Take-Two Interactive Panel all’E3 2021

take-two-e3-2021-copertina

Nel terzo giorno dell’E3 ha avuto luogo il panel di Take-Two Interactive, celebre sviluppatore statunitense che comprende sussidiarie del calibro di Rockstar Games e 2K. Si è trattato di una tavola rotonda incentrata sui temi dell’inclusività e della diversità nell’industria dei videogiochi, moderata da Toni Ligons, Director del dipartimento Diversity, Equity & Inclusion di 2K. Ad una prima discussione di ordine generale è seguita una sessione di Q&A in cui alcune figure chiave di 2K e Take-Two hanno dialogato con professionisti dell’industria del gaming sulle tematiche della presenza femminile nel settore, la necessità di una lotta alla discriminazione su base di genere ed orientamento sul luogo di lavoro e delle iniziative intraprese da Take-Two ed altre compagnie per diffondere la cultura dell’inclusività e della partecipazione in questi ambiti. Vi proponiamo qui sotto l’evento nella sua interezza.

Argomenti sicuramente meritevoli di essere affrontati in una cornice di primo piano come quella dell’E3. Chi sperava in un evento incentrato sul software, d’altro canto, è rimasto deluso: nessun annuncio all’orizzonte, nessun trailer o presentazione di giochi. Una comunicazione più chiara sui contenuti del panel avrebbe sicuramente aiutato ad indirizzare agevolmente il pubblico più interessato alla fruizione di questi argomenti.

Per leggere i nostri approfondimenti su tutti gli eventi tenutisi in questa edizione dell’E3, con recap evento per evento, vi rimandiamo al nostro articolo generale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE E3 2021

Articolo a cura di Alessandro Giovannini

videomaker, gamer, nerd, INTJ-A.

Cinema e videogiochi: le mie due più grandi passioni. Da bambino mi alzavo presto la mattina per giocare con il Sega Mega Drive II prima di andare a scuola; passavo i pomeriggi a guardare Terminator 2 fino a consumare il nastro della VHS; impiegavo le serate a cimentarmi nelle avventure grafiche di Lucas Arts su un glorioso PC con Windows 95 in compagnia di mio fratello.
Poi sono venuti gli studi e la laurea in cinema oltre al lavoro, in tv prima e come videomaker freelance poi, nonché le esperienze di redattore e inviato stampa presso siti di informazione cinematografica. In tutto ciò non ho mai abbandonato il gaming, che ho combinato con la mia passione per la scrittura ed il mio approccio analitico, prima sulle pagine di Spaziogames e ora qui su Player.
A tarda notte streammo sul mio sfigatissimo canale Twitch e nel resto del tempo mi struggo al pensiero di tutto il backlog che non riuscirò mai a recuperare :)

Primo videogioco: The Adventures of Captain Comic (DOS)
Videogioco preferito: Final Fantasy VII
Piattaforme di gioco possedute: Super Famicom, Game Boy Color, Mega Drive II, PSX, PS2, PS3, PS4, Xbox One S, PC.

Starfield sarà un “Han Solo simulator” secondo Bethesda

Rivelato Transformers Heavy Metal, nuovo progetto di Niantic