Chicken Police | Recensione (PC)

Chicken Police è il primo titolo sviluppato dallo studio indipendente “The Wild Gentlemen”, un team non assolutamente allo sbaraglio, poiché composto da membri che hanno lavorato a colossi quali The Witcher 3, Call of Duty WWII, Warhammer: Mark of Chaos e Crysis.
Chicken Police è un’avventura grafica, un noir ambientato in un mondo surreale, e caratterizzato da un senso dell’umorismo unico; Tuttavia se mi doveste chiedere di descrivere in breve questo titolo vi direi di prendere Grim Fandango, Sin City e BoJack Horseman, mischiare il tutto e condire con una buona dose di mistero ed ecco a voi un perfetto esempio di ciò che è Chicken Police.

It’s a Cop… It’s a Bird… It’s the Chicken Police!

La notte di capodanno Sonny Featherland, un famoso investigatore pronto al pensionamento viene contattato da una donna vittima di minacce, il primo istinto è quello di rifiutare la richiesta e godersi i suoi ultimi giorni senza imbarcarsi in nuove imprese, ma l’insistenza della donna e il suo fiuto da detective gli dicono che c’è qualcosa di ben più grave nascosto dietro a quelle minacce e decide di accettare il caso.

Un agente tuttavia non lavora mai da solo e quale miglior parner potrebbe scegliersi se non Marty MacChicken, suo vecchio compagno di avventura. I due si mettono quindi all’opera ricomponendo lo storico duo di galli conosciuto come Chicken Police.

A sinistra Marty MacChicken, a destra Sonny Featherland

Il mistero si cela in ogni angolo a Clawville…

Nel corso della nostra indagine avremo modo di incrociare una miriade di personaggi strambi ed eccentrici, non solo i nostri due protagonisti tutti in questo titolo hanno la stessa peculiarità: sono animali con sembianze antropomorfe, e la loro fisicità rispecchierà la loro personalità, i nostri due galli proseguiranno sempre fieri e a testa alta, una gatta sarà sensuale e maliziosa, un ratto sarà abbastanza vile e un certo alligatore non poco subdolo, ah e ci sarà un certo cavallo bartender, ma non è chi pensate voi.

Nella città di Clawville è possibile esplorare oltre 25 ambientazioni, ognuna caratterizzata da una particolare atmosfera che rende unica l’immedesimazione. Nel proseguire della storia gli scenari muteranno in linea con gli avvenimenti e sarà possibile ritornare in aree precedentemente esplorate per approfondire la conoscenza dei personaggi o trovare utili informazioni.

Tutti gli strumenti di un buon investigatore

Cosa sarebbe un investigatore senza i suoi preziosi strumenti?
Nelle nostre indagini sarà necessario fare uso del nostro buon occhio e buon intuito, ma una serie di strumenti ci aiuteranno, e a volte saranno necessari, a risolvere alcuni misteri. Sonny prenderà nota di informazioni sensibili su ogni personaggio e potremo aprire il taccuino in qualsiasi momento per verificare il profilo di ciascun personaggio incontrato, nella sua ventiquattrore potremo invece trovare una serie di indizi che verranno raccolti man mano che proseguono le indagini.

Ma la parte più interessante è quella degli interrogatori, una sorta di minigioco in cui analizzando il profilo del nostro soggetto dovremo essere in grado di porre le domande adeguate, permettendoci di analizzare più approfonditamente la sua personalità e guadagnare la sua fiducia. Il “Detective Meter” ci permetterà di capire se il nostro interrogatorio stia andando nel verso giusto.

Una volta raccolti un buon numero di indizi ed informazioni cruciali dovremo poi essere in grado di raccogliere le idee per ricollegare tutti gli avvenimenti e proseguire.

Chicken Police è un titolo con una personalità unica, di cui è impossibile non innamorarsi e con una capacità, proprio grazie al suo essere esuberante, di coinvolgere anche chi non è un appassionato delle avventure grafiche. La trama è particolarmente accattivante e ricca di colpi di scena e vi terrà col fiato sospeso fin dai primi minuti. Unica piccola pecca è la mancanza di un adattamento in italiano, indispensabile se non si mastica bene l’inglese, specie per un titolo così incentrato sulla lettura ed i dialoghi.

Yestermorrow: ai confini del tempo in un viaggio 2D | Recensione

Puoi accarezzare il cane su Monster Hunter: Rise, ma puoi anche personalizzarlo