Il personaggio più popolare di Ghost of Tsushima? La volpe!

ghost of tsushima volpe

Ormai è chiaro: un videogioco per essere globalmente apprezzato dalla community deve contenere almeno un animale carino da accarezzare. Dimenticatevi dunque del premio come “Miglior direzione artistica” ricevuto ai Game Awards 2020, Ghost of Tsushima è amato dai videogiocatori per un solo motivo: le volpi!

Fox Of Tsushima

Scherzi a parte, tutto questo preambolo è stato fatto per introdurre l’ultima curiosa notizia riguardante il titolo di Sucker Punch: al termine di un sondaggio organizzato da PlayStation Japan lo scorso 17 luglio, nel quale si chiedeva ai giocatori giapponesi di votare il miglior personaggio di Ghost of Tsushima, a trionfare è stata proprio la volpe selvatica con ben 22.182 voti.

L’animale ha ottenuto quasi 7000 voti in più (circa il 30%) rispetto al protagonista del titolo, Jin Sakai (15.368 voti), risultando quindi il vincitore di questo sondaggio nel quale erano stati selezionati ben 12 personaggi, principali e secondari, apparsi in Ghost of Tsushima.

La sola presenza della volpe all’interno della selezione di PlayStation Japan ha sicuramente scaturito ilarità tra i videogiocatori, i quali hanno preferito dare il proprio voto a un animale selvatico piuttosto che a un personaggio fondamentale per la trama del gioco, ma c’è da dire che le volpi svolgono un ruolo di tutto rispetto in Ghost of Tsushima: oltre alla possibilità di accarezzarle, infatti, possono condurre il giocatore ai vari Santuari Inari sparsi sulla mappa.

ghost of tsushima

Ghost of Tsushima, dopo la sua uscita su PlayStation 4 lo scorso 17 luglio 2020, tornerà anche su PlayStation 5 con la “Director’s Cut” il prossimo 20 agosto, presentando una versione migliorata dal punto di vista tecnico per adattarsi al nuovo hardware e un’espansione dell’isola di Iki.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Salvatore Montagnolo

Nasce il 21 maggio 1996 a Napoli e cresce con la passione per i videogiochi e per tutto ciò che c'è di tecnologico nel mondo.
Preme il suo primo tasto "START" all'età di 6 anni con Crash Bandicoot per l'inizio di una grande avventura all'insegna di console, comandi e schermi.

death's door copertina

Death’s Door, un’incredibile avventura dark fantasy | Recensione PC

videogiochi violenti con una sola regola

Con un colpo muori, con un colpo uccidi: 5 videogiochi che seguono questa regola