COD Black Ops Escalation – Video Recensione


Dopo i successi di First Strike primo DLC di Call of Duty Black Ops, Treyarch ed Activision aggiungono nuovi contenuti al loro ultimo First Person Shooter attraverso un nuovo DLC chiamato “Escalation”. Disponibile al momento solo su Xbox 360 al costo di 1200 Microsoft Point, Escalation, così come il primo DLC, fornisce ai giocatori quattro nuove mappe multiplayer ed una inedita modalità Zombie.


Video Recensione di CoD:BO Escalation disponibile sulla GamesVideoTV

LA CHIAMATA DEI NON MORTI

Nella sterminata tundra siberiana ghiacciata, un vecchio avamposto sovietico giace abbandonato, coperto da un manto di neve immacolata”. Comincia così la nuova modalità Zombie offerta da Treyarch. Con un copione di fondo, cutscene e l’intervento del maestro George Romero, Call of the Dead offre un’esperienza tutta nuova e decisamente intrigante.
Quattro come sempre i posti disponibili con i giocatori che indosseranno i panni di Danny Trejo, Michael Rooker, Sarah Michelle Gellar e Robert Englund. La storia vede i quattro attori intenti a registrare un film a tema zombie diretti da Romero, ma l’intervento di veri zombie cambierà del tutto le carte in tavola portando il gruppo a dover lottare realmente per aver salva la loro vita.

L’ambientazione scelta da Treyarch è duplice, ci si troverà infatti sia in un isolotto con un grande faro che su di una una nave cargo abbondonata di fianco all’isola. Ad unire i due luoghi ci sono le zip line, ossia corde su cui potremo scivolare e dei jumper, ossia piattaforme che ci lanceranno in aria facendoci atterrare in luoghi già stabiliti. Resta alla base della modalità il solito concetto del “non pensare, spara”. Se di fronte abbiamo un qualsiasi oggetto che si muove, non perdiamo tempo e facciamo fuoco, è questo infatti l’unico modo per restare in vita e superare i vari round.

Resta come sempre l’obbligo di procedere per obiettivi, non basta infatti solo uccidere gli zombie, ma dovremo anche raggiungere specifici luoghi per spingere pulsanti, abbassare leve o semplicemente cecchinare gli zombie coprendo la fuga ai nostri compagni, soprattutto da Mr. Romero, il boss di questo DLC che possiede velocità ed un attacco elettrico imponente. La sua forza è superiore ai nemici, ma a differenza di questi che possono essere facilmente messi a terra, Romero possiede un’incredibile vitalità e l’unico modo per calmarlo sta nel lanciarci in acqua – senza però restarci troppo o rischieremo l’ipotermia.

Se in passato la modalità zombie era solo una caratteristica in più, in Escalation Call of the Dead è la modalità principe, quella per cui vale la pena spendere i soldi richiesti. Dopotutto abbiamo Machete, Buffy , Slither e Nightmare in fuga contro gli zombie di Romero. Un sogno trasformato realtà!

QUATTRO NUOVI MONDI IN MULTIPLAYER

Quattro, come già accennato, le mappe multiplayer disponibili: Convoy, Stockpile, Zoo e Hotel, tutte mappe di medie dimensioni.

Si parte da Convoy, mappa ambientata su di una strada semi distrutta da un attacco russo. Intorno alla strada sono presenti cavalcavia, impalcature ed edifici dove i cecchini avranno vita facile. I numerosi passaggi su entrambi i lati della strada consentono tuttavia di passare da un lato all’altro della mappa in piena tranquillità.

Hotel ci porta a Cuba. Mappa media ma che appare decisamente grande. L’ambientazione comprende gli ultimi due piani superiori di un grande Hotel e come caratteristica unica presenta tre ascensori che ci consentono di salire e scendere di piano – piazzando una claymore dentro l’ascensore è possibile uccidere un nemico quando le porte si apriranno. Ottima per i giocatori rapidi e silenziosi.

Stockpile ci porta in un paesino russo dedito alla coltivazione di testate nucleari. Poco è lo sviluppo verticale e tutto è incentrato sul grande magazzino centrale. Quest’ultimo possiede due porte automatiche che possono essere aperte o chiuse dai giocatori. Si tratta di una caratteristica poco utile dato che il comando per aprire è presente anche all’esterno e l’edificio possiede altri ingressi non protetti. Di tutte le mappe, Stockpile è la meno riuscita.

Resta infine Zoo, ambientata in uno zoo russo abbandonato. Come Stockpile, Zoo si sviluppa su una forma circolare con l’azione che prenderà piede maggiormente al centro della mappa, tra gabbie ed habitat animaleschi abbandonati. Grazie alla presenza del binario di una monorotaia e diversi edifici a più piani, Zoo offre però un buon mix di gioco tra cecchinaggio estremo e lotta dura faccia a faccia.

CONCLUSIONE

In conclusione Escalation ha confermato le nostre speranze. Le quattro mappe multiplayer aggiungono qualcosa di nuovo al multiplayer divertendo nuovi e vecchi giocatori. Ad alzare l’asticella del divertimento c’è Call of the Dead, una modalità zombie con guest star che danno un’attrattiva in più rispetto al solito. Se siete appassionati di Black Ops, l’acquisto è più che consigliato, in caso contrario Escalation è la scusa perfetta per immergersi a pieno nell’opera di Treyarch.

Escalation è il secondo DLC realizzato per Call of Duty: Black Ops, titolo sviluppato da Treyarch e distribuito da Activision. Il contenuto scaricabile è disponibile in esclusiva temporanea su Xbox 360. La data di pubblicazione per PC e PS3 non è ancora stata comunicata.


Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Darkspore – Recensione

Section 8 Prejudice: Recensione