si sia mai raggiunto all’interno del mondo dei videogiochi per quanto si riguarda l’espressione della cucina in una meccanica di gameplay. Abbiamo citato il titolo anche all’interno di uno speciale che abbiamo realizzato sull’argomento, andando ad analizzare come la presenza del cibo nei videogiochi si sia evoluta da Burger Time a titoli decisamente più recenti.

Se non vi sentite adatti ad un titolo del genere dopo aver visto il trailer non preoccupatevi, avete solo trovato il regalo da fare alla cuginetta per il compleanno.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

final fantasy vii remake

Final Fantasy VII Remake ha superato anche le aspettative di Yoshinori Kitase

The Witcher 3 Complete Edition, Switch

The Witcher 3, finalmente possibile il cross-save tra Switch e PC