Recensione e Guida obiettivi di “RDR: Undead Nightmare”


Red Dead Redemption Undead NightmareDopo ben tre DLC ed un corposo aggiornamento che ha aggiunto a Red Dead Redemption nuove sfide, armi, abiti, obiettivi e tanto altro, Rockstar rilascia il quarto ed ultimo contenuto scaricabile del suo poker d’assi e con Undead Nightmare, la creatura di Rockstar Games si tramuta in un vero e proprio incubo.

COWBOYS E ZOMBIE: IL VERO WEST SELVAGGIO


Partiamo innanzitutto dal concetto che Undead Nightmare – in italiano Terrore dall’Oltretomba – non è un semplice DLC. Come Rockstar ha già fatto con GTA IV: The Lost and Damned e GTA IV: The Ballad of Gay Tony, Undead Nightmare è una storia tutta nuova ambientata nello stesso mondo di Red Dead Redemption e con gli stessi personaggi. A differenza dei DLC di GTA IV però, in Undead Nightmare indosseremo nuovamente i panni di John Marston e non quelli di un protagonista nuovo, a cambiare totalmente è dunque la storia che si presenta come un’avventura alternativa che “sarebbe potuta accadere”.


Chi non si è mai trovato in mutande in piena notte a sparare agli zombie?!

La storia comincia a Beecher’s Hope dove in un rapido susseguirsi di eventi, John si ritroverà con moglie e figli affetti da una piaga che li ha tramutati in feroci mangiatori di uomini più morti che vivi. In una sola parola: zombie. Da qui il nostro cowboy preferito si muoverà per il mondo che già conosciamo alla ricerca di una cura e nel farlo si ritroverà a dover salvare sopravvissuti, ripulire intere città dagli zombie, aiutare i difensori fornendo proiettili per le loro armi e tra un colpo sparato alla testa di un nemico e la torcia che manderà in fumo le velleità assassine degli zombie, John incontrerà nuovi e vecchi amici sino al finale che, bene o male, richiede dalle quattro alle cinque ore di gioco per essere raggiunto.

Oltre alla storia in cui ritroveremo Seth, Bonnie, Nigel West Dickens, lo Sceriffo Johnson, Landon Ricketts ed altri, Undead Nightmare offre anche diverse missioni secondarie e sfide tutte nuove e legate alle nuove armi e ai nuovi nemici del gioco. Tra le missioni secondarie più importanti c’è il salvataggio delle città, necessario per poter rimpinguarci di munizioni (oggetti veramente assai scarsi in Undead Nightmare) ed avere un luogo dove salvare le nostre avventure – attivando il salvataggio automatico comunque non ci sarà grosso bisogno di salvare manualmente. Ogni città, villaggio e avamposto civilizzato presenterà dei sopravvissuti alla piaga con cui interagire in modo da fornir loro delle munizioni per farci aiutare nell’eliminazione di tutti gli zombie nell’area, cosa che, una volta completata, toglierà la perenne nebbia dall’area riportando l’avamposto alla vita – bisogna tuttavia tener cura e controllare di continuo le aree liberate perché gli zombie torneranno preso alla carica e se non daremo una mano, la città cadrà nuovamente in mano ai nemici. Altra missione secondaria importante è il salvataggio dei superstiti in pericolo. Esattamente come avveniva per i ricercati in Redemption, in specifiche aree troveremo dei fogli con foto ed ultima posizione della persona. Raggiunto il luogo, dovremo affrontare una grossa orda di zombie, evitare che il superstite venga attaccato e non appena possibile, salire entrambi a cavallo per dirigerci al più vicino forte, unici luoghi sufficientemente sicuri perché pesantemente controllati dall’esercito – con compensi che saranno sempre sotto forma di munizioni e mai soldi visto che non possiamo acquistare nulla.


E meno male che non ci sono i licantropi…

Il gioco è poi carico di nuovi personaggi sconosciuti per cui avviare missioni ai limiti del visionario ed incontreremo creature mitologiche, come i quattro cavalli dell’apocalisse – ognuno con abilità e poteri da utilizzare contro gli zombie – o grossi pipistrelli, alti sasquatch ed unicorni. Tra le tante aggiunte ci sono molte armi importanti a partire dalla torcia che ci consente di bruciare i non morti sino all’Archibugio, un fucile ad avancarica le cui munizioni sono le ossa degli zombie – a queste armi si aggiungono poi anche l’acqua santa e l’esca in grado di attrarre prima e far esplodere poi tutti gli zombie.


A tutto questo, Undead Nightmare presenta anche due modalità multiplayer innovative, una legata agli zombie di nome “Assalto dei non morti” ed una seconda che si può invece affrontare in modalità libera denominata “Giù le mani”. La prima modalità è il classico gioco di sopravvivenza, il giocatore insieme alla propria brigata composta al massimo da quattro membri, deve affrontare continue orde di zombie che giungeranno nell’area difesa in numero sempre maggiore. Il massimo dei punti la brigata la otterrà superando la quindicesima ed ultima ondata. La seconda modalità, competitiva e non cooperativa, invece non ha nulla a che fare con gli zombie. In “Giù le mani” i giocatori dovranno combattere tra di loro per il controllo di una specifica zona. Per avviare questo tipo di partita nella modalità “Libera”, è necessario visitare una delle sette aree di gioco (Armadillo, Blackwater, Chuparosa, Escalera, Las Hermanas, MacFarlane’s Ranch e Thieves’ Landing) e trovare il paletto con scritto sopra “Giù le mani”. Attivata la posizione, si avvierà un conto alla rovescia e al giocatore verrà dato il controllo di un territorio delimitato da un cerchio nel radar. Per mantenere il possesso del territorio, il giocatore dovrà rimanere all’interno dell’area segnalata e difenderla dai nemici che tenteranno di impossessarsene. Nel caso in cui si venga uccisi da altri giocatori o se si lascerà l’area, si perderà il possesso del territorio.

DODICI NUOVE PICCOLE SFIDE

A storia, obiettivi secondari e comparto multiplayer innovativo, Undead Nightmare offre anche ai giocatori dodici nuovi obiettivi e trofei, alcuni connessi direttamente ad avvenimenti della storia, altri ad obiettivi secondari e altri ancora al comparto multiplayer. Di seguito è presente una breve guida.

xbox-360-achievement SEMPRE SUL FILO DEL RASOIO – (BRONZO – 25 G)
Durante “Terrore dall’Oltretomba”, fai in modo che tutte le città siano salve allo stesso momento
Obiettivo non particolarmente complesso, dopo aver individuato tutti gli avamposti da liberare, cominciamo a ripulire partendo da Cochinay e proseguiamo ripulendo prima tutto il territorio di West Elizabeth, successivamente quello di New Austin andando da est verso ovest e solo dopo passando al Messico. Se nel viaggio un avamposto già liberato chiede aiuto, raggiungiamolo rapidamente e rimettiamolo al sicuro. Le città sono: Blackwate, Pacific Union Railroad Camp, Manzanita Post,  Cochinay, Thieves’ Landing, MacFarlane’s Ranch, Armadillo, Ridgewood Farm, Twin Rocks, Plainview, Gaptooth Breach, Rathskeller Fork, Escalera, Nosalida, Tesoro Azul, Agave Viejo, Chuparosa, Las Hermanas, El Matadero e Torquemada.

xbox-360-achievement MAD MARSTON: GUERRIERO DEL WEST – (BRONZO – 10 G)
Raggiungi il livello 5 in tutte le sfide di “Terrore dall’Oltretomba”.
Obiettivo lungo, ma non complesso. Come in Redemption bisogna ultimare le sfide ambientali per ottenere l’abito da Leggenda del West, in Undead Nightmare bisogna ultimare tutte le sfide ambientali, elencate e sempre visionabili nel diario, per ottenere questo trofeo.

xbox-360-achievement ZED E’ MORTO, PICCOLA – (ARGENTO – 40 G)
Completa il 100% del gioco in “Terrore dall’Oltretomba”
Sicuramente l’obiettivo più lungo nel single player di Red Dead Redemption. Per ottenerlo bisogna completare l’intera storyline, compiere tutte le missioni per conto dei sopravvissuti, salvare tutte le città ed ultimare le sfide presenti all’interno del giornale.

xbox-360-achievement FUMATI QUESTO, SACCO DI CARNE – (BRONZO – 10 G)
Sopravvivi fino all’ondata 15 nella modalità multiplayer “Assalto dei non morti”.
Forse uno degli obiettivi più complessi in assoluto visto che richiede di sopravvivere sino alla quindicesima ed ultima ondata della modalità “Assalto dei non morti”. Per ottenere questo obiettivo è necessario essere in un’ottima squadra creando la brigata con solo utenti abili e capaci, basta una singola mela marcia per non giungere neanche alla decima ondata.

xbox-360-achievement IL CAPO DEI CAPI – (BRONZO – 10 G)
Respingi 8 avversari diversi mentre stai occupando un’area in modalità “Giù le mani”.
Obiettivo multiplayer legato alla seconda modalità multiplayer aggiunta con Undead Nightmare. Otteniamo innanzitutto il possesso di un’area tra le sette disponibili, dopodiché resistiamo all’assalto degli avversari finché non ne avremo respinti otto – il modo migliore per ottenere l’obiettivo consiste nel mettersi ovviamente d’accordo con degli amici.

xbox-360-achievement LA SPIRALE DISCENDENTE – (BRONZO – 10 G) (SEGRETO)
Completa il compito “I misteri di Blackwater”.
xbox-360-achievement DIMMI CON CHI VAI… – (ARGENTO – 30 G) (SEGRETO)
Completa i compiti “Cure per quasi tutti i mali” e “Torna nella fossa, amico”.
xbox-360-achievement FOGA MONACA – (BRONZO – 10 G) (SEGRETO)
Completa il compito “Blues Sisters”.
xbox-360-achievement TUTTO E’ BENE… – (ARGENTO – 25 G) (SEGRETO)
Completa “Su di un cavallo pallido”.
Si tratta di quattro obiettivi segreti, tutti direttamente connessi a specifiche missioni della storyline.

xbox-360-achievement SOLO PER I FAN – (BRONZO – 10 G) (SEGRETO)
Trova e doma un unicorno.
L’unicorno è una delle creature mitiche più rare insieme al chupacabra. Questo cavallo, completamente bianco come l’Ungherese Incrociato, lo si può trovare in Messico, nell’area a nord di Torquemada – l’area sulla mappa è contrassegnata da tre cavalli al galoppo.

xbox-360-achievement CHUPACHE’? – (BRONZO – 10 G) (SEGRETO)
Trova e uccidi un chupacabra.
Anche il chupacabra, come l’unicorno, è un animale schifo e che difficilmente si farà notare, ma per nostra fortuna, quando ci saremo vicini, il sistema ci segnalerà la sua presenza così come avviene per i cavalli dell’Apocalisse. Se l’unicorno però lo si riconosce con facilità, individuare il chupacabra è più complesso, quindi aprite bene gli occhi e cercate una brutta iena rapidissima e dall’aspetto pestilenziale. La zona di ricerca è il territorio Messicano, in particolare l’area a sud di Las Hermanas e a nord di Torquemada.

xbox-360-achievement FINALMENTE DOPO SEI ANNI… – (BRONZO – 10 G) (SEGRETO)
Trova e uccidi un sasquatch.
Ottenere questo obiettivo è molto semplice, basta infatti avviare la missione per il sopravvissuto a Tanner’s Reach – missione disponibile al termine della seconda missione di Blackwater. Avviato il compito secondario, non ci resta che raggiungere il primo sasquatch ed ucciderlo.

CONCLUSIONE

In conclusione questo ultimo DLC per Red Dead Redemption è un ottimo motivo per spolverare l’ultima grande fatica di Rockstar Games. Ancora una volta Rockstar Games si allontana dal concetto di DLC comune e realizza sotto questa sigla un vero e proprio gioco con un suo inizio ed una sua fine, con all’interno tanta, tanta roba.

Red Dead Redemption: Undead Nightmare dunque è un titolo da giocare se siete amanti degli zombie o se avete adorato le avventure di John Marston e compagnia, il costo poi trasforma questo DLC in un vero e proprio affare.



Siamo i quattro Cavalli dell’Apocalisse… Sole, Cuore, Amore… e… e…

Il DLC, disponibile dal 26 Ottobre 2010, è scaricabile da PSN ed Xbox Live al costo di 9,99 € su PlayStation Store o 800 Microsoft Points per il Live. Questo DLC più i pacchetti “Fuorilegge per sempre”, “Leggende e Killer”, “Bari e Bugiardi” e le modalità “Libera” multiplayer rilasciate fino ad oggi, saranno disponibili in un singolo DVD con il titolo di “Undead Nightmare”, acquistabile nei negozi da fine Novembre al costo di 29.99 €

VOTO: 9 SU 10

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Professor Layton e il futuro perduto: Guida Minigiochi – parte 1!

fallout 3 guida completa

Fallout: New Vegas – Soluzione Completa 2 parte!