Everybody’s Golf – Recensione Playstation 4


Dopo aver passato la tenera età a giocare al primo Everybody’s Golf su Playstation 1, arriva a distanza di vent’anni un nuovo capitolo della serie che promette di portare lo storico gioco di golf nel mondo del multiplayer social senza snaturare l’anima di questo titolo.
Dopo aver avuto ottime prime impressioni dalla versione beta, ci siamo tuffati con fiducia in quello che sembra a tutti gli effetti essere un vero e proprio reborn del brand.


Stesso Studio, Nuovo Campo

Come era in principio, sono sempre i ragazzi dello studio clap handz a curare la rinascita di Everyebody’s Golf con la collaborazione di Japan Studio. La prima impressione che si ha sul gioco, per chi conosce la saga, è di assoluta familiarità: tornare a impugnare le diverse mazze è quanto di più naturale ci sia. Confermiamo subito quello che è il pezzo forte del titolo: una facilità di approccio per i neofiti  che rivela invece una profondità di gameplay davvero impressionante. Non è un casual game, ma ha la stessa facilità di approccio. Andando avanti nel gioco la difficoltà e gradualmente crescente: il terreno si può fare nemico diventando scosceso, ripido e sabbioso. Il meteo può soffiarci contro mettendoci di fronte alle situazioni metereologi che più avverse: questo, tuttavia, non ci fermerà dal tentare di fare lanci perfetti e di scendere sotto il PAR per battere l’avversario di turno. Anche il personaggio cambierà in base al vostro stile di gioco: un sistema di crescita basato sui punti esperienza premierà il modo in cui giocate. Usate spesso una mazza rispetto ad un’altra, oppure siete sempre particolarmente precisi nei tiri? I valori associati cresceranno più rapidamente. Questo aspetto del gioco ci è molto piaciuto: dinamico e stimolante, spinge il giocatore a migliorarsi e a curare diversi aspetti del proprio stile di gioco senza fossilizzarsi.
Per quanto riguarda il menu le novità non sono poche: ora tutto si svolge al vostro campo base, una sorta di hub stile mod nation racers dove è possibile avere tutto sotto controllo ed entrare nel menu e modalità di gioco che in quel momento vogliamo esplorare. Menzione speciale per quanto riguarda il single player alla modalità carriera, più profonda che nei capitoli precedenti e sempre più immersiva e competitiva. SI tratta di competere su una serie di 9 o 18 buche e sfidare i vari avversari che mano a mano ci si presenteranno davanti.

everybodys-golf-ps4-14

Che Stile!

Cosa rende il gioco speciale? Senza dubbio la sua ambientazione, i suoi colori, i personaggio cartoon allegri e fuori di testa nonché la grandissima caratterizzazione grafica di ogni campo di gioco. Pur non essendo modelli poligonali che fanno gridare al miracolo lo stile generale rimane piacevolmente impresso e accompagna quello che è un gameplay davvero rilassante ma competitivo allo stesso modo. Il gioco del golf per sua natura ma soprattutto in questa trasposizione video ludica da il meglio di se quando con la santa pazienza ci si mette a giocare, ragionare e scalare livelli esperienza nonché conquistare nuove personalizzazioni, mazze, accessori per il nostro personaggio. Il tutto in uno stile davvero imperdibile! Due parole inoltre vanno spese anche per la colonna sonora, che è davvero azzeccatissima e ci accompagna piacevolmente in ogni momento. Per quanto riguarda il comparto puramente grafico si poteva sicuramente dare di più in termini di poligoni e framerate, nonostante il supporto per Playstation Pro permetta di giocare a 60 FPS o in 4K. Stessa cosa dicasi per il doppiaggio e le scritte che non sempre sono perfette.

Un nuovo mondo persistente

La curiosità più grande per chi attendeva questo gioco e ne conosceva le precedenti versioni è sicuramente quella di vedere cosa sono riusciti a realizzare i ragazzi di Clap handz e japan Studio per quanto riguarda il comparto multiplayer. Vero e proprio vaso di pandora, poteva trasformarsi da trappola a vero pantano nel tentativo di rivoluzionare il genere senza snaturarlo. Fortunatamente tutto è andato per il meglio: il comparto multiplayer è godibile e fresco, e la soluzione adottata dagli sviluppatori mette davvero tutti d’accordo.
Il multiplayer si chiama “campo aperto” e si svolge in questo modo: possiamo in qualsiasi momento entrare in uno dei tanti mondi persistenti completamente esplorabili. Si tratta di mondi con 9 buche ognuno dove è possibile in qualsiasi momento mettersi su un tee e tirare fuori la nostra mazza da golf. E’ possibile sia fare una buca “for fun” oppure affrontare un percorso competitivo classificato. Se invece non avete voglia di impugnare la mazza poco male: il mondo è completamente esplorabile e andare in giro per i campi vi porterà a trovare numerosi bonus e oggetti nascosti come una pallina speciale e tante altre sorprese.  Ma non finisce qui: vedete quel laghetto all’orizzonte? Potete buttarvici in qualsiasi momento per una nuotata in solitaria o competitiva con altri giocatori, piuttosto che per una battuta di pesca. La modalità multiplayer di Everybody’s Golf infatti offre una serie di mini giochi davvero godibili che spezzano il classico gameplay, sono allo stesso tempo divertenti e competitivi. Di fatto i mondi persistenti completamente esplorabili non sono altro che luna park pronti a soddisfare le nostre esigenze!

Commento Finale

Un grande, grandissimo ritorno per la serie Everyboy’s Golf. Il gioco, da amanti dei precedenti capitoli, ci ha convinto in ogni suo aspetto regalandoci feeling e novità allo stesso tempo. Il multipleyer voi è una vera chicca assolutamente da premiare. L’acquisto è consigliato anche ai curiosi che non amano particolarmente il genere: il prezzo budget di 39,90 euro rende questo gioco appetibile a tutti i palati che con un esborso contenuto si ritroveranno tra le mani un mondo da scoprire ricco di colori, divertimento e soprattutto di un solido gameplay.


Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Pocket Snap – Trucchi e consigli

ROG Zephyrus: il nuovo notebook gaming targato Asus