Recensione di Fabiano “Deimos” Zaino

Marvel la grande alleanza 2 è disponibile per xbox 360 e per PS3, la versione testata è quella xbox 360

Domanda: quanti giocatori del primo “la grande alleanza” e di questo secondo capitolo sono accaniti lettori dell’universo creato dalla “casa delle idee”? Potete anche non alzare la mano ma sappiate che se siete fra quelli con il braccino alto, anche io sono fra voi. Tornando con i piedi per terra, sappiate che questo videogames che mi appresto a recensire è tratto di prepotenza da due delle serie Marvel più belle degli ultimi anni, sto parlando di Secret War e Civil War: testate che hanno avuto il coraggio di cambiare nettamente il corso di quasi tutte le storie dell’universo Marvel.

TU DA CHE PARTE STAI?
La storia alla base del gioco parte da una missione segreta effettuata dai noti personaggi di Nick Fury (capo delle Shield – organizzazione militare super segreta e avanzatissima come tecnologia), Capitan America, Iron Man, Spiderman e Wolverine – non vi rovino la sorpresa del filmato iniziale del gioco ma sappiate che a causa delle conseguenze di questa missione, la stessa New York verrà successivamente attaccata da forze nemiche. Il governo, sconvolto da questo attacco, riterrà i superumani direttamente responsabili dei fatti avvenuti e proporrà una legge a favore della REGISTRAZIONE di ogni essere dai superpoteri della terra. Ovviamente questa decisione drastica porterà alla scissione dell’interno universo Marvel, dove gli stessi eroi saranno chiamati a decidere se rendere pubblica la propria identità (chi ovviamente si nasconde) oppure rifiutarsi e continuare a combattere in totale clandestinità ma cacciati anche dal governo degli Stati Uniti d’America – mica bruscolini.

        

VOLANO DA TUTTE LE PARTI
La grande alleanza 2 è essenzialmente un gioco a scorrimento dove bisogna darsele prepotentemente di santa ragione. Potrei osare a dire che il titolo è essenzialmente un picchiaduro in isometrico ma come sempre accade più di recente, coinvolge anche alcuni elementi di crescita dei personaggi e di tattica. Il team che andremo a selezionare, sia che stiamo dalla parte dei buoni o dei cattivi (che poi sarebbero quei personaggi come Capitan America, Devil o Wolverine), sarà composto da solo quattro elementi e direi per fortuna visto che in alcune fasi del gioco, data la notevole quantità di casino a schermo, vorreste aver a che fare solamente con la metà o con solo un personaggio controllabile.
Questa squadra di quattro elementi è ovviamente completamente controllabile dal giocatore che potrà passare da uno all’altro personaggio con la semplice pressione di un tasto del pad. Nella storia completa del videogioco potremo arrivare a controllare la bellezza di ben 24 personaggi del mondo Marvel, quasi tutti di rilievo come Iron Man, Spiderman, Wolverine, Mr. Fantastic, Tempesta, Daredevil etc e altri meno conosciuti ma comunque abbastanza importanti (Luke Cage, Ercole, Pantera Nera e via di questo passo) sia per la storia alla base del fumetto che per il videogioco.

Riguardo al gameplay, posso dire che il sistema di controllo alla base si comporta abbastanza bene e l’unico problema vero e proprio del gioco, mi ripeto, risultano essere alcune situazioni di caos assoluto dove tenere sotto controllo ogni cosa sullo schermo vi farà storcere gli occhi. Per fortuna, la visuale in isometrico scelta per l’intera vicenda è abbastanza convincente soprattutto per la visualizzazione a schermo di tutti gli elementi di contorno del gioco. Per quanto riguarda gli attacchi che potremo portare a segno, il sistema di “colpisci tutto quello che si muove e che ti vuole far del male” è diviso in attacchi da mischia (quelli pesanti), leggeri, le varie prese e il salto ma il tutto diventa ancora più letale quando inizierete a scagliare da tutte le parti i nemici grazie all’uso dei superpoteri (chi li ha visto che alcuni come il Diavolo Rosso, mena di brutto ma in definitiva non ha poteri). Tutte le mazzate che tirerete, influenzeranno anche la barra di energia del personaggio selezionato in quel momento ma anche in questo caso (la nuova moda dei videogiochi influenza praticamente ogni titolo sul mercato), vedrete che suddetta barra si ricaricherà man mano di modo da continuare a sferrare più attacchi in contemporanea.

Altra cosa altamente importante, riguarda i punti abilità e la loro gestione: come è facilmente intuibile, questi punti dovranno essere spesi per potenziare ogni personaggio nel vostro party – capace poi di saccagnare (word me lo segna come errore ma ci siamo capiti) di botte gli avversari e di avanzare sempre più velocemente al livello successivo. Segnalo in ultimo, per quanto riguarda il gameplay, una variante davvero micidiale dei combattimenti, l’aggiunta di una opzione chiamata Fusion Power: in pratica potremo unire i poteri di due personaggi contemporaneamente di modo da rendere davvero micidiali certe combo. Peccato che dopo qualche ora di gioco, anche le combo più micidiali inizieranno ad assomigliarsi allo stesso modo.

VEDO IL MURO INVISIBILE…O ERA LA DONNA???
Parliamo di schemi e grafica.
Per quanto riguarda gli schemi purtroppo ci troviamo per le mani un prodotto abbastanza calcolato, nel senso che la libertà di azione è piuttosto limitata – alle volte ci capita qualche senso alternativo o la scoperta di qualche zona d’ombra nascosta (dove spesso di trovano i power up). Se questo non bastasse, sappiate che tramite la pressione dello stick analogico di destra potremo addirittura vedere comparire una freccia che ci illustrerà il percorso da seguire. Per la grafica, il gioco vive dei soliti alti e bassi, soprattutto per quanto riguarda gli schemi e i personaggi: i primi alle volte molto spogli e con delle texture poco definite o troppo poco varie, i secondi ben modellati e animati (ma i movimenti non sono sempre eccellenti) ma anche in questo caso dipende dai personaggi.

Segnalo un’altra bella idea ma che a lungo si perde: ci sarà data la possibilità (nulla di nuovo per i GDR) di controllare alcune risposte nei filmati (realizzati sia con il motore del gioco che in computer graphic, passabili sia i primi che i secondi – su questo punto si potevano davvero concentrare molto di più). Le risposte potranno essere date tramite l’ausilio di tre stati d’animo; aggressivo/diplomatico/difensivo – in base alle giuste risposte, avremo modo di ottenere più o meno (ma anche nulla) bonus per il team. Purtroppo, dettaglio molto importante, il gioco non è stato tradotto nella nostra lingua madre, dunque anche nei dialoghi, bisogna per forza di cose avere una cultura più che pronunciata della lingua inglese visto che molti termini sono piuttosto marcati per il mondo dei comics.

DA GRANDI POTERI DERIVANO GRANDI RESPONSABILITA’
Citazione presa da l’uomo ragno per chiudere con il commento finale.
Marvel la grande alleanza 2 non si nasconde sicuramente dietro un coltre di nebbia, è un gioco davvero divertente e che farà la gioia di molte persone, soprattutto quelli come me super appassionati delle serie a fumetti. Purtroppo il gioco non è esente da difetti grossolani che potevano benissimo essere evitati: degli errori più evidenti segnalo una fastidiosa compenetrazioni di poligoni nelle situazioni più incasinate ma anche quando andrete in giro per gli schemi, diventa fastidioso doversi rifare un intera sezione solamente perché qualcuno rimane impigliato dentro un muro o un nemico morto. Altro difetto mal riposto questa volta nel gameplay è l’estrema facilità del titolo, dopo un oretta sono sicuro che ci si muoverà fin troppo bene nelle scelte dei personaggi e nella distruzione in tutto quello che si muove, boss compresi che spesso (troppo) si lasciano abbattere in pochi secondi con sostenute mazzate da parte del party di gioco. Se aggiungiamo anche che il gioco non è tradotto in italiano, sono sicuro che molti storceranno ulteriormente il naso. Insomma, Marvel la grande alleanza 2 è un gioco divertente e frenetico, abbastanza godibile ma che sicuramente non farà ne la storia dei videogames ne credo sarà ricordato a lungo dopo il suo the end (?).

Votazione finale: 65/100 (aggiungete qualche punto in più se sapete bene la lingua inglese o se provenite dai fumetti Marvel)


Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!