Cyberpunk 2077 – La playlist per entrare nel mood del gioco (quella giusta)

cyberpunk 2077 playlist ufficiale spotify

Cyberpunk 2077 è un gioco attaccato ad un estetica e ad una grande quantità di riferimenti diversi quando si tratta di musica e di art direction. Già dal nome i più scafati andranno già a ripescare i volumi di William Gibson comprati in qualche libreria (ad esempio Neuromante) o andranno a cercare su youtube qualche riferimento al movimento cyberpunk, alla ricerca di un atmosfera bladerunneriana da potersi godere passando da un arpeggio di Vangelis ad un sintetizzatore dal tono alieno.

La realtà dei fatti ci suggerisce che Cyberpunk 2077 ha molto di più al suo interno: il suo provenire da un gioco di ruolo nato durante gli anni ottanta (se non lo sapevate,  Cyberpunk 2020) , pieno di controversie e di influenze diverse, sembra dire al giocatore qualcosa come “sono molto più del cyberpunk che solitamente ti propinano sui social network”.

Per cercare di introdurvi alle atmosfere del titolo abbiamo cercato di mettere insieme una playlist di Spotify in grado di staccarsi prepotentemente da quello che il resto del mondo vi propone se cercate Cyberpunk 2077.

La playlist di Cybperunk 2077 scelta da Player.it

Abbiamo messo insieme 86 brani per oltre sette ore di musica spaziando in differenti generi musicali soltanto per ricordarvi non è tutto cyberpunk quello che suona come la retrowave, ne aggiungeremo altri sicuramente.

Cyberpunk 2077, con i suoi sprawn e le sue notti balorde ha molto di Industral Rock, richiama l’aggrotech e l’industrial di matrice germanica, suona come un pezzo industrial techno sparato a volumi imbarazzanti in una gelida notte.

Night City, con i suoi quartieri diversissimi tra loro, avrà sicuramente posto per gli ibridi tra musica elettronica e musica metal e non disprezzerà sicuramente qualche anfratto dove EBM marcia viene suonata mentre potenziati si strusciano tra di loro rischiando di fare le scintille; nel mentre i netrunner, impegnati nei loro sporchi impieghi, si diletteranno ascoltando coldwave tra un hackeraggio e l’altro.

L’abbiamo divisa per generi, potete sentire la nostra playlist dal player che trovate qui sotto, ricordatevi di followarla DA QUI o cliccando il loghetto di spotify nel player e di consigliarla ai vostri amici.

Benvenuti in Nightcity, ma con il giusto mood.

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

epic games store

Far uscire i videogiochi in esclusiva su Epic Games Store ha pagato (secondo Koch Media)

cd projekt red progetti futuri

CD Projekt Red: un futuro fra fantasy e fantascienza