HOME » news

Your Shape: Fitness Evolved – Recensione


your-shape-fitness-evolvedAllenarsi in casa è un hobby che hanno in tanti e tra pesi e macchinari più o meno complessi indicati come la novità del momento, esistono da qualche anno anche i videogiochi. In primis è stata Nintendo con il trittico Wii, Balance Board e titoli come Wii Fit o il primo capitolo di Your Shape, prodotto da Ubisoft. Con l’uscita di Kinect, il gioco di Ubisoft si rinnova e sotto il titolo di Your Shape: Fitness Evolved, offre a tutti gli amanti del workout un gioco semplice ma in grado di fare il proprio lavoro.

FATICARE CON DIVERTIMENTO

Your Shape: Fitness Evolved non presenta ovviamente una storia, non si tratta di un gioco che ha un suo inizio ed una sua fine ed ancor meno lo si può definire un titolo con cui passare del tempo divertendosi in famiglia. La creatura di Ubisoft Montreal è a tutti gli effetti un personal trainer virtuale che attraverso specifiche routine ed allenamenti, ci consente di allenarci, perdere peso o mantenere una forma già acquisita. La cosa che maggiormente impressiona in Your Shape: Fitness Evolved, è la capacità del gioco di correggerci, basta non abbassare sufficientemente il bacino, tenere le braccia troppo alte o il ginocchio poco piegato per vedere a schermo gli obiettivi divenire grigi ed il sistema redarguirci attraverso la voce del nostro personal trainer. Se da un lato però le nostre azioni errate vengono segnalate, dall’altro lato non ci viene mai spiegato esattamente qual è il nostro errore e come dobbiamo risolverlo – il più delle volte basta alzare o abbassare qualcosa, ma non è sempre così facile.


Ora segui tuo maestro… metti la cera… togli la cera…

Compreso dunque che Your Shape: Fitness Evolved non è un giochino che vuol fingersi un personal trainer, ma un vero personal trainer inserito in un gioco, bisogna capire di cosa si ha bisogno. Indossate innanzitutto abiti che non siano eccessivamente larghi e se usate delle giacche di tuta, chiudete la lampo. L’abbigliamento stretch è necessario perché il gioco scannerizza in ogni istante il nostro corpo fornendoci misurazioni e feedback. Basta utilizzare una maglia eccessivamente larga o una giacchetta non chiusa per mandare in confusione il sistema. Risolto il problema abbigliamento, c’è da considerare quello legato allo spazio. E’ necessario crearsi uno spazio molto ampio, dobbiamo restare a circa tre metri di distanza dalla telecamera per ottenere il miglior feedback e dovremo avere inoltre spazio a destra e sinistra per poterci muovere con tranquillità. Lo spazio ideale è dunque di tre metri per tre, ma anche con qualcosina in meno ci si riesce ad allenare.

Indossato il giusto abbigliamento, creato il corretto spazio intorno a noi e liberata la testa dall’ossessione di voler ottenere da subito il 100% in ogni esercizio, avviamo Your Shape: Fitness Evolved e prepariamoci a sudare. Superata la presentazione, le istruzioni di base e la scansione, saremo pronti ad affrontare esercizi in tre differenti categorie: Personal Training, Gym Games e Fitness. Ogni categoria presenta esercizi per specifiche abilità e soprattutto per differenti sessi, grazie infatti ad ottime partnership, Ubisoft è stata in grado di differenziare l’offerta per uomo e donna in modo tale da fornire il miglior tipo di allenamento possibile per entrambi. Il titolo è focalizzato su lavori cardio, di gambe e spalle, mentre esercizi come flessioni, addominali e similari non sono presenti, secondo Ubisoft, per via del riconoscimento di Kinect che non offrirebbe una tracciatura corretta di questi esercizi. In ogni caso, la buona varietà di routine nelle tre categorie, unita alla possibilità di seguire la nostra personale routine spostandoci in ogni momento da una categoria all’altra, ci consente di effettuare ottimi allentamenti. La prima sezione, come accennato, si focalizza su esercizi cardio dove bisogna faticare pesantemente, mentre nell’area fitness potremo affrontare esercizi a metà tra Tai Chi, Zen, Yoga e Kick Boxing. Decisamente più divertente è l’ultima area che ci inserisce all’interno di scenari distruttibili da colpire di volta in volta con pugni e calci. I movimenti da eseguire non sono mai casuali, me seguono sempre specifiche routine di allenamento, dall’uso delle braccia a movimenti da eseguire con il bacino, le spalle, il torso e molto altro.


Everybody was Kung Fu Fighting…

Your Shape: Fitness Evolved presenta anche un comparto multiplayer, sia offline che online, che aiuta moltissimo la longevità del titolo. Se giochiamo in casa potremo avviare partite sino a quattro giocatori che si affronteranno su routine identiche con l’obiettivo di eseguire un punteggio superiore ai propri avversari. Attraverso il multiplayer online invece, potremo affrontare nuove routine grazie al sistema Ubisoft Uplay. Se avremo un amico o un’amica che ha il gioco, ci viene data la possibilità di avviare ed affrontare sfide con l’obiettivo ultimo di bruciare un maggior numero di calorie così da competere in eventi ufficiali e non o scalare semplicemente le leaderboards.

MA IO NON SONO FATTO COSI’

A livello tecnico c’è da segnalare innanzitutto un leggero lag di risposta tra il movimento fatto dal giocatore e la sua replica su schermo. Si tratta comunque di decimi di secondo che non danneggiano particolarmente il gameplay, dato che il fulcro del titolo è ripetere un movimento, e se lo si fa immediatamente o con un po’ di ritardo, il risultato è lo stesso. Graficamente il titolo è decisamente interessante, le ambientazioni sono sempre chiare e piene di luce, cosa ottima se ci si mette a lavorare in un ambiente chiuso con la pioggia che bussa alle finestre. L’unico aspetto che fa storcere leggermente il naso è la replica su schermo del nostro corpo. Seppur modificabile con varie skin, compresa l’applicazione di una nostra foto scattata tramite Kinect, la replica digitale del nostro corpo è sempre e comunque una sorta di dipinto movibile fatto gli acquarelli – con magari farfalle, foglie ed altri oggetti che ci girano intorno. Questa riproduzione particolare del nostro corpo su schermo, rimuove parte dell’immedesimazione del giocatore e quando cominciano a comparire le linee che replicano le ossa per farci comprendere l’esatta posizione da eseguire, quel poco di sensazione svanisce completamente.


Calibrazione ultimata. Risultato: un fiammifero ha più muscoli di te!!

Il comparto audio si compone di brani strumentali e non, che segnano il ritmo nelle routine, mentre il nostro personal trainer ci guida con poche frasi, mai fastidiose o fuori tono – peccato solo che il lag di risposta a volte causi la ripetizione di una frase più e più volte da parte del sistema.

CONCLUSIONE

Your Shape: Fitness Evolved soffre di pochi problemi, forse in parte dovuti alla poca vita e dunque poca esperienza che si ha ancora con la periferica di movimento realizzata da Microsoft. Resta il fatto che si tratta di un ottimo titolo per allenarsi e mantenere la forma, peccato solo che gli esercizi non siano molti – anche su Ubisoft in merito sta già risolvendo con un DLC a pagamento contenente certamente delle routine legate al ballo e probabilmente anche nuovi esercizi.

In conclusione il titolo di Ubisoft è un gioco ottimo per lo scopo con cui è stato creato. Se il vostro intento è mantenere la forma o perdere qualche chilo, Your Shape: Fitness Evolved sarà un perfetto personal trainer.

Il gioco è disponibile esclusivamente per Xbox 360 in accoppiata con il controller di movimento Kinect.

VOTO: 7.5 SU 10

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Fighters Uncaged – Recensione

Assassin's Creed: Brotherhood recensione completa

Assassin’s Creed: Brotherhood – Recensione