The Legend of Zelda, Aonuma parla dei nuovi standard


Recentemente Aonuma è stato intervistato ancora una volta dalla rivista giapponese Famitsu. Una delle domande che gli sono state poste riguardava il futuro del franchise The Legend of Zelda.


Come sarà tra qualche anno, e quali direzioni verranno intraprese? La risposta di Aonuma è stata breve, concisa e chiara, ha detto che lo stadard per The Legend of Zelda nel prossimo futuro si evolverà in giochi open world. Non ha specificato nulla di più dettagliato riguardo il prossimo futuro della serie, ma se anche a voi piacciono gli open-world crediamo che sarete proprio contenti di quanto riferito dal producer.

Di seguito le parole di Aonuma e uno stralcio dell’intervista, tradotte dall’inglese.

Famitsu: realizzare il prossimo gioco della serie The Legend of Zelda sarà più complicato se sceglierete di realizzarlo come un open-world. Che cosa evolverà in questa direzione? Come realizzerete i futuri dungeons? Come sarà il prossimo titolo dedicato alla serie di Zelda?
Aonuma: io credo che, in futuro, le meccaniche open world rappresenteranno lo standard per The Legend of Zelda.

Ricordiamo che The Legend of Zelda: Breath of the Wild è un videogioco di avventura in terza persona sviluppato da Nintendo. Diciottesimo capitolo della serie di The Legend of the Zelda, il gioco è uscito il 3 marzo 2017 sia per Nintendo Switch che per Wii U.

E voi siete d’accordo con la scelta del papà di Link di adottare questa nuova soluzione open world, o temete piuttosto che il franchise alla lunga possa essere eccessivamente snaturato se dovesse subire troppe modifiche alla sua base? Fatecelo sapere con un commento in calce all’articolo!

Fonte originale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Simone Pettine

Mi piace leggere, scrivere, videogiocare, approfondire la mia conoscenza delle lingue indoeuropee e mangiare i bambini.

Take Two: no a grandi guadagni a scapito della qualità

Take-Two porterà i suoi giochi su Nintendo Switch, ma in modo selettivo