Shrek e vissero felici e contenti


Recensione di Alienor


Dopo il successo sul grande schermo, innegabile e così oceanico da porter convincere i produttori a sfornare un quinto capitolo della saga, arriva Shrek 4 anche sulle console e pc di casa nostra.
Noi di Games.it abbiamo provato questo tie in per voi, scopriamo insieme se saranno botte da orbi o urli da orchi!


UCCI UCCI SENTO ODOR DI….

Shrek e vissero felici è un action – Platform in stile classico, con un sistema di controllo intuitivo e una trama che ricalca in tutto e per tutto le vicende del film. Shrek infatti, dopo essersi fatto gabbare da Tremotino con una firma su un contratto fasullo, si trova catapultato dentro un mondo parallelo dove l’ orco più famoso del mondo non è mai nato, e quindi non ha mai conosciuto i suoi amici e l’ adorata Fiona.
Prenderemo le redini del protagonista proprio a questo punto, ovvero nei suoi primi passi attraverso la surreale avventura. Subito una caratteristica a favore che farà subito sorridere grandi e piccoli: è possibile controllare tutti e quattro i personaggi principali di Shrek: Shrek, Ciuchino, Gatto con gli stivali ( versione grassa…oh yess) e Fiona. Potete cambiare personaggio in qualsiasi momento dell’ avventura semplicemente premento i tasti direzionali! Ogni area di gioco infatti è pensata per essere giocata con un personagggio diverso in base alle sue abilità. Shrek infatti può spostare grandi pesi, Fiona può far scoppiare i barili con il fuoco, Chiuchino può abbattere porte con un calcio e gatto si può arrampicare dove gli altri non possono arrivare! La grande varietà di skill presenti in ogni personaggio quindi portano inevitabilmente a creare moltissime sezioni puzzle dove bisogna combinare le abilità dei diversi personaggi per raggiungere scrigni e casseforti. Proprio l’ estrema  varietà di scrigni e oggetti da raccogliere caratterizzano buona parte della fase esplorativa del gioco.
Infine: i personaggi hanno vita propria, nel senso che se perdete metà salute mentre giocate con Shrek, cambiando personaggio troverete comunque la barra del vostro perosnaggio piena!

Per quanto riguarda invece le fasi di combattimento, basterà sempre premere il tasto X per effettuare la maggior parte delle mosse, che purtroppo sono 4 in croce per ogni perosnaggio. I nemici una volta sconfitti rilasceranno un pezzettino di cuore che vi farà ripristinare un pò della salute persa. Più interessante invece l’ abilità speciale di ogni pg, che vi strapperà ben più di una risata: Shrek puà urlare e far fermare atterriti i nemici, Fiona puà cantare per far gonfiare la testa delle rane ( e non solO!), Ciuchino attaccherà a cantare la sua solita canzoncina a volume altissimo mentre il gatto sfodererà la sua arma migliore: lo sguardo! Queste chicche più dei dialoghi piuttosto curati e degli scatch degni del migliore film dell’ Orco, fanno sì che questo gioco diventi assolutamente godibile anche per i più grandi. Le fasi di gioco in sè infatti risultano essere abbastanza ripetitive e molto votate al platform – paziente per cui se non vi rompete le scatole dopo 1 ora di cercare tesori questo gioco fa per voi.

TECNICA E GIOCO IN COMPAGNIA

La grafica del gioco è abbastanza altalenante: se le Cut Scenes del gioco sono davvero godibili e degne del migliore cartone animato della saga, la grafica del gioco non è altrettanto convincente. Colori troppo accesi senza contorni particolarmente definiti, qualche spixelata qua e là. Non pienamente sufficente. L’ audio invece è fantastico, gioco completamente doppiato in italiano con le voci originali del film e colonna sonora spassosissima.


Un altra grande possibilità che il gioco Shrek e vissero felici e contente offre è il gioco in multiplayer locale. Infatti non solo voi potete comandare tutti e quattro i personaggi, ma anche con l’ utilizzo di altri joystick è possibile affrontare la campagna in modalità cooperativa fino a 4 giocatori scegliendo il perosnaggio che più ci piace. La cosa bella è che questa modalità è stata pensata davvero bene, in quanto non c è il fastidiosissimo split screen ma si riesce a muoversi all’ interno dello schermo contemporaneamente!

Shrek in conclusione è un gioco adatto sicuramente ai più piccoli e a coloro che amano il brand, visto che non mancheranno parecchie ore di divertimento. Diversamente, se non avete mai visto i film oppure ne avete visto uno e non vi è piaciuto, perchè mai dovreste acquistare il videogioco?

Voto finale: 7.5/10

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Mario e Luigi: Viaggio al centro di Bowser

F1 2010 – Recensione