Lego Star Wars III: The Clone Wars – Recensione


lsw3_packmock_ps3_it_1Lego Star Wars III: The Clone Wars si é da subito proposto come il titolo che rivoluzionerà il brand TT Games + LucasArt. Con l’aggiunta di nuove caratteristiche, l’ampliamento tecnico e qualche piccolo accorgimento extra, le intenzioni di Traveller’s Tales sono quelle di portare in auge una saga da lungo tempo amata dai fan Lego e Star Wars.

Con queste premesse, Lego Star Wars III: The Clone Wars é un titolo che si porta dietro una pesante responsabilità: riuscire a migliorare ciò che c’era di buono nei precedenti capitoli, senza rischiare di snaturare la serie.
Seguite la recensione di Games.it, e insieme scopriremo se Lego Star Wars III: The Clone Wars é un titolo che rispetta e prende in considerazione le idee dei fan che fino ad ora hanno amato la serie, senza dimenticarci di analizzare gli sforzi compiuti per cercare di rendere appetibile la serie ai gamers al di fuori dell’incredibile fandom che circonda i due fenomeni generazionali Lego e Star Wars!


UN UNIVERSO IN PILLOLE

The Clone Wars, appunto, é la serie animata su cui il team si é basato per mettere su i livelli di gioco e le situazioni che incontreremo nel corso delle nostre partite a Lego Star Wars III.
La prima missione del gioco ci metterà nei panni di Obi-Wan Anakin e Padmé, e la trama di gioco proseguirà in questa direzione distaccandosi su tre filoni principali per poi progredire ulteriormente con nuove missioni e tanti personaggi da sbloccare.
Coloro che conoscono la nuova serie animata di George Lucas rimarranno abbastanza soddisfatti della fedeltà con cui le situazioni centrali della serie sono state riprodotte e apprezzeranno di sicuro l’esperienza di ripercorrere gli eventi della serie sotto un nuovo punto di vista molto più leggero e umoristico.
Il rovescio della medaglia si riscontra quando il player non ha familiarità con il contesto del gioco e della trama. Se non siete fan di Star Wars sarà molto facile sentirvi spaesati durante le prime fasi di gioco, e questa sensazione verrà ben presto sostituita dalla totale indifferenza verso la trama a causa di una narrazione piuttosto scialba e minimale fatta di testi molto specifici (in pieno stile Star Wars con scorrimento del testo verso l’infinto universo) e cutscenes inconcludenti dal punto di vista narrativo.
Se queste prime parole potrebbero già far storcere il naso, non possiamo non sottolineare che il focus principale del titolo (e tipicamente della serie) non é affatto rappresentato dalla trama. Un esperto della serie Star Wars potrebbe anche trarre qualche soddisfazione dal leggere alcuni spezzoni di trama o a osservare una rivisitazione comica di una particolare scena, ma ciò che più affascina di Lego Star Wars III é il gameplay. Se siete poco interessati al mondo di George Lucas, la trama e la narrazione di questo titolo non faranno nulla per motivarvi ad esplorare il mondo di Star Wars, e vi ritroverete ben presto a saltare filmati e introduzioni con la consapevolezza di non star rinunciando a granché!
Il mondo di Star Wars é stato narrato decisamente in maniera migliore in altri media, in Lego Star Wars III forse troverete qualche spunto divertente e di vostro gradimento anche se non foste fan di Star Wars, ma potrete anche non prestare la minima attenzione alla trama! Una scelta che permetterà di concentrarsi maggiormente sul gameplay che offre una più variegata miscela di intrattenimento.

TROVA IL TUO POSTO NELL’UNIVERSO

Cos’é Lego Star Wars III? Inquadrare il suo gameplay in un genere preciso é molto scomodo, perché avvicinarsi a questo titolo con dei preconcetti potrebbe pregiudicare di molto l’esperienza finale. Di sicuro permangono componenti tipiche del platform, ma azione, hack’n’slash, rompicapo e anche strategia e se vogliamo gioco di ruolo, sono tutti elementi che incontreremo lungo il corso della nostra avventura con The Clone Wars! Eppure ogni elemento si amalgama all’altro creando un mix che non tutti riusciranno a digerire a primo impatto.
Questo preambolo era rivolto principalmente ai curiosi che vogliono avvicinarsi al brand per la prima volta, i fan della serie sanno già che Lego Star Wars mette nella posizione di poter sfruttare le diverse caratteristiche del gioco spesso scaraventandole addosso ai gamers tutte in una volta e lasciando scegliere a lui come procedere.
Cerchiamo di essere più specifici: dalla prima missione di gioco faremo la conoscenza dell’ormai iconico sistema che permetterà di cambiare personaggio in qualunque momento per utilizzare le sue abilità speciali. I guerrieri Jedi potranno usare la Forza per spostare gli oggetti, i Droidi potranno attivare pannelli particolari e i Cloni lanciare e piazzare bombe e così via per una serie di personaggi (tutti più o meno iconici della saga di George Lucas) che verranno sbloccati e collezionati man mano che si procederà con l’azione di gioco. Le missioni che dovremo affrontare prevederanno l’uso di diverse abilità in contesti differenti. Dalle semplici meccaniche a scorrimento dove non dovremo far altro che sbarazzarci dei nemici fino alla fine del livello, a situazioni più complicate dove l’uso di personaggi particolari sarà necessario per risolvere puzzle e rompicapo di varia natura. Si passa anche per delle intense Boss Battle, una nuova introduzione della serie, rese in maniera particolarmente epica e con un sistema che integra il rompicapo all’azione pura fatta di intesi scontri a colpi di spada laser. E parlando di nuove introduzioni é da notare anche il nuovo sistema di switch che ci permetterà di passare da un personaggio ad un altro che si trova in una zona diversa, per portare a termini due percorsi in contemporanea in un gameplay in co-operativa abbastanza intrigante.
Tutto questo può essere racchiuso in tre macro-categorie di gioco: Avventura, Volo e Strategia!
Le sequenze “avventurose” sono quanto di più semplice possiamo immaginarci, con combattimenti, puzzle e ciliegina sulla torta con boss finale come ci si aspetterebbe da qualsiasi titolo action/adventure.
Una già nota categoria dei precedenti capitoli é quella delle fasi di Volo. Alcune missioni ci vedranno al comando di navette armate fino ai denti, che comunque rimangono molto più semplici rispetto alle fasi Adventure, e anzi sono spesso utilizzate proprio come introduzione ad una fase Adventure.
La più grande novità di gameplay riguarda invece la nuova meccanica strategica, che per alcuni livelli trasformerà Lego Star Wars III in un vero e proprio Real Tyme Strategy dove dovremo comandare truppe di cloni e usare risorse per costruire istallazioni militari e di supporto, con il fine di conquistare le basi nemiche o soddisfare particolari obiettivi che di volta in volta vengono segnalati su schermo!
Questo già ben esteso mix, viene ulteriormente ampliato dalla possibilità di rivisitare i livelli di gioco utilizzando qualsiasi personaggio da noi sbloccato per poter sfruttare le abilità personali e cercare di scoprire i tanti segreti presenti in ogni missione. Con questa Modalità Gioco Libero e con il supporto a due giocatori in split-screen, si delinea un quadro di un titolo molto espansivo che può soddisfare i gusti più disparati!

Ovviamente non tutto é esente da difetti. Se i singoli livelli di gioco offrono sempre qualche spunto in più (soprattutto per quanto riguarda i puzzle da risolvere) ampliato ulteriormente dalla Modalità Gioco Libero e le nuove fasi Strategiche possono dare una scossa in più a gamers vecchi e nuovi (nonostante non siamo di certo a livelli che faranno gridare al miracolo i fan degli RTS nudi e crudi!), é ravvisabile nell’intera azione di gioco un grado di ripetitività che potrebbe pregiudicare l’azione di gioco e un livello di difficoltà non troppo elevato “meccanicamente” parlando, con situazioni che possono risolversi con il semplice button smashing se non é richiesta la risoluzione di qualche puzzle!
Con questi contenuti il pericolo più grande che si corre con Lego Star Wars III é uno: capire in che modo potersi divertire! Da sé la Modalità Storia non presenta grandissimi stimoli proprio a causa della ripetitività e della relativa facilità già menzionati, un po’ più di profondità la si può trovare con il Gioco Libero ma anche lì andremo incontro a situazioni ripetitive. Tutto questo potrebbe stancare, eppure molti gamers potranno trovare estremamente soddisfacente giocare a lungo con Lego Star Wars III: The Clone Wars, spinti proprio dal desiderio di sbloccare i tanti personaggi disponibili risolvendo i puzzle secondari della modalità Gioco Libero nonostante la monotonia che potrebbe derivarne.
Se a primo impatto il gameplay di Lego Star Wars III: The Clone Wars potrebbe apparire scriteriato, sull’onta del “di tutto un po’”, ma con un po’ di pazienza e dedizione ogni gamer riuscirà a trovare la sua personale dimensione per godere appieno dei tanti spunti divertenti che il titolo ha da offrire. Di sicuro non siamo di fronte ad un’opera capace di divertire e intrattenere in qualsiasi caso e tanto viene lasciato nelle mani dei giocatori, ma se gliene date la possibilità potrete trovare dei sicuri momenti di divertimento con Lego Star Wars III.

MATTONCINI EPICI

Veniamo ora ad uno degli aspetti più entusiasmanti di questo titolo. Se pensavate che i Lego non potessero essere considerati epici, vi sbagliate di grosso.
Il mondo di Lego Star Wars III é così ricco di vita che difficilmente alcuni dettagli passeranno inosservati. Grandissima cura é stata riservata ai modelli di personaggi, ambientazioni, creature e veicoli, tutto é fedelmente ricostruito con i mattoncini Lego (e quasi tutto ampliamente distruttibile in mattonicini Lego) e l’effetto é decisamente apprezzabile, quasi viene voglia di riprodurre ciò che si vede su schermo con dei veri mattoncini. Ovviamente a tutto questo aggiungiamo lo stile di Star Wars e si intuisce come il mix sia realmente esplosivo. La fedeltà é estrema anche per quanto riguarda il mondo di George Lucas, e grazie alle nuove migliorie tecniche del motore di gioco che riesce ora a sopportare fino a 200 modelli in movimento su schermo, intuirete quanto ricca di colore, viva e animata può risultare una sessione di gioco a Lego Star Wars III!
Il comparto di design é seriamente ineccepibile in tutti i suoi punti di vista, e ciò che lo rende così entusiasmante e che forse é anche merito del design se il giocatore mette da parte le pecche del gameplay poco sistematico per godersi l’esperienza che Lego Star Wars III riesce a dare.
Un design del genere farebbe invidia anche a qualche colossal osannato in più occasioni; é sempre vero che l’occhio vuole la sua parte, e qui ne abbiamo ben donde.
 

COL TEMPO I LEGO CONQUISTANO

Con Lego Star Wars III: The Clone Wars siamo di fronte ad un titolo non convenzionale. I fan del brand potranno ritrovare le meccaniche che li hanno fatti felici insieme a nuove rivoluzioni che aggiungeranno un po’ di pepe in più, potendo così godere di un’esperienza divertente, seppur con qualche pecca (legata sopratutto alla ripetitività delle situazioni di gioco).
Il design é sicuramente il punto più forte del titolo, per quanto possa essere difficile ammetterlo per qualcuno che non é abituato a vedere Yoda e Obi-Wan Kenobi ricavati da dei mattoncini Lego; e questo ci porta forse alla più grande problematica di questo titolo. Lego Star Wars III é un gioco che diverte e affascina per molti punti di vista, nonostante i difetti, ma esiste un grandissimo scalino da sormontare prima di poter godere di tutto ciò. I nuovi arrivati che non hanno mai provato un titolo Lego né sono fan di Star Wars troveranno pochissimi spunti nelle prime fasi di gioco, e probabilmente si arrenderanno ben presto senza approfondire il gioco e ciò che offre. Un sistema di gioco più ordinato e metodico, con chiari obiettivi e focus ben definiti avrebbe aiutato qualsiasi gamer a digerire le meccaniche di gioco che, in quanto non convenzionali, hanno bisogno di essere assimilati in piccole dosi!
In conclusione, i fan della serie troveranno pane per i loro denti, grazie alle nuove introduzioni, ma potranno anche storcere il naso di fronte ad un’elevato tasso di ripetitività che verrà comunque messo da parte dal fascino irresistibile dei puzzle e del collezionare tutti gli oggetti di gioco. Se invece siete solo dei curiosi, potreste aver bisogno di tempo prima di comprendere appieno il modo migliore per divertirvi con Lego Star Wars III: The Clone Wars. Se volete provare e investire del tempo su delle prime ore di frustrante gioco, potete farlo, e di sicuro questo titolo vi ricompenserà doverosamente.
Rimane il fatto che non si può sempre lasciare tutto in mano ai giocatori, e certe problematiche sarebbero state risolte da piccoli accorgimenti che avrebbero sicuramente reso questo titolo un must have per gli amanti degli action adventure coloriti, densi di azione e pieni di umorismo!

VOTO FINALE: 7.4/10

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Crysis 2 – Codici

Shift 2: Unleashed – Video Recensione