Naruto Storm 4: Road to Boruto – Recensione DLC


Articolo a cura di Pietro Gualano 


 

 

Il manga dedicato a Naruto si è ormai concluso da tempo, il finale ha letteralmente spaccato la fan base deludendo molti ma il franchise rimane comunque molto amato e apprezzato. Bandai Namco ha deciso di sfruttare l’ultimissimo volume del magna (quello dedicato all’epilogo) e l’ultimo film per proporre al pubblico una nuova espansione di Ultimate Ninja Storm 4, un DLC chiamato Road to Boruto. A parer nostro è stata una scelta saggia, sarebbe stato difficile proporre un gioco intero basato su questo personaggio ma non trattarlo o limitarsi a inserirlo nel roster senza un approfondimento narrativo sarebbe stato imperdonabile. I giocatori e fan di Naruto, quindi, possono nuovamente lanciarsi all’avventura e scoprire il mondo dopo la conclusione della grande guerra ninja.

 


La leggenda di Boruto

 

Chi è Boruto? La risposta è molto semplice, è il figlio del settimo hokage, Naruto. La somiglianza con il protagonista della prima serie del manga è notevole, il simbolo sulla divisa è quello degli Uzumaki e anche l’arroganza è la stessa. “La leggenda di Boruto” è indubbiamente il pezzo forte dell’espansione, una vera e propria modalità storia strutturata in modo simile a quella del gioco base che ci permette di vedere in azione i protagonisti del manga da grandi e, ovviamente, ci consente di seguire le imprese di Boruto e compagni. La trama realizzata per l’occasione non brilla per l’originalità ma è comunque molto piacevole, specialmente per un fan della serie: vedere Naruto alle prese con un ragazzino problematico è piuttosto divertente, così come scoprire che fine hanno fatto tutti gli altri ninja della foglia.

Naturalmente non mancano antagonisti di peso anche se ci saremmo aspettati qualcosa in più da questo punto di vista… Probabilmente è difficile reggere il confronto con i ninja rinnegati del manga e ci rendiamo conto che realizzare un cattivo ben caratterizzato per una storia così breve non sia la cosa più semplice del mondo. La longevità della storia non è il massimo e in qualche ora al massimo si finisce tutto, non mancano missioni secondarie (mai realmente avvincenti) e obiettivi bonus da raggiungere nel corso della battaglia. Gli scontri sono esattamente identici a quelli presenti nel gioco base e non ci sono novità da questo punto di vista, la difficoltà è bassa come al solito e non abbiamo mai perso anche giocando al livello più alto.


combattimento road to boruto

Nuove aggiunte al roster e modalità inedite

 

Gli sviluppatori hanno approfittato del lancio di Road to Boruto per inserire nel gioco alcuni personaggi da usare sia offline che online: oltre a Boruto e Sarada (già disponibili in pre order in realtà) abbiamo l’ultimo membro del team, Mitsuki, Naruto in versione settimo hokage, Sasuke in versione viaggiatore errante e alcuni personaggi bonus come Mecha Naruto. 

Le nuove aggiunte al roster complessivamente funzionano e sono sicuramente divertenti da utilizzare, non mancano nemmeno nuove tecniche segrete che faranno senza dubbio la gioia degli appassionati del manga e contenuti speciali a tema. Forse la nuova versione di Sasuke (tanto per cambiare) e Mitsuki sono un po’ sbilanciati rispetto agli altri, ma siamo certi che in caso di problemi gli sviluppatori interverranno con una patch correttiva.

Abbiamo apprezzato anche molto l’idea di introdurre nel gioco la modalità spettatore, semplicemente perfetta per chi vuole organizzare tornei competitivi, ma anche i miglioramenti complessivi alla modalità endless sembrano degni di nota (queste novità verranno introdotte con un aggiornamento al lancio dell’espansione). 


Tecnica ninja

 

Tecnicamente parlando l’espansione è estremamente simile al gioco base: gli sviluppatori propongono una grafica molto ricca e colorata in stile anime e fanno un largo uso di QTE e sequenze fumettistiche. Il livello è alto e la gestione della luce è come sempre di primo livello, ma stranamente in quest’espansione abbiamo riscontrato qualche problema di troppo con la telecamera di gioco nelle sezioni di esplorazione.

Il frame rate non cala nemmeno nelle fasi più frenetiche e questo è un fattore eccellente per un gioco di questo genere, non sono presenti bug o problemi particolarmente gravi che costringono a riavviare e il comparto audio è come sempre all’altezza della situazione.

 

Conclusione

 

Road to Boruto è sicuramente una buona espansione, i nuovi personaggi introdotti nel roster sono divertenti da usare e la modalità storia ha una trama piacevole (anche se un po’ corta, gli sviluppatori avrebbero potuto inventarsi qualcosa per allungarla). Tecnicamente il livello è come sempre molto alto e siamo convinti che non ci saranno problemi in questo senso.


L’acquisto è sicuramente consigliato per chi ha finito il manga e desidera tornare a immergersi nel mondo di Naruto, mentre gli altri dovrebbero aspettare: la storia, infatti, contiene un numero impressionante di spoiler sugli ultimi capitoli.

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

The Last Guardian: Sony taglia il prezzo in modo permanente

Dragon Ball Fusions: Un nuovo trailer