Modern Horizons 2 – Orizzonti di gloria | Analisi Tecnica

analisi tecnica mh2 magic

Salve a tutti e benvenuti a questa rassegna su Modern Horizons 2, la nuova espansione di Magic The Gathering pensata per essere direttamente legale per il formato Modern. Sarò il vostro rassicurante Caronte di quartiere e vi traghetterò sicuri alla scoperta di questo set.

Modern Horizons 2 – Uno sguardo d’insieme

Orizzonti di Modern, la nuova serie di Magic the gathering

Stabiliamo subito cosa è Modern Horizons 2.
Si tratta di una espansione legale e ideata come supporto carte per il formato Modern.

Le carte che appariranno in questa espansione non sono giocabili nel formati Pioneer o Standard, mentre sono legali in tutti gli altri formati Eternal di Magic cioè Vintage, Legacy, Pauper e Commander.

L’espansione si compone di 345 carte di cui 101 comuni, 100 non comuni, 78 rare, 24 mitiche e 42 ristampe di varia rarità che vengono introdotte per la prima volta nel formato Modern.

Presenta inoltre una particolarità introdotta già per alcuni set precedenti: questa è la presenza di diverse carte con il vecchio layout delle carte pre-mirrodin, elemento che farà sicuramente venire il magone ai giocatori di vecchia data e che probabilmente finirà per incuriosire anche quelli più giovani.

Nel dettaglio con la numerazione dalla carta con numero di espansione 1 alla 260 avremo carte nuove o ristampe già apparse per set legali in Modern, mentre le carte con numerazione che vanno dalla 261 alla 303 saranno le carte ristampate per la prima volta per il formato Modern ([mtg_link]Gorilla Shaman[/mtg], [mtg_link]Isolation[/mtg], Counterspell fra le altre).

Nuova linfa, ma con i piedi ben saldi sulle terre

Saga di Urza MODERN HORIZON 2

La prima Modern Horizons provocò una sorta di terremoto nel mondo del gioco organizzato di Magic con la stampa di carte apparentemente equilibrate, ma talmente potenti da stravolgere il metagame. In quel caso si parlava di carte come Hogaak, Arisen Necropolis, Wrenn and Six, nuovi tramutanti, nuovi ninja, nuove carte col supertipo neve e tante altre che hanno contribuito a arricchire mazzi preesistenti, rivitalizzarne alcuni, crearne di totalmente nuovi.

Alcune carte si sono rivelate problematiche al punto da spingere la Wizards of the Coast ad effettuare dei ban mirati, per preservare l’equilibrio di alcuni formati.

La curiosità di vedere come si evolverà la questione legata alle carte presenti in Modern Horizons 2 è tanta, molti dati sull’impatto delle carte nuove stanno già dando dei responsi, ma avremo tempo e modo di fare delle considerazioni in futuro.

Dicevamo che tutte queste carte nuove rappresentano nuova linfa per tante strategie di mazzi diversi e le novità sono tantissime.

Iniziamo da alcune ristampe che faranno la felicità di tutta la comunità dei giocatori di Magic: la ristampa delle fetchland dei colori nemici. Marsh Flats, Scalding Tarn, Verdant Catacombs, Arid Mesa, Misty Rainforest sono le combinazioni rispettivamente di bianco-nero, rosso-blu, nero-verde, bianco-rosso e verde-blu, permettono di andare a cercare una terra con il tipo di terra specifico per il colore giocato al costo di un modesto punto vita.

La loro ristampa permetterà a molti giocatori di poter avere accesso a queste importanti carte. La cosa buffa è che, parlando di terre, non possiamo evitare di notare che siano state stampate due terre assolutamente incredibili da far passare quasi in secondo piano l’importante ristampa delle fetchland.

Parlo di due terre particolarissime che sono Urza’s Saga e di Yavimaya, Cradle of Growth.

Urza’s Saga è sia terra che incantesimo che saga; quest’ultima tipologia di carta è legata ad un particolare tipo di incantesimo particolare introdotto con l’espansione Dominaria in cui, procedendo per capitoli, si hanno effetti diversi.
Una volta raggiunto il suo ultimo capitolo sarà necessario scartare la carta.

Torniamo a noi: questa terra ci offre mana incolore col primo capitolo, nel secondo capitolo la possibilità di generare una creatura artefatto costrutto che avrà forza e costituzione pari al numero di artefatti che avremo in gioco e con il capitolo finale ci permetterà di andare a cercare nel mazzo artefatti con il costo specifico 0 o 1.

Le possibilità di questa terra sono molteplici e hanno dato un supporto notevole a diverse strategie in diversi formati come Affinity, Food, Control, PO Mentor, Urza Karn Echo e così via.
La possibilità di creare costrutti e avere un tutore per artefatti utili a seconda della situazione rende Urza’s Saga una carta versatile e forte.

Estremamente particolare è Yavimaya, Cradle of Growth una terra che aggiunge il tipo foresta a tutte le terre in gioco.
Il richiamo a Urborg, Tomb of Yawgmoth, apparsa per la prima volta nell’espansione Caos Dimensionale, è evidente. Ma dove quest’ultima inquinava di nero tutte le terre rendendole paludi, Yavimaya, Cradle of Growth mostra il lato restauratore della natura.

Se si gioca il verde questa terra speciale offre la possibilità di aggiustare la richiesta di mana colorato, anche se era già una specialità del verde.
Indubbiamente in molti mazzi del formato Commander che usano il verde sarà benvenuta e va a rafforzare alcune strategie come Golgari Rock nelle sue varie espressioni, Jund Midrange e Green Tron.

Una terra fortissima per Affinity è Power Depot, terra artefatto con Modulare 1 una abilità che fa entrare questa terra in gioco con un segnalino +1/+1. Arcbound Ravager ne trarrà profitto, giocatori di Affinity, siete avvisati!

Sarà un Orizzonte di Gloria?

Alcune carte di Modern Horizon 2

I confronti fra Modern Horizons e Modern Horizons 2 continuano e sarebbe assolutamente ingiusto far passare in secondo piano le nuove magie con costo alternativo.

Mentre nella prima Modern Horzon c’erano nuove Forze (Force of Negation, Force of Vigor e così via), in questa espansione abbiamo un ciclo di creature elementali che possono essere lanciate con l’abilità Evoke, un costo alternativo più basso che fa entrare in gioco la creatura, ma poi va sacrificata.

Sembra un costo esagerato, visto che richiede in questo caso l’esilio di una carta dello stesso colore dell’elementale che vogliamo lanciare, ma gli effetti sono veramente solidi.

Così abbiamo carte come Grief, carta nera che permette di guardare la mano dell’avversario per fargli scartare una carta non terra, o carte come Solitude, rappresentante del bianco e dotata anche dell’abilità Flash per essere lanciata come un istantaneo elimina una creatura bersaglio; questa è capace di donare punti vita pari alla forza della creatura esiliata al suo proprietario.

Troviamo carte come Subtlety, l’elementale blu capace di ritardare l’entrata di una creatura o di un planeswalker facendo decidere all’avversario se mettere la carta come ultima o come prima del grimorio o carte come Fury, l’elementale rosso che permette di distribuire 4 danni fra creature e planeswalker.

Ultima creatura del ciclo è Endurance, elementale verde all’ingresso in campo fa rimischiare un cimitero bersaglio col grimorio.

Tutte queste abilità che si innescano all’entrata nel campo di battaglia (in inglese ETB ossia Enter the Battlefield ability) rimandano a altrettante carte famose dei tempi che furono.

Solitude riprende Swords to Plowshares, Grief è la versione creatura di Unmask, Subtlety ricorda molteplici effetti del blu, Fury è Pyrokinesis, Endurance invece si rivela piuttosto originale nel suo effetto.

In rete le discussioni sulle applicazioni di questo ciclo di elementali è piuttosto attivo e personalmente non vedo l’ora di sperimentare alcune giocate con almeno un paio di questi. Sicuramente Endurance è ottimo contro le strategie Dredge e Reanimator, Grief aiuta sia Dredge che mazzi combo o midrange, Solitude risolve anche problemi piuttosto enormi come un Eldrazi o un Blightsteel Colossus.
Al cospetto delle altre del ciclo, forse solo Fury mi sembra meno performante.

Uno sguardo al passato, uno al futuro

Geyadrone Dihada magic the gathering modern horizon 2

Come per Modern Horizons 1, anche Modern Horizons 2 ha uno sguardo sul passato e uno sul futuro, fotografando così perfettamente il presente del nostro gioco di carte preferito e della sua crescente diversità.

C’è infatti ancora un ciclo di carte che richiama meccaniche e effetti già apparsi, ma riversati all’interno di una cornice nuova.

Parlo del ciclo di carte con l’abilità sospendere presenti in questa espansione, ovverosia: Resurgent Belief, Inevitable Betrayal, Profane Tutor, Glimpse of Tomorrow, Gaea’s Will. Tutte senza costo di mana, tutte con sospendere, tutte giocabili anche in maniera alternative piuttosto interessanti (vedasi cascata).

Resurgent Belief è un Replenish che fa tornare in gioco i nostri incantesimi dal cimitero; Inevitable Betrayal è invece una Bribery per andarci a cercare una creatura dal grimorio dell’avversario e metterla in gioco dalla nostra parte. Profane Tutor ci regala un Tutore Demoniaco mentre Glimpse of Tomorrow un caotico Warp World con cui i giocatori devono rimescolare i propri permanenti con il grimorio e rivelare un numero di carte pari ai permanenti mescolati e mettere in gioco tutti i permanenti rivelati (davvero caotico).
Gaea’s Will è invece molto forte e dona al verde il formidabile effetto di Yawgmoth’s Will che permette di giocare fino alla fine del turno tutte le magie del proprio cimitero, esiliando tutte le magie che finiranno nel cimitero in quel turno.

I legami con il passato non finiscono qui e molti giocatori nuovi faranno la conoscenza con una serie di personaggi oscuri o delle origini di Magic come Dakkon Blackblade, qui presente come Dakkon, Shadow Slayer, un forte planeswalker con lealtà pari al numero di terre controllate, Garth One-Eye, una leggenda pentacolore che ci regala copie di carte della storia di Magic e l’oscura maga e chef d’alto rango del migliore ristorante che gli inferi abbiano mai avuto, parola del vostro rassicurante Caronte che vi sta guidando e di, tenetevi forte, Asmoranomardicadaistinaculdacar.

Asmoranomardicadaistinaculdacar è una leggenda evocabile al costo di un solo mana, ma solamente se avrete scartato una carta. Poi avrete, ricettario (The Underworld Cookbook) e parecchie prelibatezze da cucinare e ospiti da satollare. Se poi non riusciranno a godere della cucina della nostra maga e cuoca infernale, beh, dipenderà sicuramente dai loro stomaci delicati. Dimenticavo, è anche una 3/3.

I richiami al passato, adattati al presente sono ancora molti altri come Brainstone, Diamond Lion, Sol Talisman, Tormod’s Cryptkeeper. Asmoranomardicadaistinaculdacar in particolare è una manna per un nuovo deck che gioca sulla strategia Food.

A proposito, provate un po’ a ripetere senza fare errori il nome di Asmoranomardicadaistinaculdacar.
Buon divertimento.

Schiaccianoci schiacciasassi

Non sarebbe un set degno successore di Modern Horizons 1 se non ci fosse un richiamo tribale degno di questo nome. Bene, tutti i fan di Magic sono stati finalmente accontentati. Finalmente sarete degli inarrestabili, selvaggi schiacciasassi ai prossimi tornei.
Temibili schiacciasassi. Potenti schiacciasassi.
Sì, persino Braccio di Ferro vi porterà rispetto, ma non avrete bisogno di spinaci, nossignore! Avrete bisogno di denti buoni e di un sacco di noci!

Sì, avete capito bene, il set in questione ha puntato tutto sugli scoiattoli e prima di riderci sopra aspettate e andate a vedervi i pezzi da novanta che sono stati forniti a una delle tribù meno numerose di Magic The Gathering.

Eccovi i nuovi campioni degli scoiattoli e guardatevi bene dal contraddirli: Chatterfang, Squirrel General, Chatterstorm, Chitterspitter, Scurry Oak, Squirrel Sovereign, Squirrel Sanctuary, Verdant Command.

Alla WOTC (Wizards Of The Coast) si sono divertiti alla grande, ma facciamo anche una certa attenzione perché difficilmente queste carte saranno la quintessenza per del formato Modern dove invece faranno la felicità del formato più libero per eccellenza: Commander.

Parlando di interazioni tribali ce ne sono di parecchio più forti, ma l’effetto della leggendaria Chatterfang, Squirrel General di operare come una sorta di Anointed Procession, proliferando però pedine scoiattolo, è talmente prelibato da permettere vagonate di combinazioni o usi che lascio a voi esplorare con calma.

Una espansione monstre

Modern Horizons 2 ha dell’incredibile.
Si tratta di una espansione di 345 carte, ma la forza del set è tale che questa recensione è minuscola di fronte all’enorme potenziale di deck possibili, rinforzi e ristampe offerte.

Se è vero che ci sono carte come Fire//Ice, stampata addirittura come comune in passato, ci sono però carte come Vindicate (versatile rimozione universale) o Karmic Guide (alla base di tantissimi trucchi di rianimazione dal cimitero), Counterspell, Patriarch’s Bidding, Goblin Bombardment (talmente esagerata che potrebbe essere una candidata a essere bandita), Gorilla Shaman (la carta perfetta del vecchio deck Zoo in Vintage per mangiare i Mox e una carta anti-Affinity di impatto enorme), Imperial Recruiter, Quirion Ranger, Titania Protector of Argoth, Sterling Grove (ottimo tutore per incantesimi e protezione per gli stessi), Cursed Totem (micidiale contro la produzione di mana di elfi e abilità attiviate delle creature), Cabal Coffers (vi devo proprio dire a che serve?), Shardless Agent che possono modificare pesantemente il panorama del formato Modern che si avvicina di più a Legacy e che offre ristampe benedette per chi si vuole avvicinare proprio a quest’ultimo formato.

Tra le carte nuove vanno ancora menzionate carte come Esper Sentinel, Void Mirror, Sword of Hearth and Home (la spada del bianco e del verde che ha parecchie cose da dire), Kaldra Compleat (un nuovo bersaglio per Stoneforge Mystic), Academy Manufactor (la gioia per chi produce uno dei tipi di pedine a cui fa riferimento), Dermotaxi (un gioco di parole fantastico per i tassidermisti fra voi e si tratta pure di un veicolo), Sythis, Havest’s Hand, Grist, The Hunger Tide (tra i planeswalker uno dei più bizzarri, tutorabile e rianimabile come una creatura), General Ferrous Rokiric.

Altre carte stranissime con abilità storm, componenti esplosivi per certi mazzi e pezzi in grado di contenerli.

Oltre l’orizzonte – Conlusioni

I più accorti fra di voi avranno notato che ho messo in campo solo una parte delle carte notevoli del set.

Ce ne sono tante e potete scrivere in redazione per chiedere un bis e una analisi di alcune carte in particolare che hanno catturato la vostra immaginazione.
Sarò lieto di mettere a (ferro e) fuoco per voi decklist particolari che stanno emergendo giorno per giorno.

Perdonate la retorica di questa conclusione, ma Magic The Gathering ha allargato parecchio gli orizzonti del gioco.
La possibilità di varietà offerta per il deckbuilding è veramente alle stelle, sia che si tratti di strategie ben consolidate nel tempo, sia che porti a nuove tipologie (vero Asmoranomardicadaistinaculdacar?).

Ovviamente spero che avrete voglia di andare a fare un salto nel vostro negozio di giochi o fumetteria di fiducia per procurarvi questa fantastica Modern Horizons 2.
Vi lascio ora, la cara Asmora sta cucinando dell’ottimo Gargoyle di Granito.
Buona esplorazione!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Carmelo Neri

Magic Legends e Magic Arena, i loro problemi sono facce della stessa medaglia

ace attorney chronicles - copertina

The Great Ace Attorney Chronicles – Anteprima (PS4)