Avete apprezzato WandaVision? Cercate di recuperare The Movies!

The movies wandavision copertina

La miniserie televisiva WandaVision ha segnato un debutto assolutamente positivo per il Marvel Cinematic Universe sulla piattoforma streaming Disney Plus.

I protagonisti dello show sono i due supereroi Wanda Maximoff e Visione, interpretati rispettivamente da Elizabeth Olsen e Paul Bettany. I due membri degli Avengers, di puntata in puntata, per qualche strano motivo che non vi dirò per spoiler, “vivono” in sitcom di differenti decenni ripercorrendo la storia della televisione. Partendo dalle prime serie in bianco e nero degli anni ‘50 fino ai giorni nostri.

wandavision-serie

Un prodotto “sperimentale” a cui piace a giocare con l’evoluzione della scrittura, della scenografia, della regia e della tecnologia della macchina da presa. Il tutto è condito da riferimenti divertenti e mai banali ad opere dei vari decenni. Il pubblico, sia fan dell’MCU che non, ne è rimasto deliziato.

La visione di WandaVision (perdonate il gioco di parole) mi ha messo voglia di rispolverare un vecchio titolo per pc del 2005 della defunta Lionhead Studios: The Movies.

Si tratta di un gestionale in cui vestiamo i panni di un produttore cinematografico che, a partire dagli albori dell’industria, deve portare i suoi studios al successo e alla gloria competendo con i magnati del settore.

The Movies: gestiamo uno studio cinematografico

Sono appena iniziati gli anni ‘20, abbiamo a disposizione un capitale di $500.000 e un grosso lotto vuoto ad Hollywood. La nostra voglia di realizzare la prima pellicola è alle stelle ma prima è necessario assumere del personale manovale per costruire edifici fondamentali come quello di produzione, di casting, sceneggiatura e regia. 

Fatto ciò possiamo finalmente scegliere i nostri primi attori, i registi e le comparse. Intanto il primo copione è pronto, appena sfornato dall’ufficio sceneggiatura. Tuttavia manca ancora qualcosa prima di girare: il set! A inizio gioco, verosimilmente con l’epoca storica abbiamo a disposizione un numero esiguo di set con cui girare i nostri film. Niente paura, successivamente ne sbloccheremo di nuovi!

Tutto è pronto: possiamo girare il nostro primo film, una commedia o forse meglio un film romantico? In The Movies ci sono in tutto cinque generi: commedia, azione, horror, fantascienza e sentimentale e dobbiamo fare attenzione a che tipo di film girare anche in base agli eventi storici: siamo durante la Grande Guerra? Sicuramente il pubblico apprezzerà un bellissimo film d’azione a tema.

the-movies-film-girato

Ma torniamo agli anni ‘20, prima della Grande Depressione: gli attori sono sul set e non vedono l’ora di mettersi all’opera. Intanto vediamo la troupe posizionare antichissime, quanto pesantissime macchine da presa in legno pronte a registrare il primo film della nostra casa di produzione.

Ciak, azione! Gli attori sono ancora inesperti, fortuna che è un film muto! Ed ecco che in un batter d’occhio la nostra pellicola è pronta per essere proiettata nei cinematografi! Leggiamo il suo titolo sulle insegne del cinema situato dall’altra parte della strada, vicino ad un cartellone pubblicitario di un’auto d’epoca. Ci siam distratti un secondo e il nostro film sta già sbancando ai botteghini, tutti ne parlano ma è già il momento di girarne un alto dato che dobbiamo coprire i costi di produzione di quello appena uscito. Servono nuovi set e gli attori vogliono un aumento di stipendio. La vita del produttore cinematografico non è rose e fiori!

La dura vita del produttore cinematografico

Il gameplay di The Movies è complicato ma se avremo pazienza, poco a poco ci prenderemo confidenza: il giocatore deve essere abile nel produrre più film possibile per guadagnare denaro al fine di mantenere il bilancio in positivo e coprire tutti i costi legati alla produzione dei film e alla manutenzione dello studio.

Infatti il pubblico sarà sempre esigente e se vogliamo vedere le nostre pellicole arrivare prime in classifica o vincere premi (sì, ci sono anche gli awards) dovremo conseguire una serie di risultati quali la costruzione e la manutenzione di nuovi set per rendere i film meno monotoni, assumere sceneggiatori più competenti e ricercatori per migliorare le tecnologie, la bellezza del nostro studio ed altri adempimenti. 

Ultime ma non meno importanti, le star le quali necessitano della nostra attenzione a 360 gradi. Un po’ come avviene in The Sims dobbiamo soddisfare tutti i loro bisogni, dallo stress alla cura dell’immagine e del loro camper, alla socializzazione e ahimè, se dovesse succedere anche dalla disintossicazione da alcolici. Non finisce qui: potremo farle esercitare sui vari set per incrementare le loro prestazioni recitative oppure farle allenare nelle palestre per migliorare il fisico.

The-Movies-anni-80

Se saremo abbastanza abili riusciremo, nel corso degli anni, a mantenere alta la qualità delle nostre pellicole e ad avere attori e registi sempre più prestigiosi. Come in WandaVision percepiremo moltissimo il susseguirsi dei decenni: vedremo cambiare lo stile, le tecniche di regia e le tecnologie e, in generale, la complessità dei nostri film passando dal bianco e nero, al technicolor al digitale.

Intanto muterà anche l’ambiente che ci circonda: le star adegueranno il proprio look per essere alla moda e nello studio saranno disponibili nuove decorazioni, mentre i cartelloni pubblicitari verranno aggiornati di anno in anno con nuovi prodotti tipici del periodo storico. Allo stesso modo, alla radio, si susseguiranno i generi musicali in voga nei vari decenni intervallate dalle notizie degli avvenimenti storici più importanti.

Il potente editor di The Movies: realizziamo il film dei nostri sogni

Come se non bastasse oltre al gioco gestionale The Movies offre ai giocatori la possibilità di realizzare il film dei propri sogni. Tramite uno speciale ufficio sceneggiatura è possibile accedere all’editor di film, uno strumento potentissimo.

Una volta aperto abbiamo a disposizione uno storyboard dove disporre le scene selezionabili da ognuno dei nostri set. In ogni scena possiamo selezionare gli attori, il loro look e gli oggetti dell’ambiente, scegliere le inquadrature, le luci e tanti altri aspetti. Possiamo addirittura doppiare il film con la nostra voce.

Se nella modalità carriera saremo limitati dal budget e dalle tecnologie nella modalità sandbox potremo dare libero sfogo alla nostra fantasia. Una volta soddisfatti della nostra piccola opera d’arte potremo anche condividerla con i nostri amici esportando il film come file video.

The Movies, una pietra miliare che va assolutamente recuperata

The Movies è un gioco che tutti gli amanti dei gestionali e di cinema dovrebbero provare almeno una volta. Vedere cambiare lo stile delle sitcom, di puntata in puntata, con tanto di sigle, in WandaVision mi ha dato una sensazione di deja-vù. Così ho ripreso la vecchia copia impolverata del titolo dallo scaffale della mia camera e ho deciso di rigiocarmelo. 

Posso constatare che The Movies sia un titolo invecchiato benissimo se si sorvola un po’ sul comparto tecnico. L’unico problema del gioco è forse la reperibilità: il titolo non è mai stato distribuito in formato digitale questo significa che l’unico modo per giocarlo è avere una copia fisica e un lettore dvd nel proprio pc che di questi tempi è sempre più raro. Proprio per questo spero che prima o poi ci sia una conversione in formato digitale (su GOG è in wishlist). Questa pietra miliare va preservata.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Amerigo "ilCirox" Cirelli

Sono nato nel 1995, gioco ai videogiochi da quando ne ho memoria. Più che una passione, per me il videogioco è un medium capace non solo di intrattenere ma, vista la sua natura interattiva, di creare vere e proprie esperienze.

Per questo motivo, dopo un'adolescenza passata a videogiocare ho deciso di iniziare a scriverne.

Attualmente sono impegnato negli studi giuridici-economici, scrivo su Player.it dal 2018 e gestisco la famosa pagina di meme "ilCirox" su Facebook ed altri social network dal 2015.

Fantasian è davvero l’ultimo videogioco su cui lavorerà Nobuo Uematsu?

Sekiro: Shadows Die Twice, Sekiro: Shadows Die Twice Dark Souls III, Dark Souls III Sekiro: Shadows Die Twice,Dark Souls III: Blades of Ashina

Guidare Sekiro fra le nebbie di Lothric? Da oggi si può fare