ModNation Racers – Recensione



Delirio campestre? No, Delirio Motoristico! Nel panorama dei racing game arriva un titolo esclusiva sony in grado di mettere in ginocchio i bei ricordi di Mario Kart e Sonic all stars.

Un nuovo studio di sviluppo nato nel 2007 e impegnatosi subito ina sfida davvero complicata. Stiamo parlando di United Front Games software house canadese madre di questo ModNation Racers presentato poche settimane fa sul mercato da sony e che ha subitop conquistato un posto di primo piano nel panorama dei giochi per Playstation 3. Chiariamo: , non è un gioco solo per bambini. E’ un gioco creativo, oltre  a essere un ottimo racing game. Ha preso il meglio di little big planet, di mario kart e ha condito tutto con  plot narrativo divertente e ben congeniato.


PISTAAAAAAAAAAAA

Dopo un breve tutorial ( mai visti di cosi divertenti) e delle sequenze video che danno vita e motivo alle vostre corse introducendo nel gioco il protagonista e i due personaggi che vi accompagneranno per tutte le modalità, entriamo ufficialmente a far parte del MRC (ModNation Racers Championship) dove potremo scegliere diverse modalità di gioco e sbizzarrire il nostro spirito creativo.
Tutto avviene da una piazza molto colorata chiamata MODSPOT, dove a bordo del vostro kart potrete scegliere se cimentarvi nella modalità carriera, nelle sfide in multiplayer locale fino a 4 giocatori, oppure buttarvi direttamente online contro sfidanti presi da ogni parte del mondo.
Ma le sorprese della piazzetta circolare ( nella quale tra l’ altro sfrecceranno anche altri giocatori reali selezionati a caso dal server e con i quali sarà possibile anche chattare)  non finiscono qui. Ci saranno i vostri box o meglio il vostro reparto creativo, poter modificare o creare da zero tantissime macchine o personaggi. Il sistema di modding avanza in modo molto simile a little big planet. Per ogni evento completato con successo sbloccherete adesivi, pezzi di vestiario o di macchina per un sistema di modifica che ha davvero dell’ incredibile. Un esempio su tutti: a posto del motore della vostra macchina potrete mettere delle bombole piuttosto che un tostapane! UN editor quindi davvero profondo ma tuttavia semplice da usare vista l’ agile organizzazione in categorie, che non farà smarrire nemmeno i neofiti. La filosofia della personalizzazione a tutto campo è stata presa direttamente dallo Urban Vinyl, ovvero il movimento che da una generica forma permette di realizzare le più incredibili creazioni solo grazie all’ uso della propria fantasia.

Per quanto riguarda il vostro alter ego invece, la fantasia non conoscerà davvero limiti e un modello qualsiasi completamente bianco potrà diventare qualcosa di veramente inaspettato.


FUORI GIRI

Puntando gli occhi sull’ elemento più arcade del gioco, dobbiamo ammettere che il feeling alla guida di questo titolo è immediato e divertente. Se le macchine rispondono perfettamente ai comandi, la possibilità di guidare in modo assolutamente personale è altrettando valida. Partiamo dal principio: come un gioco di kart che si rispetti sarà possibile raccogliere degli oggetti in pista da scagliare contro i vostri nemici, utilizzare uno scudo per ripararsi dagli  attacchi altrui e persino prendere a sportellate gli avversari semplicemente avvicinandovi e usando la levetta analogica di destra. Durante la corsa è possibile caricare la barra del turbo effettuando delle derapate in pista, tramite la pressione prolungata del tasto X: vi assicuro che il divertimento non manca. Una volta caricata la barra sarà possibile fare degli scatti fulminei, dei salti ( con tanto di stile skateboarding) e rendere decisamente più intrigante la gara. Per sbloccare gli oggetti non basta arrivare primi nelle piste: di volta in volta bisognerà utilizzare tutte le piattaforme di spinta oppure trovare le scorciatoie presneti nella pista. Ce ne è davvero per tutti i gusti.
La modalità carriera, cuore del gioco, vi porterà attraverso scenari cartoonati caratterizzti alla perfezione, che vedono un paesaggio rurale oppure un castello, tutti finemente caratterizzati. Le piste ( generalmente quattro per ogni quadro) sono divise in tour. Uno dei maggiori punti di forza di questo titolo è la coppia Gary – Geremy. Chi sono? I commentatori del gioco, una coppia perennemente in litigio che vi regalerà una valanga di risate visti i dialoghi doppiati alla perfezione che fanno dell’ umorismo e della brillantezza il loro punto di forza.

EIDTOR PISTE

Due parole a parte vanno spese assolutamente per l’ editor delle piste, davvero profondo e semplice da utilizzare. Pensate di poter scegliere persino l’ ora del giorno della pista, il livello di vento e tante, tantissime altre opzioni. Tutte le creazioni, di qualsiasi genere esse siano, possono essere condivise con la vivissima community di Mod Nation Racers. Migliaia di giocatori hanno condiviso le loro creazioni, e potete vederle tutte spulciando tra le macchine più votate, i personaggi piu scaricate e le piste più cool. Certo, certo che potete scaricare tutto semplicemente con un clic, e vi troverete velocemente tra le mani il mod simile a Spider Man senza dover passare le ore a crearlo. Questo fervido e vivido mondo è pulsante di colori e oggetti, è possibile entrarci dentro in pochi secondi.


Online
La modalità online multiplayer offre diverse modalità: dalla gara casuale non classificata alla gara ufficiale di classifica. Tutte le stanza di attesa per la partenza della gara sono veloci e i giocatori sono cosi tanti che non avrete difficoltà a giocare in pochi minuti.

NOTE DOLENTI

L’ unica nota dolente del gioco, assolutamente impossibile da omettere e che abbassa la valutazione finale del gioco è la presenza di caricamenti di durata biblica. Chiunque abbia curato l’ ottimizzazione del gioco dovrebbe essere preso per le orecchie: tra una gara e l’ altra ne passa di tempo. Quindi armatevi di buona pazienza.

Voto: 8.8/10

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Pure Football – Recensione

PoP Le Sabbie Dimenticate: Recensione