Chip nel cervello come in Cyberpunk | Elon Musk fa partire la sperimentazione Umana

    CHIP NEL CERVELLO NEURALINK

    Il primo chip Neuralink sarà impiantato in un cervello umano nel 2023, Elon Musk ne è certo. Il proprietario di Twitter, attualmente in attesa dell’approvazione della FDA, si appresta a cambiare ancora una volta il mondo.

    Il Neuralink è una tecnologia che consiste nell’inserimento di un semiconduttore, un chip che consentirà al cervello di connettersi con un computer tramite Bluetooth.

    “Ipoteticamente potrei avere un dispositivo Neuralink impiantato proprio in questo momento e nessuno lo saprebbe“, ha dichiarato il proprietario di Twitter, CEO di Tesla e fondatore di SpaceX. Elon Musk ha rilasciato durante una presentazione alcuni ultimi progressi di Neuralink, tecnologia che, secondo l’imprenditore, potrebbe essere pronta per i test già nel 2023.

    “Potrei essere io stesso uno di quei campioni di prova”, ha aggiunto, tra lo scherzoso e il serio, suscitando le risate dei presenti all’evento trasmesso in diretta streaming.

    I primi test sul macaco Pager

    Ricordiamo che, già nel 2021, Neuralink ha pubblicato un video di una scimmia, un macaco di nome Pager, che gioca a Pong: il videogioco storico Atari. Il video è diventato subito virale, raggiungendo oltre sei milioni di visualizzazioni.

    La novità non era che il primate interagisse con il gioco, ma che manipolasse i comandi con gli occhi: stava giocando utilizzando semplicemente la sua mente. Il team dell’azienda di Musk aveva insegnato precedentemente al primate come giocare a Pong con il Joypad, successivamente hanno impiantato due chip in entrambi i lati della sua testa.

    I prossimi passi verso la sperimentazione umana

    “Il Neuralink è pronto per iniziare i test sull’uomo.[…]Vogliamo essere estremamente attenti e certi che funzionerà bene prima di inserire un dispositivo in un essere umano, ma abbiamo presentato, credo, la maggior parte dei nostri documenti alla FDA e pensiamo che probabilmente in circa sei mesi dovremmo essere in grado di avere il nostro primo Neuralink impiantato in un essere umano” sono le parole di Musk recentemente elargite durante una conferenza di aggiornamento sul progetto.

    L’evento, seguito online da decine di migliaia di persone in tutto il mondo, è stato accolto dagli applausi dei presenti. Nei prossimi mesi, i test cominciati sui primati saranno ampliati a sei scimmie, mentre il macaco Pager riceverà nuovi aggiornamenti. Musk ha detto che la tecnologia dei semiconduttori, che ha 1.000 canali per registrare le informazioni di stimolazione, ha una durata di vita molto lunga. È stato questo aggiornamento a permettere a Pager di usare la tastiera. Prima di testare la tecnologia sulle scimmie, l’azienda ha condotto esperimenti su pecore e maiali.