Ritorna Il Trono di Spade, o Game of Thrones per chi ama darsi un tono, e con esso i tanti riassunti, pagelle e recensioni delle puntate. Visto che siamo su Player.it vogliamo anche noi parlare del Trono, a modo nostro però.

Lo faremo puntata per puntata assegnando i punti esperienza ai personaggi, come fossero giocatori durante una sessione di un gioco di ruolo. In fondo, ognuno dei personaggi del Trono di Spade può essere rivisto all’interno dell’archetipo dei giocatori medi. Abbiamo Daenerys che rappresenta inevitabilmente la ragazza del master perché ha le quest migliori, come Jon Snow è il cocco del master, i roleplayer puri come Tyrion, o chi accetta qualsiasi soluzione del master perché “la storia vince sulle regole”, come Jaime ad esempio che si fa tagliare una mano dal DM e non fa una piega.

Questa prima puntata è per forza di cosa una sorta di rientro dalle vacanze, una sorta di mega riassuntone di inizio sessione che dura però una sessione intera, se vogliamo. I personaggi si ritrovano e riprendono le fila del discorso, grandi abbracci e baci, mentre gli Estranei avanzano dal Nord.

Senza ulteriori indugi, andiamo ad assegnare i punti esperienza per la prima puntata dell’ottava stagione del Trono di Spade.

ATTENZIONE!

Spoiler Alert!

Il Trono di Spade

Arya Stark – 700 punti esperienza

Se la vede un po’ con tutti, guadagna un momento personale con Jon Snow e fa del bel roleplay con suo fratello (più o meno…). Porta avanti anche una sotto-quest di creazione armi con Gendry, per cui il DM sta già preparando una relazione amorosa. Sempre attenta alla lore e ben posizionata rispetto agli eventi.

Tyrion Lannister – 450 punti esperienza

Personaggio incredibilmente sottotono, pigro roleplay, battute poco efficaci e già sentite. Prova a vedersela con Sansa Stark tra gli altri, ma i suoi tiri di Diplomazia sono scarsini e prende diplomatici ceffoni un po’ da tutti. Probabilmente avrebbe saltato volentieri la sessione.

Daenerys Targaryen – 500 punti esperienza

Arriva in un territorio ostile, e per l’occasione ha messo un po’ di gradi su Diplomazia, Raggirare e Conoscenze (Nobiltà). Purtroppo non fa un gran tiro con Samwell Tarly, rivelandogli senza nessun tipo di empatia di aver ucciso suo padre e suo fratello. Altri tiri scarsi contro Sansa ed in generale tutto il Nord. Se non altro ci ha provato, sfortuna del dado. Infine, dopo stagioni su stagioni passate a costruire in lei l’idea di un Alessandro Magno al femminile, diventa Joey di Dawson’s Creek e chiede a Jon Snow di scaldarla. Sa di essere la preferita del DM e se ne approfitta.

Sansa Stark – 700 punti esperienza

Riesce ad imporsi nonostante i dialoghi asciutti ed una recitazione ormai inesistente. Merito del suo punteggio di Carisma che, se si ricorda di parlare poco, funziona sempre a dovere. Il suo nuovo background da Lady di Grande Inverno fa un gran lavoro insomma, e lei fa il giusto per impiegarlo quando serve. Non prova a fare roleplay nemmeno per il minimo sindacale, e visto che siamo arrivati alla fine della serie è inutile pretendere di più.

Jon Snow – 650 punti esperienza

Da Cocco del Master® qual è, le sue sono sempre le scene migliori, le storyline migliori, le quest migliori, ed ha pure gli equipaggiamenti migliori. Il nuovo background Legittimo Re di Westeros è una bella rivelazione per lui, peccato per l’essersi esibito in una scenetta imbarazzante poco prima al limite del revival fantasy di Dawson’s Creek (v. sopra), con tanto di faccette buffe quando cavalca i draghi. Il DM sta già preparando il prevedibile lieto fine per lui.

Cersei Lannister – 600 punti esperienza

Sarà che sono passati due anni dalle ultime sessioni/stagioni, ma Cersei si dimentica più volte come ruolare il suo personaggio. Prima fa la leonessa indomabile con Euron Greyjoy, poi cambia idea e si concede al pirata. Poi di nuovo sembra voler dominare Euron, e di nuovo ritorna a fare la donnicciola. Poi chiede a Bronn di uccidere i suoi fratelli con la balestra con cui venne ucciso suo padre. Speriamo che per la prossima sessione recuperi gli appunti del suo PG. Fastidiosa la fissa per gli elefanti, come chi si ostina a far perdere tempo a tutta il gruppo manipolando la sessione con le sue storie personali.

Samwell Tarly – 800 punti esperienza

Viene martoriato dalla gravissima notizia riguardante la sua famiglia, ma nonostante tutto rimane fedele al personaggio e non fa metagioco, reagendo in maniera composta e coerente. Sfrutta invece il metagioco fatto persona che è Bran Stark per fare la rivelazione più importante dell’intera campagna/show del Trono di Spade a Jon Snow. Samwell Tarly si rivela il giocatore affidabile che ogni DM vorrebbe al suo tavolo.

I PNG della puntata e le comparsate – 650 punti esperienza

Beric Dondarrion, Tormund e gli altri fanno giusto delle comparsate. Loro, insieme a Edd l’Addolorato sono protagonisti di un momento in stile horror movie di serie B, telefonatissimo e poco incisivo. Bran Stark fa giusto per sembrare una comare. Varys assente dalla sessione ed interpretato dal DM. Jaime Lannister arriva tardi a sessione perché ha finito tardi in palestra e passa giusto per un saluto.

4.91/5 (77)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!