Rapelay – scandalo: vince chi stupra di più


rapelay_box_01
Un gioco che sta suscitando parecchie polemiche attirando l’ attenzione anche in Italia di  Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori di matrice cattolica Aiart.

A prescindere dalle ire che  sta sollevando il gioco in Italia e non solo, si tratta in pratica di uno dei giochi Hentai Style che in Giappone non sono poi così rari ( anche se non tutti parlano di stupri ovviamente). Il gioco si chiama Rapelay (letteralmente ‘Disposto allo stupro’, gioco di parole tra ‘Rape=Stupro’ e ‘Replay=Ripetuto’ Stupro ripetuto) ed è il seguito del gioco più scandaloso e immorale mai prodotto, dal titolo Interact Plat Vr. E chi l’ ha provato giura che in confronto questo titolo è persino più leggero del predecessore. Vestirete i panni di un maniaco che ovviamente non ha niente di meglio da fare che sequestrare e molestare ragazze indifese.

In America e in Inghilterra sono riusciti a bandire il gioco dai siti web, e la stessa cosa sta per essere fatta anche nelle altre parti del mondo. Speriamo che il gioco non venga preso come esempio da codacons e associazione genitori per condannare in toto la violenza nei videogiochi come accade spesso nel nostro paese, ma che sia un caso isolato da condannare ma allo stesso tempo da considerare con un metro a sè stante!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

PSP si abbassa di prezzo e ha nuovi bundle

Infamous: Guida ai trofei