20 minuti di gameplay per The Outer Worlds


Il Pax East 2019 è ormai alla sua fine e nel corso di questa fiera abbiamo potuto vederne di cotte e di crude, dall’annuncio di Borderlands 3 e  carosello di Gearbox, passando per il primo filmato di gameplay effettivo legato a The Outer Worlds, il nuovo titolo di Obsidian Entertainment presentato durante il The Game Awards.

Obsidian Entertainment ha pazientemente atteso la fiera americana per proporre del gameplay legato al suo nuovo gioco di ruolo in prima persona ambientato in un universo tutto nuovo, creato da zero. La demo mostra il gameplay ibrido del titolo dimenarsi all’interno della città di Byzantium, uno dei luoghi del titolo destinato ai cittadini più abbienti e alle famiglie più rinomate della galassia.

La demo è stata ripresa da un gioco completo nella sua versione Alpha e mostra un discreto numero di caratteristiche interessanti: il funzionamento delle quest e il funzionamento dei propri compagni di squadra (Nyoka e Felix) che agiscono collaborando o meno con le nostre intenzioni. La demo mostra anche alcuni frammenti del sistema di dialoghi (come le opzioni di risposta che il gioco introdurrà), la schermata di customizzazione del proprio personaggio e tante altre piccole chicche che andrebbero analizzare.

Il sistema di combattimento, nello specifico, con il suo slow motion sembra una versione molto più spettacolare del sistema di combattimento che abbiamo potuto vedere in un eventuale Fallout privo di SPAV System; i nostri compagni di viaggio saranno dotati di abilità e altre piccole skill da poter utilizzare in battaglia per avere la meglio sui numerosi nemici che ci troveremo davanti.

The Outer Worlds dovrebbe uscire entro la fine dell’anno su Xbox One, Ps4 e PC. Su Pc sarà esclusiva di Epic Games Store e Windows Store per il suo primo anno, arrivando su Steam nel 2020.

Cosa ne pensate del nuovo videogioco di Obsidian Entertainment? Vi interessa il mondo stravagante e fantascientifico realizzato per l’occasione dalla software house americana?
Fatecelo sapere nei commenti dicendoci anche che cosa ne pensate del filmato di gameplay in calce all’articolo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

sezione aurea osamu sato lsd dream emulator

Sezione Aurea – Osamu Sato e il mondo dei sogni

The Black Temple Remastered, il fan made che ci piace

The Black Temple Remastered, il fan made che ci piace