WRC 7 FIA World Rally Championship – Recensione


Articolo a cura di Pietro Gualano


I giochi dedicati al mondo del rally sono sempre difficili da gestire: questa disciplina, affascinante e popolare, è estremamente complessa da riproporre in ambito videoludico e gli sviluppatori sono sempre alla ricerca di un equilibrio tra simulazione e arcade. La prima volta in cui abbiamo preso in mano il pad per giocare a WRC 7, quindi, non sapevamo bene cosa aspettarci ed eravamo aperti a tutto: la nostra speranza, chiaramente, era che la formula del precedente capitolo della serie fosse stata migliorata mantenendone gli aspetti più riusciti. 

Oggi, dopo aver provato ogni singolo rally e aver testato i bolidi presenti nel gioco, siamo finalmente pronti a darvi il nostro giudizio finale e a dirvi se, secondo noi, questo WRC è il più riuscito di sempre.


Un altro mondo

Partiamo subito dalla componente più importante del gioco: il gampelay. Anche quest’anno non ci troviamo di fronte a un prodotto fortemente simulativo, gli sviluppatori hanno cercato di proporre un gioco che fosse fedele alla realtà ma che, al tempo stesso, fosse anche in grado di divertire quei giocatori non troppo esperti di motori. La difficoltà può essere gestita grazie al classico sistema di attivazione e disattivazione degli aiuti, ma complessivamente parlando abbiamo trovato il livello di sfida adeguato e ben calibrato.

Le novità in questo capitolo rispetto al predecessore sono molte e la più rilevante, senza dubbio, riguarda la fisica delle auto. Le vetture sono più potenti e scattanti di quelle viste in passato, sono difficili da tenere in curva e richiedono un certo controllo. La gestione delle sterzate è sensibilmente migliore e la scalata delle marce si avverte in modo drastico mentre si guida, il peso delle vetture si sente al 100% e guidare con auto più o meno performanti è tremendamente diverso. Anche le condizioni della pista ora hanno un impatto più realistico sull’auto guidata dal giocatore: affrontare un percorso sabbioso, per esempio, richiede un approccio unico nel suo genere e di conseguenza l’utente deve imparare nel minor tempo possibile a destreggiarsi su più tipi di terreni. 

Il gioco, avendo licenza ufficiale, vede anche l’applicazione di tutte le modifiche del mondiale reale di rally e di conseguenza il giocatore può beneficiare di un vero e proprio boost alle prestazioni impensabile in passato. Nonostante ciò, comunque, ci vuole parecchio tempo per padroneggiare i bolidi fedelmente riprodotti dagli sviluppatori e nelle prime ore di gioco si finisce quasi inevitabilmente per volare spesso fuori pista. Dopo aver imparato a gestire le sterzate, il tipo di terreno, il peso delle auto e le altre mille variabili coinvolte, tuttavia, la soddisfazione è veramente tanta e il giocatore ha la possibilità di godersi al 100% un titolo ben fatto.

Complessivamente, quindi, possiamo promuovere a pieni voti il gameplay di WRC 7: non abbiamo notato grosse sbavature e riteniamo che gli sviluppatori abbiano centrato in pieno il giusto equilibrio tra arcade e simulazione. I passi in avanti rispetto al precedente capitolo ci sono e speriamo che i ragazzi di Kylotonn Racing Games proseguano su questa strada.


Sabbia e neve

WRC 7 FIA World Rally Championship è, come abbiamo detto, un gioco su licenza ufficiale. Questo significa che sono presenti 55 team ufficiali tra WRC, WRC 2 e WRC Junior, 13 rally e vetture realizzate da compagnie storiche come la Toyota o la Ford. Oltre a ciò, comunque, il giocatore può buttarsi in 52 gare speciali e ben 13 epic stages: questi ultimi rappresentano una sfida veramente tosta, dal momento che sono corse che possono tranquillamente superare i 15 minuti di durata. 

Le piste dei rally sopra citati ci hanno conquistati e crediamo che rappresentino il vero e proprio valore aggiunto del gioco: stiamo parlando di percorsi situati in tutto il mondo (Germania, Argentina, Finlandia, Italia…) e ognuno di essi ha un carattere unico e immediatamente riconoscibile. Non mancano nemmeno circuiti cittadini come quello di Barcellona, sicuramente più lenti rispetto agli altri ma altrettanto divertenti. Gli sviluppatori hanno fatto un gran lavoro con i percorsi curandoli anche nei piccoli dettagli, ci sono sassi ai lati delle curve che sono presenti anche nella realtà e questa è veramente musica per le orecchie di un appassionato.

Anche le auto sono state curate molto e si comportano in modo unico: ci vogliono un po’ di prove per trovare la vettura giusta da utilizzare, ma dopo averla individuata vi assicuriamo che non la lascerete più andare. Gli sviluppatori hanno anche inserito un sistema di danni che influisce sia dal punto di vista estetico che da quello pratico: ammaccate troppo la vostra auto e la vostra performance ne risentirà, faticherete di più a tenerla in curva e potreste anche non riuscire a terminare la gara in maniera dignitosa.

Tecnica azzeccata

Dal punto di vista tecnico WRC 7 FIA World Rally Championship è un prodotto buono ma non eccellente: l’impatto visivo è sicuramente migliore di quello del predecessore, ma nel corso della nostra prova abbiamo notato qualche calo di frame rate di troppo (generalmente siamo sui 35 stabili). Gli effetti di luce sono stati riprodotti molto bene, così come i riflessi sulle superfici ghiacciate e le ombre degli elementi dello scenario. I caricamenti sono leggermente lunghi (niente di drammatico), mentre abbiamo apprezzato molto la gestione delle gare in notturna e di quelle in generale a scarsa visibilità. 

Dal punto di vista audio non ci possiamo lamentare: il gioco è tradotto e doppiato in italiano e il secondo pilota avverte dell’arrivo delle curve in modo chiaro e con un buon anticipo. Il rombo dei motori è stato riprodotto bene, mentre le musiche non sono particolarmente memorabili.


Dal punto di vista delle modalità, per concludere, non ci sono grosse novità da segnalare: abbiamo la classica gara veloce, la carriera in cui partire dal basso e diventare un campione, gli epic stages di cui abbiamo parlato prima e le sfide. Non possiamo ancora pronunciarci sul comparto online purtroppo, ma non crediamo ci saranno particolari problemi. 

Una piccola nota che siamo certi sarà gradita a molti utenti: è presenti lo split-screen per il multiplayer in locale e funziona alla grande.

Conclusione 

WRC 7 FIA World Rally Championship è un ottimo gioco di rally, un titolo che migliora sotto ogni aspetto il predecessore aggiungendo alcune interessanti novità. Le piste sono splendide, la fisica funziona molto bene e gli epic stages rappresentano una sfida complessa ma al tempo stesso stimolante. La strada presa dagli sviluppatori è quella giusta, ci sono ancora margini di miglioramento ma possiamo tranquillamente promuovere il gioco.

In conclusione, quindi, l’acquisto è sicuramente consigliato a tutti i giocatori alla ricerca di un titolo di qualità dedicato al mondo del rally. 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Telltale Games: Pete Hawley è il nuovo CEO

THUNDEROBOT amplia la sua linea di prodotti: ecco ST-PRO