Horace, il titolo il cui prezzo sarà deciso dalle wishlist di Steam


Il publisher 505 Games ha annunciato che lancerà a metà luglio su Steam Horace, un nuovo platform con una spruzzata di metroidvania ed una grafica in pixel art e particolarmente gradevole. Quello che però distinguerà Horace dalla pressoché totalità dei videogiochi presenti sullo store digitale sarà il suo prezzo, variabile in base al numero di utenti che lo inseriranno nella loro Wishlist; una pratica mai (almeno da quanto ci sembra di ricordare in redazione) successa prima e sicuramente in grado di far parlare di se.

Horace, il platform dal prezzo variabile.

Eccentrico umorismo britannico e una narrazione cinematica mai vista prima in un’avventura platform!


Horace è un platform incentrato sulla trama e zeppo di nostalgici riferimenti alla cultura popolare, che farà felici tutti gli amanti dell’era a 8 e 16 bit.

Impara a padroneggiare le tue potenti abilità di robot e ricongiungi Horace con la sua famiglia. Viaggia per il mondo – ma anche nel tempo e nello spazio – per salvare l’umanità dalla distruzione totale. Fatti strada, correndo e saltando, in una storia spassosa e al tempo stesso commovente raccontata dal suo protagonista, un adorabile robot, e usa il tuo ingegno per superare le sfide delle classiche piattaforme 2D. Il tutto mentre cerchi di rimediare ai danni causati dalla Guerra dei Robot! Avventurati in un mondo estremamente vario, con tante parodie di minigiochi classici, che spaziano dall’azione ritmica agli sparatutto in prima persona.

Horace sarà un plaftform games pieno di strambi riferimenti e di strizzatine d’occhio ad altri generi ed altri videogiochi; un titolo che però potrà finire per costare il 75% in meno del suo prezzo di lancio se su Steam riceverà un grandissimo numero di posizionamenti all’interno delle wishlists degli utenti.

horace

Il titolo avrà quattro diversi livelli di sconti, in base al raggiungimento di specifici obbiettivi; un po’ come accade per i kickstarter.

  • Livello di Sconto 1: 1.000 aggiunte alla lista desideri Steam = €13.49 (Sconto 10%)
  • Livello di Sconto 2: 50.000 aggiunte alla lista desideri Steam = €11.25 (Sconto 25%)
  • Livello di Sconto 3: 100.000 aggiunte alla lista desideri Steam = €7.50 (Sconto 50%)
  • Livello di Sconto 4: 200.000 aggiunte alla lista desideri Steam = €3.75 (Sconto 75%)

Sarà possibile aggiungere il titolo all’interno della wishlist fino a martedì 16 luglio, due giorni dopo Horace finirà per fare capolino sullo store con il prezzo variato per la sua prima settimana; dopo questa il titolo tornerà al suo prezzo di lancio di 14.99 €.

Il titolo è stato sviluppato dal duo Paul Helman e Sean Scaplehorn stando attenti all’humour inglese e alla narrativa, definita come emozionale. Il titolo avrà dalla sua un comparto grafico ed una direzione artistica in grado di far arrivare sensazioni cinematografiche non particolarmente comuni all’interno del genere. Helman stesso ha lasciato il suo lavoro per lanciarsi nello sviluppo di tale titolo, definendolo come il videogioco che avrebbe voluto giocare nel corso della sua infanzia.

Horace ha dalla sua sei anni di sviluppo, un quantitativo di tempo niente male per un titolo indipendente ma che potrebbe sottolinearne maggiormente l’aspetto qualitativo.

Andate anche voi a metter Horace in wishlist cliccando qui per accedere alla pagina Steam del titolo; inserire un titolo in wishlist è assolutamente gratis e vi permetterà di ricevere tutti gli aggiornamenti sulle variazioni di prezzo riguardanti il videogioco scelto.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

The last of us – Guida ai Reperti

The last of us – Guida alle Porte