Warcraft Arclight Rumble | Come funzionerà la monetizzazione

Dopo l’annuncio del nuovo gioco mobile di casa Blizzard, i developer hanno subito chiarito alcuni dubbi in merito alle microtransazioni che saranno presenti nel titolo. Dubbi sorti soprattutto a causa della descrizione stessa del Play Store.

Microtransazioni presenti ma apparentemente non “predatorie”

Dopo la segnalazione da parte del Play Store della presenza di lootbox all’interno del gioco e l’arrivo di un ban preventivo in Belgio, sono cresciute nei giorni scorsi le preoccupazioni riguardo la monetizzazione di Warcraft Arclight Rumble, il nuovo gioco per dispositivi mobili annunciato da Blizzard.

Fortunatamente sono intervenuti rapidamente a smentire non solo i developer ma anche Toweliee, uno dei pochi content creator ad aver provato in anteprima il gioco.

warcraft arclight rumble shop
I gold “shoppabili” nello store saranno limitati.

Stando alle loro dichiarazioni:

  • Nessun uso di loot box.
  • Nessuna NFT o meccanismo da gacha.
  • I giocatori potranno shoppare solo 2100 gold a settimana.
  • Il negozio avrà dei limiti giornalieri e settimanali.
  • Sarà possibile comprare i propri eroi in miniatura preferiti singolarmente o in bundle.
  • Nessun doppione, la selezione di eroi (Capi) da poter comprare nel negozio verrà mostrata in maniera casuale in base alla vostra collezione. In questo modo non si troveranno mai doppioni ma solo pezzi che mancano.
  • Comprare un Capo aggiornerà la selezione offrendo una scelta nuova. Sarà possibile aggiornare l’intera scelta dello slot pagando un piccolo prezzo in oro.
  • Nel gioco ci saranno principalmente tre cose da collezionare: Capi, Truppe e Magie.

Che tipo di grind ci aspetta

Dato che a quanto sembra non saremo portati a sborsare ingenti somme di denaro per goderci quest’avventura in miniatura andiamo quindi a vedere che tipo di grind ci aspetta:

Stando sempre alle dichiarazioni di Toweliee, al momento non sembrano esserci contenuti bloccati da un timer e le monete di gioco vengono guadagnate in modo costante. Dopo ogni battaglia le truppe otterranno punti esperienza, o in alternativa sarà possibile “boostarli” ottenendo tomi speciali in missioni o nello shop.

Sembra quindi che Blizzard voglia puntare tutto sul divertimento, naturalmente come ogni free to play presenterà microtransazioni ma se le premesse sono queste a quanto pare non ne sentiremo poi così il peso.

L’uscita di Warcraft Arcligh Rumble è prevista per il 2022, è possibile pre registrarsi sul sito ufficiale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
difficoltà videogiochi

Il pachiderma videoludico nella stanza: La difficoltà nei videogiochi

Recensione Nintendo Switch Sports, tutti in campo!