Sony batte Microsoft e Nintendo: ecco i dati di vendita

sony batte microsoft nintendo


Ci avviciniamo all’E3 2017, la temperatura inizia a salire, e non solo perché siamo quasi in estate. La fiera di Los Angeles sarà infatti il ring per la “resa dei conti” tra Microsoft e Sony. Non bisogna dimenticarsi di Nintendo, da molti considerata un outsider, ma che, siamo sicuri, ha parecchi assi nella manica. Tuttavia, stando alle affermazioni di Business Insider, Sony si presenterà all’E3 2017 in una posizione di netto dominio. Secondo gli ultimi dati di vendita pubblicati, Sony batte Microsoft e Nintendo, e si pone come principale avversario da battere nei confronti della concorrenza.

Sony batte Microsoft e Nintendo: tutti i dati

In data odierna, Sony ha annunciato di aver raggiunto i 60 milioni di Playstation 4 vendute dal 2013 ad oggi. Eravamo già a conoscenza del fatto che PS4 fosse in una posizione di netto vantaggio rispetto alla concorrenza, ma questo predominio sta andando sempre più a consolidarsi. I dati pubblicati dal colosso nipponico non riguardano solo le console vendute, ma anche il VR e alcune esclusive. Ma andiamo più nel dettaglio:

  • Sony ha venduto un milione di Playstation VR Headset, sin dal suo lancio nell’Ottobre 2016. Nei primi tre mesi, i visori venduti si attestavano sulle 915.000 unità, ragion per cui, da Febbraio, ne sono state piazzate altre 85.000;
  • Sony ha venduto circa 60 milioni di Playstation 4 nel mondo. Questi numeri riguardano, ovviamente, il numero delle PS4 dichiarate spedite alla chiusura dell’anno fiscale, terminato il 31 Marzo 2017. Sempre rimanendo in tema console, di questi 60 milioni, circa il 20% è rappresentato da Playstation 4 Pro.
  • Horizon Zero Dawn, una delle esclusive di punta di casa Sony, ha venduto circa 3,4 milioni di copie nel mondo. Le unità vendute nei primi tre mesi dall’uscita erano circa 2,6 milioni, il che lascia supporre che, da Febbraio allo scorso 16 Marzo, ne siano state vendute almeno altre 800.000;

Sony batte Microsoft e Nintendo: i dati dei rivali

sony batte microsoft nintendoPassiamo ora ad analizzare la concorrenza. Microsoft non rivela i suoi dati di vendita da un po’ di tempo a questa parte; tuttavia, stando agli ultimi dati raccolti da Gamespot, il numero di Xbox One spedite si attesterebbe al di sotto dei 30 milioni di unità.

Per quanto riguarda Nintendo, non è ancora possibile farsi un’idea precisa delle sue vendite. Nintendo Switch è stata lanciata lo scorso Marzo e, proprio per questa ragione, nonostante il grandissimo successo ottenuto, non si può ancora parlare di numeri. L’unico riferimento certo ci è dato dalle unità di Nintendo Wii U vendute dal 2012 che, ad oggi, si aggira sui 12 milioni di pezzi.

Come è facile comprendere, Sony batte Microsoft e Nintendo, tracciando un netto solco tra lei e la concorrenza. Questo è il miglior biglietto da visita per l’E3 2017, che Sony ha intenzione di vivere insieme ai fan. Dal 9 al 17 Giugno avrà luogo la promozione “Days of Play”, con grandi sconti sia sull’hardware che sui software targati Playstation. Come se tutto questo non bastasse, Sony ha in programma di lanciare, sempre in occasione dell’E3 2017, una Playstation color oro, al costo di $249.

Sony: un cammino da urlo

sony batte microsoft nintendo

L’ultimo quadrimestre del 2016 è stato ricco di impegni per Sony. Il 13 Ottobre è stata la data del lancio del Playstation VR, che sbarcava sul mercato al prezzo di $399. L’obbiettivo era quello di battere il visore di Facebook conquistando, così, il mercato della “realtà virtuale da salotto”.

Appena un mese prima, il 7 Settembre, arrivavano sul mercato le versioni Slim e Pro della PS4. Quest’ultimo modello era caratterizzato da un hardware migliore e più performante, rispetto al modello standard. Otto mesi dopo, Jim Ryan, capo del settore vendite e marketing Playstation, in occasione di un incontro avuto con Business Insider, ha dichiarato che “non sarebbe potuta andare meglio”. Le sue affermazioni si basano, ovviamente, sui dati di vendita. Ryan ha inoltre affermato che, a causa delle alte richieste, c’è stata una carenza delle scorte di PS4 Pro e Playstation VR. Proprio per questa ragione, Sony ha aumentato la produzione, così da rendere questi prodotti più facilmente reperibili in futuro.

Sony batte Microsoft: Il successo di PS4 Pro e Playstation VR

Se possiamo affermare che Sony batte Microsoft, la ragione sta anche nelle vendite di PS4 Pro e PS Vr. Stando alle affermazioni di Shawn Layden, il CEO di Sony Interactive Entertainment America, la ragione di questo successo è semplice.

“Ogni sviluppatore ha il desiderio di dare, ai loro giochi, il miglior aspetto possibile. I giochi con la migliore grafica stanno approdando sulla PS4 Pro, ed anche i gamer, di conseguenza.”

Spostandoci sul tema realtà virtuale, Jim Ryan afferma che Sony è molto orgogliosa dei risultati ottenuti dal Playstation VR. Tuttavia, è ben consapevole che il milione di visori venduti non è altro che una goccia nel mare dei 60 milioni di PS4 vendute. In merito Ryan ha dichiarato:

“Non possiamo definire un milione di unità come un’adozione di massa. Tuttavia, possiamo definirlo un buon inizio.”

Il confronto non fa paura

Parlando della concorrenza, Ryan ha affermato che Sony ha consolidato una posizione di dominio con le sue primissime vendite. Per questa ragione, Ryan è ansioso di scoprire, insieme al resto del mondo, le novità in merito a Project Scorpio. In altre parole, Sony non teme Project Scorpio.

Tornando a parlare di giochi, Jim Ryan afferma che il colosso nipponico si trova in vantaggio anche sotto questo aspetto.

“La stragrande maggioranza dei giochi Xbox One sono disponibili anche per PS4. Mentre esclusive Playstation come Horizon Zero Dawn e l’imminente Uncharted: The Lost Legacy sono dei blockbuster che spostano l’ago della bilancia.”

Secondo Layden, il modo con cui Playstation potrà crescere sarà attraverso la rivoluzione del concetto di industria videoludica. Il prossimo passo di Playstation, quale leader del settore console, consisterà ne capire come attirare quella fetta di pubblico che normalmente non gioco ai videogame.

Creazione di nuovi generi

Stando a quanto detto da Layden, un esempio di questa strategia Sony risiederebbe in MLB: The Show 17. L’approccio iniziale della compagnia, in base alle sue dichiarazioni, fu quello di pubblicizzarlo “come un gioco”. Ma quando si è iniziato ad elevarlo come “l’esperienza definitiva” per tutti i fan di MLB, il titolo è diventato l’entrata di maggior successo dell’intero franchise.

Questa strategia potrà essere portata ad un livello ancora successivo dal Playstation VR. Siccome la realtà virtuale è ancora un’esperienza di gioco “giovane”, non ci sono ancora strade battute. Tutto ciò significa che c’è la possibile di riesaminare cosa funziona e cosa non funziona, aprendo la strada a nuove esperienze di gioco capaci, perché no, di attirare nuovi giocatori.

“Il Playstation VR non è, per così dire, una periferica. Si tratta, a tutti gli effetti, di un nuovo medium”

Lo scopo dichiarato di Sony è di puntare al massimo sia sull’hardware che sul software. Con nuove ed eccellenti esclusive, ha detto Ryan, si potrà mostrare agli sviluppatori cosa è possibile fare, e guidare il mercato verso nuove prospettive. Questi giochi, in cambio, aumenteranno le vendite di Playstation 4 Pro e di Playstation VR, stimolando gli sviluppatori a creare giochi.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Cristiano Ronaldo è la cover star di EA Sports FIFA 18

Indivisible arriverà su Nintendo Switch