Il freddo che sta investendo gran parte del nostro Paese, le luci che colorano le strade delle città, e i primi cosplayers di Babbo Natale sparsi nei centri commerciali, fanno capire che il Natale è ormai alle porte. E quindi iniziamo ad assaporarne l’atmosfera, pensando alle grosse quantità di cibo che ingeriremo, all’atavico scontro tra Pandoro vs Panettone, ai regali da fare. Eppure festeggiare il Natale non si limita solo a questo, ma vuol dire soprattutto ritrovare un po’ di tempo piacevole per sé stessi, con la compagnia della famiglia e degli amici, nel calore della propria casa.

In questo meraviglioso contesto, i videogiochi possono essere quel più in grado di regalare bei momenti, condividendo la nostra passione più grande con i nostri cari.

Il divertimento secondo Sony tra nostalgia e nuove frontiere

La Tombola vi ha stufato e vi piacerebbe passare a giochi di società 2.0? Non temete, perché pare che Sony abbia trovato il modo di coinvolgere anche chi non è appassionato di video games. Questa invenzione si chiama PlayLink, e si tratta di una raccolta di party game, i quali non richiedono l’utilizzo del joypad e nemmeno chissà quale abilità, ma semplicemente uno smartphone. Basta infatti scaricare l’app gratuita su PlayMarket o Apple Store, e da lì è possibile partecipare alle diverse sfide proposte. Dimmi Chi Sei! è il titolo che ha inaugurato PlayLink, e mette alla prova il livello di amicizia o conoscenza tra i vari partecipanti.

Ma non è tutto: il catalogo è stato recentemente arricchito da Hidden Agenda, Sapere è Potere e SingStar Celebration, che portano – rispettivamente – i giocatori a risolvere un caso thriller, a sfidarsi su domande di cultura generale, e infine a mettere alla prova le proprie doti canore, attraverso lo smartphone usato come microfono. Di norma è possibile giocare per un massimo di sei giocatori. Se siete incuriositi, vi rimandiamo a un approfondimento sui titoli di PlayLink.

È assai comune ricordare il passato durante le feste natalizie, condividendo i ricordi con i propri cari. Nel nostro personale Natale a tema video games, sfogliare l’album delle foto può tradursi in rivestire i panni dei nostri eroi di infanzia. D’altronde Crash Bandicoot, l’eccentrico marsupiale di casa Naughty Dog, è stata la mascotte del Natale per molti di noi: non credo di essere l’unica a portare il ricordo di me, piccola, in pigiama, che scartava una grossa scatola contenente la PlayStation e il gioco di un animale arancione dalla faccia da furbetto. Un frammento di memoria che ha rappresentato l’inizio di un amore senza fine.

Se quindi desiderate gettarvi nella braccia della nostalgia, la remaster di Crash Bandicoot N. Sane Trilogy per PlayStation 4 può rivelarsi un’esperienza davvero piacevole. La versione include i primi tre capitoli usciti negli anni Novanta, completamente rimasterizzati da Vicarious Visions, e quindi dotati di una grafica molto più moderna e con dei comandi rivisti. Il resto è esattamente come ve lo ricordate: dalle scatole di TNT, ai nemici, fino alla difficoltà. Difatti, non abbiate timore di far morire il pover Crash, non solo perché le varie animazioni rimangono divertenti, ma soprattutto perché aiuta a riabituarsi all’idea di morire in un videogioco, togliendo l’esclusiva a Dark Souls (a cui è stato paragonato, davvero).

Giocare in compagnia secondo Nintendo

Abbandoniamo le proposte di Sony per rivolgerci invece a chi desidera videogiocare in maniera tradizionale e soprattutto in compagnia. Da questo punto di vista Nintendo Switch offre una vasta scelta di titoli multiplayer in grado di coinvolgere partecipanti di diverse età ed abilità. Da Splatoon 2, sparattutto in terza persona coloratissimo e simpaticissimo (ma solo se possedete più di una Switch), sino ad ARMS, un picchiaduro frenetico e divertente, in questi giorni pubblicizzato nelle nostre TV da Mara Maionchi e Gianluigi Donnarumma. Lo spot rispecchia appieno le potenzialità dell’ultima console Nintendo, fruibile davvero da tutti, soprattutto in diverse situazioni.

Inoltre, se proprio volete andare sul classico, non potete dimenticarvi di Mario Kart 8 Deluxe, un must se si ricerca il divertimento in compagnia attraverso delle vere e proprie icone. L’unico rischio è la possibilità di perdere amicizie storiche, perché prendere una banana in curva non è certo bello. Tuttavia è pur sempre Natale, quindi cerchiamo di restare buoni.

Trastullarsi in multipiattaforma!

Non dimentichiamoci che esistono titoli multipiattaforma capaci di regalare momenti di puro divertimento in compagnia. La scelta è ampia, specie tra i picchiaduro: accanto a Tekken 7 di Bandai Namco, Injustice 2 è un altro ottimo esempio. Premiato come miglior picchiaduro ai The Game Awards 2017, il titolo di NetherRealms è perfetto per chi non rinuncia a una buona dose di adrenalina da vivere con gli eroi di DC Comics. Tra l’altro è di questi giorni la notizia che vede l’aggiunta di Atomo, eroe nato negli anni Sessanta, nel pieno della fobia del nucleare.

Tuttavia i videogiochi non sono semplice violenza, ma dimostrano che è possibile divertirsi in gruppo senza il bisogno di versare sangue. Questo è dimostrato da titoli come Rocket League. Il gioco realizzato da Psyonix Studios riesce a riprodurre la competizione tipica dello sport attraverso uno stile completamente pazzoide: le partite sono ambientate in campi da calcio, e l’obiettivo è segnare il più possibile. Il problema è che a calciare la palla non sono persone, bensì macchinine. Esse possono essere personalizzabili nel modo più eccentrico possibile, e soprattutto vederle roteare e volteggiare nel tentativo di fare gol è uno spettacolo davvero paradossale. Il titolo è disponibile su PlayStation 4, Xbox One, PC e da poco anche su Nintendo Switch.

rocket league

Le scelte per giocare in compagnia senza alcuna distinzione di età non si esauriscono qui. Vi è un titolo, forse passato inosservato, che si chiama de Blob, ed è perfetto sia per gli adulti che per i più piccini. Si tratta di un gioco uscito quasi dieci anni fa su Nintendo Wii, ed è una specie di platform incentrato sul concetto di colore. Il mondo dei Radiani è stato infatti colpito dai Grigiani, che hanno reso le città un ammasso di grattacieli in bianco e nero. L’obiettivo è quello di riportare il colore nel mondo grazie all’aiuto del protagonista Blob. Lo stile è davvero carino, e nonostante le meccaniche semplici, può essere gradevole anche per un adulto. Anche perché, grazie alla recente remaster, de Blob è stato rifinito ed è disponibile in multipiattaforma.

Infine, per rimanere in ambito party game, vi rimandiamo a Puyo Puyo Tetris, titolo SEGA che unisce due capisaldi dei giochi arcade, come appunto Puyo Puyo (più celebre in Giappone) e l’intramontabile Tetris. Anche qui vi sono diverse modalità di sfida a due giocatori.

Vi auguriamo tane buone partite!

Dopo questo lauto elenco, difficile non trovare un’esperienza in grado di soddisfare sia il vostro animo da videogiocatori riuscendo a battere lo scetticismo dei parenti più anziani o più giovani, e lo snobismo degli amici più mondani. Come dicevamo all’inizio, Natale vuol dire condividere la gioia, e anche in questa occasione i videogiochi si rivelano capaci di regale vari tipi di emozioni ed esperienze, come ridere con la mamma perché con il suo kart è caduta da un arcobaleno, o scherzare con l’amico appena battuto con Heihachi Mishima, oppure cantare con il partner a squarciagola tenendo lo smartphone, o ancora festeggiare con lo zio il gol fatto con le vostre macchinine.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!